Il cancro alla vescica nei cani: fattori di rischio, sintomi e possibili terapie

Scritto da nella categoria Cani
Il cancro alla vescica nei cani: fattori di rischio, sintomi e possibili terapie

Il cancro alla vescica è uno dei tumori più gravi che possono presentarsi nei cani, anche se fortunatamente non rientra tra i tumori più comuni in quanto ha un'incidenza di una su cento diagnosi di tumore che vengono fatte. Nonostante esistano una serie di differenti tipi di tumore che possono interessare la vescica nei cani, il tumore più comune è senza dubbio il carcinoma a cellule di transizione, un tipo di tumore molto subdolo e difficilmente individuabile a partire proprio dai sui sintomi, soprattutto per coloro che non lo conoscono molto bene e che pertanto non sanno cosa cercare.

In questo articolo parleremo più nel dettaglio del cancro alla vescica nei cani, elencando i fattori di rischio di questo tipo di tumore ed i sintomi a cui prestare particolare attenzione, oltre a capire quali sono le possibili terapie associate a questa patologia e quale è la prognosi per i cani affetti. Continua te a leggere per saperne di più.

Qualche informazione in più sul cancro alla vescica nei cani

Come menzionato poco sopra, la forma più comune di cancro alla vescica nei cani è il carcinoma a cellule di transizione, che solitamente si sviluppa a livello dell'uretere dove i reni incontrano la vescica e si presenta come un tumore che, in ultima analisi, arresta la funzionalità dell'intero tratto urinario.

Nonostante il tumore stesso si sviluppi molto lentamente, non genera sintomi facilmente individuabili fino a che non è in uno stadio abbastanza avanzato, tale per cui è alquanto difficile ricorrere a trattamenti efficaci o ad una eventuale rimozione mediante operazione chirurgica.

Cosa causa il cancro alla vescica nei cani?

Non esiste un effettivo elenco di quali sono le tipiche cause del cancro alla vescica nei cani, ma ci sono diverse situazioni e fattori di rischio che possono portare alcuni cani ad avere un'elevata probabilità di sviluppare questa patologia.

Una delle più discusse e potenziali cause del cancro alla vescica nei cani è la convinzione che certi tipi di pesticidi ed insetticidi possano contribuire o addirittura essere la causa primaria di questa patologia, in particolar modo prodotti usati per eradicare le infestazioni da vermi e zecche nelle pecore e nei bovini.

Quali sono i cani più a rischio e pertanto con maggiore probabilità di contrarre il cancro alla vescica?

Nonostante qualsiasi tipo di cane può potenzialmente sviluppare il cancro alla vescica, questa patologia tende a presentarsi con una maggiore frequenza in soggetti di una certa età, ed è molto più comune nelle femmine che nei maschi. Presenta inoltre anche una potenziale componente ereditaria dato che tende a manifestarsi in certe razze e tipi di cani piuttosto che in altri, inclusi i Terrier Scozzesi ed i Beagles.

Quali sono i sintomi del cancro alla vescica nei cani?

Il carcinoma a cellule di transizione tende ad insorgere ed a svilupparsi lentamente nel tempo, formando una massa tumorale che si sviluppa gradualmente, il che vuol dire che potrebbe non portare a sintomi evidenti fino a che non è in uno stadio già abbastanza avanzato.

Questo implica il fatto che è importante essere sempre vigili ed attenti in modo tale da individuare prontamente i primi sintomi del cancro alla vescica, perché ogni singolo giorno è di fondamentale importanza quando si tratta di iniziare prontamente un trattamento in grado di garantire al proprio amico a quattro zampe una maggiore probabilità di sopravvivenza.

Alcuni dei sintomi tipici del cancro alla vescica che potreste individuare facilmente se prestate particolare attenzione al vostro cane sono:

  • Segni evidenti di dolore quando il cane prova ad urinare
  • La necessità di urinare con una certa frequenza e espellendo però solo una minima quantità di urina ogni volta
  • Il cane non è in grado di urinare anche se deve eliminare semplicemente dell'acqua
  • Sangue nelle urine
  • La tendenza a soffrire di infezioni batteriche alla vescica che si manifestano ripetutamente o che sono croniche e che pertanto risultano essere difficili da debellare
  • Potrebbe presentarsi o essere ricorrente la presenza di febbre, anche se leggera
  • Il cane potrebbe presentare una tosse leggera ma cronica, la quale potrebbe anche portare ad una certa intolleranza all'esercizio fisico e a problemi respiratori nel quotidiano o quando il cane fa una certa attività fisica.

Il vostro cane inoltre potrebbe potenzialmente farvi capire che c'è qualcosa che non va grazie a cambiamenti comportamentali, letargia, perdita di interesse nel cibo, e mancanza di interesse quando bisogna giocare o fare dell'esercizio fisico, atteggiamenti che sicuramente potrete notare facilmente. Il vostro cane ovviamente starà andando incontro anche dei cambiamenti interni e non solo esterni in questi casi, incluso l'ingrossamento dei reni e naturalmente la crescita del tumore stesso.

Se notate la presenza di uno di questi sintomi, è di vitale importanza rivolgersi immediatamente al proprio veterinario, in particolar modo se il vostro cane ha già una certa età ed appartiene ad una delle razze più a rischio. Il veterinario prenderà in considerazione in sintomi che gli riferirete di aver notato oltre alla storia clinica del paziente e dovrà eseguire alcuni esami clinici ed una visita medica accurata per potersi pronunciare e fare un'effettiva diagnosi.

La diagnosi per il cancro alla vescica viene fatta mediante radiografia ed esami del sangue e delle urine, il veterinario potrebbe ritenere opportuno effettuare anche un'ecografia se necessario per poter individuare eventuali cambiamenti nella vescica ed a livello renale, oltre che per controllare le dimensioni e la posizione del tumore.

Quale è la prognosi per un cane con il cancro alla vescica?

Cane dal veterinario

Come già accennato nell'introduzione, il cancro alla vescica nei cani è una patologia molto grave che tende ad essere diagnosticato abbastanza tardivamente e purtroppo la probabilità di recupero dopo un eventuale trattamento è solo del 50%. Generalmente la rimozione chirurgica del tumore stesso, assicurandosi ovviamente che la massa tumorale venga rimossa nella sua interezza, è il trattamento più efficace ed utilizzato e se è attuabile darà al paziente un'elevata probabilità di sopravvivenza e di guarigione.

La chemioterapia potrebbe essere utilizzata in associazione alla rimozione chirurgica se necessario, o può essere utilizzata da sola per ridurre e rallentare la progressione del tumore. Il suo utilizzo potrebbe dipendere inoltre dalla necessità o meno di ridurre eventualmente le dimensioni del tumore prima di ricorrere ad un'operazione chirurgica, oppure potrebbe venire utilizzata in casi in cui il tumore non è operabile.

Tuttavia, la sola chemioterapia in genere non è considerata sufficiente ed efficace per trattare completamente e con successo il cancro alla vescica.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 9 persone con una media di 4.9 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty