Il coenzima Q10 per cani: benefici ed effetti collaterali secondo la scienza

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Cani
Il coenzima Q10 per cani: benefici ed effetti collaterali secondo la scienza

Stiamo utilizzando delle prove scientifiche per spiegare l'importanza del coenzima Q10 per i nostri cani e come questo possa influire sulla loro salute. Effetti collaterali e benefici del coenzima Q10.

State pensando di dare al vostro amico a quattro zampe un po’ di coenzima Q10?

Il CoQ10 è un enzima presente in tutte le cellule dell’organismo.

La Q si riferisce al chinone che si trova sulla molecola ed il 10 si riferisce al numero si subunità presenti sulla sua coda.

Il coenzima Q10 è conosciuto con nomi differenti tra cui ubichinone, ubidecarenone e coenzima. Spesso viene inoltre abbreviato con le sigle CoQ, CoQ10, o Q10.

Questo enzima viene prodotto naturalmente dall’organismo, tuttavia, alcuni alimenti ne presentano concentrazioni quanto elevate come l'olio di pesce (salmone, sgombro, sardine, krill) la carne di organo ed i cereali integrali.

Come funziona il coenzima Q10?

Il CoQ10 aiuta a controllare il flusso di ossigeno all'interno delle cellule.

Agisce inoltre come antiossidante riducendo i danni cellulari causati dai radicali liberi (molecole modificate mediante ossidazione e che causano danni alle cellule).

Il CoQ10 è l'anello fondamentale della catena di processi coinvolti nella produzione di energia all'interno dell'organismo e si trova principalmente nei piccoli organelli (i mitocondri) presenti all'interno delle cellule che generano l'energia di cui l'organismo ha bisogno.

Questo significa che gli organi caratterizzata da un elevato fabbisogno energetico, ad esempio il fegato, il cuore ed i reni, presentano alti livelli di CoQ10.

Carenza di CoQ10 nei cani

Vi sono due principali fattori che possono portare ad una carenza di CoQ10.

Tali fattori sono la riduzione della biosintesi dell’enzima e un maggiore utilizzo di coenzima da parte dell'organismo. La biosintesi è la principale fonte di CoQ10 e diverse patologie, tra cui alcune trasmesse geneticamente, possono causare una carenza di CoQ10.

Si ritiene che alcune patologie croniche (cancro o patologie cardiache ad esempio) siano in grado di ridurre la biosintesi ed aumentare la richiesta di CoQ10 da parte dell'organismo, anche se non vi sono dati scientifici certi a supporto di tale affermazione.

L'organismo può presentare una carenza di CoQ10 a causa dell'invecchiamento o della mancanza di vitamine essenziali richieste durante la biosintesi.

Coenzima Q10 assunto mediante integratori

A causa delle sue proprietà antiossidanti, si pensa che il CoQ10 possa essere usato nei casi in cui l'ossidazione delle molecole provoca danni alle cellule.

Questo tipo di danno cellulare può portare alla formazione di cellule tumorali e alterazioni infiammatorie croniche.

Gli effetti positivi del CoQ10 nei cani

effetti positivi del CoQ10

Patologie cardiovascolari

Il CoQ10, in quanto ingrediente contenuto in specifici integratori, viene principalmente utilizzato per l'insufficienza cardiaca congestizia, tuttavia, ricerche attualmente in corso suggeriscono che tale coenzima potrebbe essere utile anche per altri tipi di problemi cardiaci (ad esempio per la cardiomiopatia) e per tutta una serie di altre patologie ad essi correlate (ad esempio l'ipertensione arteriosa).

Ricerche preliminari hanno mostrato la presenza di livelli di CoQ10 molto bassi nei cuori dei soggetti affetti da patologie cardiache.

Si è ipotizzato pertanto che gli effetti del solo CoQ10 sulle patologie cardiovascolari sono probabilmente solo lievi o al più moderati, ma potrebbe esserci un’interazione positiva (sinergica) tra il CoQ10 ed altri farmaci utilizzati per curare le patologie cardiache.

Parodontite

Il CoQ10 può anche aiutare a contrastare la parodontite o le patologie gengivali.

L'enzima riduce le dimensioni e migliora la salute delle tasche parodontali. Lo fa diminuendo l'infiammazione, il rossore, il sanguinamento ed il dolore.

Poiché la maggior parte degli animali affetti da patologie cardiache presentano anche parodontite, ricorrere ad integratori a base di CoQ10 potrebbe offrire un ulteriore vantaggio in questi pazienti.

Altre patologie

Il CoQ10 può aiutare a prevenire danni al cuore causati da alcuni tipi di chemioterapici antitumorali, come l'adriamicina.

Dato che l'attività antiossidante del CoQ10 potrebbe interferire con l'azione di alcuni chemioterapici, consultate sempre il vostro veterinario prima di utilizzare degli integratori a base di CoQ10 se il vostro cane ha un tumore e necessita di chemioterapia.

Il CoQ10 può inoltre aumentare l'efficacia di altri antiossidanti, come la vitamina C, ed aiutare a tenere sotto controllo la pressione sanguinea, eventuali problemi al sistema immunitario, il diabete e le ridotte prestazioni fisiche.

Su diversi siti web gli integratori a base di CoQ10 sono caldamente raccomandati per trattare o prevenire le disfunzioni cognitive legate all'età, la ridotta funzionalità del sistema immunitario e le patologie renali.

Dosaggio del CoQ10

Il dosaggio tipico per i cani è 30 mg ogni 24 - 48 ore, anche se tali dosi possono essere modificate a seconda delle dimensioni del cane e delle sue esigenze specifiche.

Ad esempio, se il vostro veterinario ritiene che sia il caso di aumentare le dosi standard se il vostro cane è di grandi dimensioni, il dosaggio potrebbe essere portato a 80 mg ogni 24 - 48 ore per un cane che pesa 45 Kg.

Ogni veterinario olistico consiglia di dare al proprio amico a quattro zampe 2 mg di CoQ10 ogni kg di peso corporeo al giorno, il che lo rende un integratore alquanto costoso per i cani di grandi dimensioni.

Tossicità ed effetti collaterali del CoQ10

Negli esseri umani, la tossicità in genere non è mai stata osservata, anche a dosi elevate di CoQ10.

Una dose giornaliera di 3,600 mg viene tollerata molto bene sia dai soggetti sani che dai soggetti malati.

Gli effetti collaterali, in gran parte gastrointestinali, si sono osservati solo in caso di eccessivo sovradosaggio. La dose più sicura osservata (OSL) è di 1,200 mg/giorno [2].

Scienza e CoQ10

q10 e la scienza

Studi sull'uomo

Molti degli utilizzi consigliati di CoQ10 negli esseri umani sono alquanto discutibili, con prove cliniche poco certe ed in genere di bassa qualità nel caso della maggior parte delle applicazioni.

Studi sui cani

Vi sono veramente poche ricerche scientifiche che si possono ritenere significative sull'uso del CoQ10 sui nostri amici animali.

Uno studio non è riuscito a dimostrare la correlazione tra la diminuzione dei livelli di CoQ10 e l’insufficienza cardiaca congestizia, ma ha comunque potuto affermare che, sebbene non siano stati riscontrati drastici effetti sulla dinamica del sangue, l’assunzione di integratori a base di CoQ10 ha ridotto l'aumento delle dimensioni dell'organo solitamente associato all'insufficienza cardiaca cronica [3].

Un altro studio afferma che non sembrano esserci trials clinici che si sono occupati in modo specifico di studiare i presunti benefici del CoQ10, oltre al fatto che "le raccomandazioni ed i consigli inerenti a questo tipo di integratore sono puramente basati sulla teoria, su aneddoti e su ricerche pre-cliniche o ricerche cliniche condotte su esseri umani”.

Dove acquistare CoQ10 per il tuo cane

Novità con capsule vegetali
24 Recensioni
Q10 30 - Integratore alimentare in Capsule a Base di Coenzima Q10
19 disponibili
Il coenzima Q10 è un componente naturale dell'organismo. Svolge un'azione fondamentale per la produzione d'energia e ha la funzione di antiossidante naturale, proteggendo i neuroni dalla degenerazione tipica della vecchiaia. È indispensabile per la funzione cellulare. Stress o inquinamento ambientale possono portare alla formazione di molecole molto instabili e reattive (radicali liberi) che ...
In offerta! Antiossidante, antiage, rivitalizzante.
60 Recensioni
Coenzima Q10 - Estratto
Alta disponibilità
L'Estratto di Coenzima Q10 è antiossidante, antiage e rivitalizzante. Potente antiossidante, contrasta la formazione dei radicali liberi, potenzia l’effetto della vitamina E e ne ritarda l’ossidazione. Attivo anti-age, energizzante e rivitalizzante per pelli stanche ed opache. Ristabilisce la barriera lipidica, favorendo il buon funzionamento delle membrane cellulari. Modo d'uso: Soluzione già ...

Riassumendo

Sebbene esistano prove concrete a conferma dei presunti effetti positivi e dell’efficacia del CoQ10 sugli esseri umani, tali evidenze non sembrano essere state confermate per i cani.

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 8 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty