Cani con difficoltà nel camminare: 10 cause e come comportarsi

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Cani
Cani con difficoltà nel camminare: 10 cause e come comportarsi

Può essere scoraggiante, frustrante, e anche essere spaventoso per un padrone notare nel proprio cane dei problemi a camminare. Questa difficoltà può essere causata da problemi comportamentali o da condizioni mediche. Abbiamo stilato per voi una lista delle cause più comuni e come comportarsi.

Problemi comportamentali

1 - Tirare

cane che tira

Il tirare al guinzaglio è un problema comune con cui tutti i padroni devono fare i conti. Molti cani voglio correre invece che camminare.

  • Liberali. Un modo per risolvere questo problema è quello di lasciare correre il cane liberamente al tuo fianco, non importa se corri, usi i pattini o vai in bici. Permettere al cane di correre, e di sfogare tutte quelle energie represse, è fondamentale per la sua salute fisica e mentale.

  • Pettorine specifiche. Se fare corsette non è qualcosa che ami fare, o non puoi, esistono in commercio collari e pettorine no-pull (che non tirano) sviluppate per aiutare a prevenire il cane dal tirare mentre cammina al guinzaglio. Qualsiasi collare scomodo e che utilizza metodi dolorosi per controllare il cane (come collari a punte o collari a catena in metallo), questi non sono più consigliati da coloro che addestrano i cani, esperti in comportamento animale o veterinari, in quanto è stato provato che causano più danni che altro.

  • Addestramento. Inizialmente è importante addestrare il cane a come stare al guinzaglio, in un ambiente calmo e senza stimoli, come dentro casa o nel giardinetto sul retro.

  • Sii costante. Addestra il cane ogni giorno, più volte al giorno, inondalo di complimenti e quando cammina bene a guinzaglio, premialo con delle crocchette (mantieni un atteggiamento positivo).

  • Progresso. Una volta che il cane si è abituato a camminare a guinzaglio dentro casa o nel giardinetto, gradualmente sposta le camminate fuori casa, in aree più stimolanti, iniziando con il camminare sul marciapiede, per poi arrivare a sentieri vicino caso e così via. Assicurati di fermarti di tanto in tanto per premiare il cane per il suo comportamento e correggilo in modo gentile se sbaglia (non punirlo!).

2 - Reazioni esagerate

reazioni esagerate del cane

È comune per i cani avere delle reazioni ad altri cani, reazioni che delle volte possono essere aggressive.

  • Correggili. Attirare l'attenzione del cane sul problema e correggerlo immediatamente e in modo adeguato, sono tutti aspetti chiave per rivolvere il problema.

  • Comandi. Prima di portare a spasso il cane con il guinzaglio, insegna al cane i comandi basilari che serviranno poi per fermarlo immediatamente e prestare attenzione a te, ovvero il padrone.

  • Tempismo. Nel momento della passeggiata, il padrone deve aspettare che il cane noti prima l'altro animale e valutare la reazione (ricorda che il padrone non deve mai reagire prima o in maniera negativa verso l'altro cane); una volta che il cane ha notato l'altro, usa un comando, ormai ben ingranato nel cane, per attirare la sua attenzione e premialo con uno stuzzichino in modo che possa associare il vedere altri cani alla ricompensa. Non punire il cane in quanto potresti mandare all'aria tutti i progressi fatti con l'addestramento.

  • Comportati bene. Come menzionato prima, se un padrone reagisce in maniera tempestiva e negativa nei confronti di altri cani, il cane non solo riuscirà a percepire ciò che sta succedendo ma reagirà similmente al padrone o in linea a quello che essi sente.

  • Sii sicuro. Devi sempre rimanere calmo, sicuro e raccolto, a maggior ragione se sei vicino ad altri cani. il padrone deve avere polso e allo stesso tempo mantenere un'aria calma mentre corregge il comportamento errato del cane, assicurandosi di tenere la testa alta e di stare dritto, in quanto il cane è in grado di determinare lo stato d'animo del padrone attraverso il linguaggio del corpo e dal tono della voce.

  • Azioni precise. Mai strattonare o trascinare il cane al guinzaglio. Questo comportamento manderà all'aria tutti i progressi fatti con l'addestramento e porterà ad una perdita di fiducia nei confronti del padrone. Più un padrone addestra ed insegna al cane come interagire con gli altri, offrendo l'opportunità al cane di socializzare, e più riuscirà a relazionarsi in modo tranquillo con gli altri cani per strada, senza attaccare o reagire negativamente.

3 - Fermarsi di continuo

cane seduto nel parco

Alla maggior parte dei cani piace fermarsi di continuo per annusare qualsiasi nuovo odore e alcuni amano anche marcare il proprio territorio.

  • Presta attenzione. Se vuoi che il cane presti attenzione al padrone, il padrone in primis deve prestare attenzione al cane, e cercare di includere il cane il più possibile durante le passeggiate.

  • Guinzaglio corto. Tieni il guinzaglio corto e vicino a te (non troppo stretto o che possa rivelarsi doloroso per il cane) per minimizzare qualsiasi possibilità di distrazione. La cosa migliore sarebbe quella di usare una pettorina al posto del collare.

  • Attrezzatura. Se devi usare il collare, assicurati almeno di usare la combinazione collare-guinzaglio per mantenere la testa del cane in alto, invece che bassa e fissa a terra, dove sono presenti tante distrazioni.

  • Obbedienza. Insegna al cane comandi come ”Attento" "Lascia" e "Andiamo”. Addestralo in un ambiente tranquillo e calmo come la casa, premiando il cane con stuzzichini (formaggio, burro d'arachidi, wurstel, pollo, ecc.) ogni volta che segue i comandi, ed esercitatevi spesso, ovvero fate insieme tante prove prima di portarlo fuori per una passeggiata in un ambiente che offre diverse distrazioni.

  • Atteggiamento positivo. È importante premiare il cane se riesce a stare al passo, rimanere sul sentiero o non distrarsi per diverso tempo durante le passeggiate. Premia il cane permettendogli di fare delle piccole pause di tanto in tanto, pause nelle quali hanno il permesso di annusare in giro e di fare i loro bisogni.

4 - Nessun interesse

cane con nessun interesse

La mancanza d'interesse per le passeggiate è molto comune nei cuccioli, in quanto questi piccolini trovano confusionario e spaventoso il fatto di dover lasciare la loro nuova casa; inoltre possono anche stancarsi velocemente e facilmente, stanchezza che porterà il cucciolo a sedersi nel bel mezzo di una passeggiata e non aver poi la forza di rialzarsi. Questo problema però può manifestarsi anche nei cani adulti che hanno paura o si trovano a disagio all'aperto, come anche in tutti quei cani che non sono abituati a fare passeggiate.

  • Preparazione. Visto che indossare un guinzaglio può essere qualcosa di scomodo per un cucciolo, potrebbe essere d'aiuto farglielo indossare qualche volta dentro casa prima di tirare fuori il guinzaglio per l'addestramento (questo deve avvenire sotto costante supervisione in modo che il cucciolo non si aggrovigli). Meglio ancora, utilizza una pettorina per cuccioli invece del collare.

  • Mostragli come. Aiuta il cucciolo ad imparare come camminare in modo adeguato con il guinzaglio, prendendolo in braccio e portandolo fuori casa, nella via di ritorno posizionalo a terra e lascialo tornare con il guinzaglio. I cuccioli saranno più motivati a camminare verso casa che allontanarsi da questa. Assicurati di avere sempre un atteggiamento positivo e di ricompensare il cucciolo di tanto in tanto con degli stuzzichini, una ricompensa per aver camminano correttamente con il guinzaglio.

  • Dagli del tempo. È importante che tutti i padroni non affatichino troppo i propri cani, sia cuccioli che anziani. Se il cane sta ansimando, si siede o si accascia per terra durante una passeggiata, dai loro del tempo per recuperare le energie sotto l'ombra e abbi sempre a portata di mano dell'acqua per il cane. Se anche dopo una bella pausa il cane ti sembra troppo stanco per continuare a camminare, portalo in braccio fino alla macchina o a casa. I cani non sono in grado di fare finta di essere esausti, se si comportano così è perché hanno raggiunto il proprio limite e per questo motivo i padroni non dovrebbero spingerli ulteriormente, in quanto potrebbero causare lesioni o anche un colpo di calore.

  • Addestramento specifico. Per tutti quei cani che sono impauriti, è importante usare una terapia espositiva, ovvero portare il cane a fare delle passeggiate in luoghi tranquilli, durante le ore più calme, dove per l'appunto ci sono poche persone ed animali in giro (attenzione questa esposizione deve avvenire in modo graduale). Ricorda sempre di usare un atteggiamento positivo e premia il cane per essere riuscito a camminare al guinzaglio.

  • Tipi di collari. Spesso i cani trovano scomodo indossare il collare ed essere tenuti a guinzaglio. I padroni dovrebbero sempre usare collari e guinzagli più leggeri possibili e non dovrebbero essere più consigliati, dagli addestratori e dai veterinari, collari d'addestramento punitivi, in quanto questi tipi di strumenti sono stati provati essere dannosi.

  • Ragioni mediche. Se continua a rifiutarsi di camminare, anche dopo aver tentato tutti i metodi elencati qui sopra, allora il cane potrebbe provare dolore a causa di una ferita o di un disordine che non è stato diagnosticato. Se questo è il caso, la cosa migliore è farlo visitare da un veterinario per determinare se il cane sente dolore o meno.

Ragioni mediche

cane dal veterinario

Attenzione! Tutte le condizioni elencate qui sotto devono essere diagnosticate da un veterinario che deve essere in grado di fornire risposte riguardanti i possibili trattamenti e quello che può essere fatto per aiutare il cane affetto da una di queste condizioni.

5 - Artrite

L'artrite è una delle cause più comuni che genera difficoltà a camminare nei cani (specialmente nei cani anziani), cani che per l'appunto provano dolore e disagio al solo stare in piedi. È una condizione cronica e degenerativa che è causata dall'uso quotidiano delle giunture.

6 - Problemi alla schiena

Qualsiasi problema alla schiena, in particolar modo tutti quelli che hanno un impatto diretto sulla colonna vertebrale, può causare difficoltà a camminare. Alcuni problemi alla schiena possono essere: mielopatia degenerativa, malattia del disco intervertebrale, embolia fibrocartilaginea, instabilità vertebrale o sindrome di Wobbler.

7 - Cancro

Il cancro è una condizione più comune nei cani anziani. I tumori, sia benigni che maligni, possono avere un impatto negativo sull'abilità di camminare.

8 - Lesioni

lesioni

Sono diverse le lesioni di cui un cane può soffrire, come fratture, stiramento dei muscoli o strappamento dei legamenti, tutte lesioni che possono danneggiare le ossa, muscoli e giunture del cane, risultando in problemi a camminare.

9 - Condizioni neurologiche

Sono tantissimi i problemi neurologici che possono risultare in problemi a camminare. Queste condizioni possono includere: stenosi degenerativa lombosacrale, infarti, infezioni come meningoencefalite, botulismo e altri tipi di avvelenamenti che possono portare a condizioni neurologiche debilitanti.

10 - Condizioni ortopediche

Sono tante e diverse le condizioni ortopediche che possono portare il cane ad avere problemi a camminare. Tra queste condizioni troviamo la displasia dell'anca e del gomito, condizioni frequenti nelle razze canine giganti, come anche la rottura del legamento crociato anteriore o quella del legamento crociato craniale.

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 7 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty