Infezione agli occhi nei cuccioli di cane: tipi, cause e trattamenti utili

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Cani
Infezione agli occhi nei cuccioli di cane: tipi, cause e trattamenti utili

Le infezioni oculari nei cani sono molto comuni, soprattutto nei cuccioli, che in quanto tali non hanno ancora un sistema immunitario abbastanza forte da far fronte a tali condizioni. Ma non preoccupatevi, se tratterete l'infezione poco dopo la sua insorgenza e se lo farete in modo efficace, il vostro amico a quattro zampe dovrebbe riprendersi completamente e senza problemi. I sintomi di tali infezioni ed il maggior disagio si manifestano a livello della congiuntiva, la membrana che ricopre il bulbo oculare e la parte interna delle palpebre. In questo articolo parleremo di alcune delle cause delle infezioni oculari, dei vari tipi di infezioni, dei trattamenti più comuni per curarle e di molto altro ancora.

Tipi di infezioni oculari nei cuccioli

infezioni oculari nei cuccioli

Uveite - Questo tipo di infezione interessa la parte interna dell'occhio. È tipicamente caratterizzata da arrossamento, vista annebbiata, sensibilità alla luce o macchie di sangue negli occhi. Può essere dovuta ad infezioni da funghi, parassiti, batteri o da Rickettsia. Se non trattata in modo corretto e prontamente può portare alla cecità permanente.

Cheratite - Con il termine cheratite si indica un'infezione della cornea. Vi sono due tipi di cheratite. La cheratite non infettiva in genere dovuta ad un graffio presente a livello della cornea attribuibile ad un trauma recente all'occhio. La cheratite infettiva dovuta ad un virus, un batterio, un fungo o un parassita. Può essere dovuta anche al panno corneale o al fatto che il soggetto in questione abbia gli occhi molto disidratati. In tutti i casi, se non trattata, il vostro cane potrebbe soffrire di un'ulcera corneale e se il bulbo oculare si rompe, l'unica opzione possibile è la sua rimozione.

Sclerite - Si tratta di una patologia immuno-mediata che si manifesta mediante un ispessimento della membrana fibrosa che riveste il bulbo oculare. Può essere causata da una serie di patologie secondarie, da traumi o può anche essere genetica (particolarmente comune in tal caso nei Collie e nei Pastori Tedeschi)

Cherry Eye o occhio a ciliegia - A volte considerato alla stregua di un terzo occhio. il Cherry Eye nei cuccioli è molto comune soprattutto nei soggetti che hanno meno di due anni di vita. Si tratta di un prolasso della ghiandola accessoria a livello della terza palpebra del cane che si verifica quando la membrana fibrosa nei pressi e che riveste la ghiandola stessa è molto sottile consentendo pertanto alla ghiandola di fuoriuscire dalla sua collocazione naturale. Se il vostro veterinario ritiene che vi sia un motivo specifico alla base di questo problema, dovrà essere trattato. Non rientra nella categoria delle emergenze, ma può comunque causare un certo fastidio al cane pertanto risolvere il problema mediante un semplice intervento chirurgico è la prassi più comune che viene adottata.

Le cause delle infezioni agli occhi nei cuccioli

Di solito i responsabili di tali infezioni sono i batteri, ma ci sono comunque diversi motivi per i quali si possono avere infezioni agli occhi o congiuntiviti nei cani, incluse alcune patologie particolarmente gravi che possono essere alla base dell'infezione stessa. Pertanto è importante capire cosa effettivamente sta causando l'infezione ed il miglior modo per farlo è grazie all'aiuto di un esperto, pertanto rivolgetevi il prima possibile al vostro veterinario di fiducia. Ecco alcune delle cause più comuni delle infezioni oculari:

  • Batteri - La causa più comune. L'infezione batterica in genere è la causa principale dei problemi oculari e non è correlata ad altre patologie che possono essere la reale causa primaria dell'infezione.

  • Virus - L'infezione virale più comune correlata alle infezioni oculari è il cimurro. I cani più soggetti a questo tipo di infezione sono i cuccioli che non sono ancora stati vaccinati ed i cani anziani non immunizzati.

  • Sistema immunitario - Quando il sistema immunitario prende il sopravvento, la risposta immunitaria potrebbe portare ad un'infezione oculare. Tale risposta è spesso il risultato di allergie, congiuntiviti follicolari, congiuntiviti plasmacellulari e malattie auto-immuni in cui è il corpo ad attaccare le sue stesse cellule.

  • Cancro - In casi molto rari le infezioni oculari possono essere dovute a tumori nei cani. L'infezione oculare più comune associata al cancro in realtà non è affatto cancerogena, anche se ha un'insorgenza molto simile a quella del cancro e si presenta nella forma di piccoli noduli rosa tra la sclera e la cornea. È molto comune nei Collie.

  • Cause secondarie/sottostanti - La maggior parte delle volte, l'ambiente (ovvero entrare a contatto con sostanze chimiche irritanti, insetti o foglie) può essere il reale colpevole dell'infezione. Inoltre, un occhio infetto può essere il risultato di una patologia che vi è alla base come la malattia di Lyme, patologie che interessano le palpebre e/o le ciglia, il glaucoma, la cheratite ulcerosa, l'uveite anteriore, carenza di vitamine e patologie che interessano il dotto lacrimale comuni nel Barbone e nel Cocker Spaniel.

Le cause secondarie possono essere o possono portare a patologie molto gravi ed è per questo che è importante tenere sotto controllo queste situazioni portando il proprio cucciolo subito dal veterinario per una visita accurata ed una diagnosi precisa.

Trattare le infezioni oculari nei cuccioli

Trattare le infezioni oculari

I trattamenti variano a seconda dei casi, soprattutto dato il fatto che esistono una vasta gamma di cause a tali tipi di infezioni. Ma ci sono alcune cose che dovreste aspettarvi quando vi recate dal veterinario. Il veterinario inizierà ad escludere un'infezione oculare dopo l'altra effettuando un esame completo della vista e degli occhi.

Potrebbe anche colorare l'occhio del vostro cane servendosi di una tintura apposita che consente di valutare la presenza di eventuali graffi o lesioni visibili sotto una certa luce. Una biopsia cutanea e delle cellule dell'occhio potrebbe inoltre essere necessaria per valutare la presenza di patologie secondarie.

Prevenire le infezioni oculari nei cuccioli

Alcune infezioni oculari come il Cherry Eye non possono essere prevenute, ma ci sono comunque dei piccoli accorgimenti che potreste adottare per evitare che il vostro cane soffra a causa di un'infezione oculare batteria o ambientale.

Trauma - I cani possono fare movimenti bruschi quando giocano ed essere un po' impacciati soprattutto quando sono ancora dei cuccioli. Pertanto è consigliabile che il cane giochi e svolga certe attività in un ambiente controllato, privo di possibili pericoli o oggetti con cui si potrebbe ferire.

Ambiente - Accertatevi che qualora doveste lasciare da solo il vostro cucciolo, non vi siano oggetti o sostanze pericolose con cui potrebbe entrare in contatto. Per quanto possiate essere tentati dal lasciare che il vostro amico a quattro zampe sporga la testa dal finestrino mentre siete in auto, questo potrebbe causare infezioni molto serie dovute alla polvere ed ai detriti. Un altro metodo per evitare le infezioni batteriche è indubbiamente mantenere il proprio cucciolo il più pulito possibile. Accertarvi che non abbia detriti o polvere in volto, pulitegli le zampe prima di entrare in casa e lavatelo con una certa frequenza. Se avete un cane a pelo lungo o uno di quei cani che ha un mantello talmente lungo tanto da coprire anche gli occhi, accertatevi di tenere il pelo del cane della lunghezza giusta in questi punti più sensibili.

Se seguirete questi piccoli consigli sarete sicuramente in grado di ridurre notevolmente la possibilità che il vostro cucciolo contragga un'infezione oculare, lo manterrete felice ed in buona salute ed eviterete l'ennesima visita dal veterinario, risparmiando anche qualche soldino.

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 3 persone con una media di 4.7 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty