Mortalità neonatale in cuccioli: cause e consigli utili

Scritto da nella categoria Cani
Mortalità neonatale in cuccioli: cause e consigli utili

Un cucciolo viene detto nato morto quando è già privo di vita al momento del parto. Se hai aspettato ansiosamente la figliata della tua cagna o ti stai prendendo cura di una cagna che sta partorendo, potresti rimanere turbato nello scoprire che uno o più cuccioli sono nati morti, anche se il resto della figliata è in salute.

Quando un cucciolo nasce morto, il decesso potrebbe essere avvenuto nel ventre o durante il parto stesso soprattutto se questo è stato molto lungo o difficoltoso e si può capire approssimativamente quando è morto il cucciolo basandosi sul suo sviluppo e su quanto assomiglia in taglia e aspetto ai cuccioli nati vivi.

Se il travaglio della tua cagna è stato lungo e problematico, c'è una possibilità che il cucciolo in questione sia morto solamente poco prima della nascita, e c'è una chance, per quanto ridotta, di riuscire a rianimarlo e a riattivare il suo cuore usando un delicato massaggio cardiaco e, se questo funziona, inviandogli fiato ai polmoni attraverso il naso e la bocca. Le possibilità di successo sono tuttavia scarse, e la maggior parte dei cuccioli nati morti non riuscirà ad essere rianimato.

I cuccioli nati morti non sono comuni nelle figliate dei cani in salute e quando tutto fila liscio durante il parto -- ma è comunque importante rendersi conto che sono una possibilità, qualcosa che si potrebbe dover affrontare se si fa riprodurre il proprio cane o si aiuta a far nascere una cucciolata.

A meno di chiedere al tuo veterinario di eseguire un'autopsia sul cucciolo e di fare dei test alla cagna, potresti non scoprire mai perché un cucciolo è nato morto. Tuttavia, comprendere alcuni dei fattori che possono portare alla morte del feto può aiutarti a fare tutto il possibile per evitarla, ed è di questo che ci occuperemo in questo articolo.

Continua a leggere per scoprire alcune delle cause più frequenti della nascita di un cucciolo nato morto:

Infezioni sessualmente trasmissibili

Le infezioni sessualmente trasmissibili possono colpire i cani proprio come gli esseri umani e spesso, pur non mostrando nessun sintomo nei cani adulti, possono avere effetti acuti sulla vitalità e sulla salute di una cucciolata. Prima di far accoppiare due cani è importante farli testare entrambi per la presenza di malattie sessualmente trasmissibili come la brucellosi, in modo da assicurarsi che i genitori godano di buona salute e non siano portatori di una malattia che potrebbe compromettere la figliata.

La brucellosi è la malattia sessualmente trasmissibile più comune tra i cani, e la maggior parte degli animali che ne sono affetti sta bene e non mostra sintomi che possano indicare la presenza di un problema; tuttavia la brucellosi e altre malattie sessualmente trasmissibili canine sono tra le più comuni cause dei cuccioli nati morti e di quelli riassorbiti in utero, nonché la principale causa di aborti tardivi.

Sfortunatamente, la brucellosi non può essere curata nei cani, e quindi un cane infettato non dovrebbe essere impiegato nella riproduzione.

Problemi durante il parto

I cani hanno partorito per conto proprio per millenni senza il bisogno di assistenza o intervento da parte dell'uomo, e la maggior parte delle nascite avverrà senza intoppi, indipendentemente dalla tua presenza! Tuttavia possono sempre verificarsi problemi durante il parto: un cucciolo più grande che rimane incastrato nel canale uterino, uno posizionato nel verso sbagliato, e varie altre problematiche.

In più, a causa dell'incrocio selettivo mirato ad aumentare ed esagerare i tratti fisici di alcune razze, certe razze di cane sono raramente in grado di partorire la propria cucciolata in modo naturale, e necessitano nella maggior parte dei casi di taglio cesareo, ad esempio il bulldog francese ne ha bisogno per il 75-80% delle cucciolate.

Se sembra che la madre stia impiegando molto tempo a partorire, sia in difficoltà, o che qualcosa stia andando storto (e ovviamente nel caso di razze che hanno normalmente bisogno di assistenza nel parto) aspettare troppo a lungo per intervenire o chiamare il veterinario può compromettere la salute sia della cucciolata che della madre, e aumenta molto il rischio che un cucciolo o addirittura l'intera figliata nascano morti.

Malattie ereditarie

Il numero di malattie ereditarie presenti nei cani è piuttosto alto; la maggior parte di esse sono specifiche di certe razze a causa della scarsa diversità genetica presente nel pool genetico delle razze selezionate dei cani con pedigree.

Eseguire controlli per le malattie ereditarie prima dell'incrocio può aiutare ad accertarsi che vengano fatti accoppiare soltanto cani in salute, ma anche quando la cucciolata presenta certe malattie ereditarie o congenite il parto avviene spesso senza intoppi.

Tuttavia, alcune condizioni ereditarie possono portare all'aborto spontaneo durante la gravidanza e/o alla morte del cucciolo nelle ultime settimane di gestazione o al momento della nascita. Testare le condizioni di salute dei cani e fare incrociare solo quelli senza problemi è quindi, ancora una volta, importante.

Una madre malata o altrimenti inadatta

Madre con cuccioli

Per avere buone possibilità di produrre una figliata in salute, la madre stessa deve essere sana, felice, e di età appropriata a riprodursi. Fare figliare una madre che è troppo giovane o troppo vecchia, non in forma fisica, malata o non nutrita in modo adeguato alla gravidanza aumenta il rischio di avere cuccioli nati morti, oltre ad altri numerosi problemi.

Stress durante la gravidanza

Una madre che è stressata e ansiosa durante la maggior parte della gravidanza ha più probabilità di abortire nelle prime settimane, ma lo stress, la paura o un grave spavento possono portare all'aborto o alla morte del cucciolo in utero o al momento della nascita.

Certi tipi di medicine e integratori assunti durante la gravidanza

Infine, alcuni tipi di medicine veterinarie, da banco e addirittura rimedi e integratori naturali possono causare problemi quali difetti, aborti e morti alla nascita, ed è quindi importante non dare mai alla propria cagna medicine o integratori se è gravida o se si sta progettando di farla riprodurre, a meno che non sia stato consigliato dal proprio veterinario dopo aver discusso con lui la situazione.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 2 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty