Le 6 malattie della pelle più comuni nei cani (e come gestirle)

Scritto da nella categoria Cani
Le 6 malattie della pelle più comuni nei cani (e come gestirle)

Esiste una serie di patologie che possono colpire la pelle del vostro cane. Se ne avete uno, è importante imparare quali sono, la gravità e come curarle. La maggior parte dei disturbi cutanei è di lieve entità ma possono provocare molto disagio al vostro animale domestico se non vengono trattati. Alcune malattie cutanee possono anche generare altre infezioni se non ve ne occupate subito.

È semplice, la salute del vostro compagno peloso inizia dalla pelle. L'organo più grande del suo corpo, la pelle, non solo protegge gli organi interni, muscoli e ossa ma lo aiuta a regolare la temperatura corporea, lo sapevate?

Esamineremo 6 patologie cutanee che possono colpire il vostro canino, vi spiegheremo come individuarle e come procedere. È vostra responsabilità osservare il vostro cagnolino quotidianamente in modo che sappiate capire qual è il suo comportamento "normale".

Se notate che si gratta più del normale o si morde qualche parte del corpo, potrebbe soffrire di un disturbo cutaneo. In base al tipo di malattia che lo colpisce, ci devono essere per forza altri sintomi evidenti. Diamo un'occhiata alle patologie cutanee canine più comuni e ai loro sintomi.

1 Dermatite atopica

Si tratta di un'infezione infiammatoria cronica che colpisce la pelle del cane, spesso causata da allergeni ambientali, per esempio polline, sostanze detergenti e muffe. Tale malattia si manifesta su muso, orecchie, ascelle, parte bassa di gambe e zampe e si aggrava sempre più se non si cura. La dermatite atopica potrebbe iniziare con un prurito qui e là, fino a sfociare nel suo strofinamento continuo.

Sintomi

Rimedi casalinghi

  • Aceto di mele: unite una parte di aceto di mele ad una di acqua in un contenitore spray sterile e applicatela nei punti affetti per alleviare il prurito e stimolare la guarigione. Se il cane presenta pelle viva, è meglio usare una soluzione più leggera, perché questa potrebbe bruciare.

  • Purificatore dell'aria: un ottimo modo per sbarazzarsi di sostanze ambientali inquinanti come la polvere consiste nel tenere acceso un purificatore nella stanza maggiormente frequentata dal cagnolino. Molti padroni si affidano ciecamente a questa soluzione, dichiarando che la qualità della vita del cucciolo e la sua salute cutanea migliorano sorprendentemente.

  • Cura medica: visto che si tratta di un disturbo allergico, vengono eseguiti esami del sangue e di campioni di tessuto per determinare quale allergene lo stia causando. A volte il veterinario potrebbe consigliarvi una visita da un dermatologo canino specialista per individuare la fonte e scegliere un efficace piano di trattamento.

Opzioni di cura veterinaria

  • Terapia di iposensibilizzazione
  • Corticosteroide
  • Antistaminici
  • Immunosoppressore
  • Unguenti topici

2 Pemfigo

Si tratta di un gruppo di quattro malattie cutanee autoimmuni che provocano rogna, formazione di croste e cisti ripiene di fluido sulla pelle del cane. Sono comuni le infezioni batteriche generate dalle piaghe aperte, così come lo sono febbre e depressione. Ogni varietà del pemfigo canino ha effetti e sintomi diversi.

Analizziamole una per una:

  • Vegetante: caratterizzato da gruppi di cisti che si uniscono per formare una grande ferita colante.

  • Foliaceo: solitamente tale variante di pemfigo colpisce testa, orecchie e cuscinetti delle zampe. Tra i sintomi vi sono rogna, formazione di croste sulla pelle, ferite colanti e crescita eccessiva dei cuscinetti delle zampe che assumono un aspetto screpolato. Quando vengono colpite le zampe, potete aspettarvi che il cucciolo soffra di zoppia leggera o grave, febbre e gonfiore dei linfonodi.

  • Eritematoso: presentando sintomi simili a quello foliaceo, il modo migliore per differenziarli è guardare il colore delle labbra del cane. Se stanno diventando pallide o blu, è probabile si tratti di questo tipo.

  • Volgare: è l'ultimo e purtroppo più pericoloso tipo di pemfigo. È probabile si formino vesciche e ulcere profonde su tutto il corpo. Le ulcere in bocca costituiscono un problema enorme di tale disturbo, in quanto il dolore può impedire al cucciolo di mangiare, causando l'anoressia che indebolisce le future risposte immunitarie del corpo.

Rimedi casalinghi

Gestire i sintomi di tali malattie cutanee canine e mettere l'amico peloso a proprio agio rappresentano le cose principali che potete fare per lui. In presenza di patologie autoimmuni si sono dimostrati utili anche cambiamenti della dieta e più attenzione nella scelta del cibo, alleviando i sintomi.

Opzioni di cura veterinaria

In ogni sua variante, cosa valida in tutti i disturbi autoimmuni, il corpo reagisce ai tessuti sani come fossero una minaccia. Il veterinario condurrà un'analisi della pelle per verificare non ci siano altre cause dei sintomi e, una volta fatta una diagnosi positiva, la cura può iniziare.

Il trattamento standard per cani affetti da pemfigo è una terapia steroidea: nei casi più gravi, il compagno peloso necessiterà di essere ricoverato per un periodo di tempo per tenere sotto controllo i sintomi. La terapia corticosteroidea costituisce un'altra opzione per curare queste malattie cutanee e richiede che il cucciolo passi ad una dieta a basso contenuto di grassi, a causa della tendenza dei medicinali di aumentare il rischio di pancreatite.

3 Dermatite pio-traumatica

Tale lieve ma fastidiosa irritazione cutanea è paragonabile agli sfoghi che abbiamo d'estate. Conosciuta anche come piaghe estive o dermatite umida, è spesso causata dal continuo masticare o leccare una zona, il che provoca un'infezione batterica.

Tutti i cani hanno batteri sani che vivono sulla loro pelle, ma quando perforano la superficie cutanea, anche solo con un piccolo taglio, quei normali batteri si fanno strada nel corpo del cagnolino, provocando un'infezione che può creare piaghe colanti. Di solito ciò avviene in climi umidi o quando il cucciolo è stato in acqua a causa dell'abbondanza di batteri. È molto più comune in cani con pellicce spesse come Border Collie, Labrador, Pastore Tedesco e Golden Retriever.

Sintomi

L'aspetto della pelle è il primo sintomo! Quando notate una protuberanza in rilevo o colante sulla pelle del vostro amico a quattro zampe, è meglio portarlo dal veterinario immediatamente, prima che la situazione peggiori.

Rimedi casalinghi

Il modo migliore per farlo guarire ed evitare persino il contagio è mantenere il pelo del vostro cagnolino ben curato e tosato. Ciò è particolarmente valido se vivete in un ambiente caldo o umido.

Mentre il vostro migliore amico guarisce dal disturbo, potete lavare gentilmente la zona colpita con uno shampoo non forte e tamponarla. Molti veterinari consigliano che il cane indossi un collare a cono durante il trattamento iniziale, per evitare che la ferita si riapra.

Igienizza e pulisce il pelo del tuo animale
36 Recensioni
Shampoo Purificante Neem, Tea Tree e Lavanda per Cani
Alta disponibilità
Questo shampoo purificante al Neem Tea Tree e Lavanda è un igienizzante e anti-odore adatto a tutti i tipi di manto. Grazie alla preziosa formula a base di tensioattivi vegetali ed estratti naturali, lo shampoo purificante a pH 7 deterge a fondo il manto del nostro cane rispettando la sua cute e la natura. Arricchito con gli oli essenziali di Tea Tree e olio di Neem dalle note proprietà ...

Opzioni di cura veterinaria

La migliore cura per questa patologia è pulire la zona e applicare un unguento topico. In base alla gravità dell'infezione, il veterinario potrebbe prescrivere un medicinale da assumere per via orale.

4 Rogna sarcoptica

La rogna sarcoptica, conosciuta anche come scabbia canina, è causata dall'acaro sarcoptico che si stabilisce sul vostro cucciolo. Si tratta di una malattia comune e altamente contagiosa a canini e persone. È consigliabile tenere il cagnolino in quarantena quando si cura.

Il vostro cane la può prendere facilmente in un canile, al parco o perfino alla clinica veterinaria del posto. La patologia impiega circa sei settimane dopo il contagio per manifestare i sintomi.

L'acaro sarcoptico, o acaro della scabbia, scava nella pelle del vostro compagno peloso e ciò gli causa irritazione e prurito. Contrariamente a quel che si crede, l'acaro di per sé non provoca la perdita di pelo; è piuttosto il grattarsi del cane a causarla, nel tentativo di alleviare il fastidio.

Sintomi

  • Prurito eccessivo della pelle
  • Sanguinamento della pelle
  • Formazione di croste sulla pelle
  • Perdita di pelo
  • Sfogo in rilievo

Rimedi casalinghi

Conviene usare uno shampoo scabicida almeno una volta a settimana finché ogni segnale di acaro non sia sparito e il veterinario non vi abbia dato il via libera. Visto che il disturbo è altamente contagioso per noi, vale la pena acquistare uno shampoo anti-scabbia anche per voi!

Opzioni di cura veterinaria

La cura della rogna sarcoptica è di per sé abbastanza semplice. Solitamente si fa un bagno scabicida al cane che uccide tutti gli acari vivi sul corpo. Da notare come questo non uccida le uova, il che spiega come nella maggior parte dei casi sia necessario un bagno settimanale. I problemi secondari circa possibili infezioni della pelle verranno trattati con unguenti topici, e ciò potrebbe anche includere steroidi.

5 Rogna demodettica

La rogna demodettica, a differenza di quella sarcoptica, è causata dalla sovrappopolazione degli acari Demodex che vivono normalmente sul cane senza alcun problema. Tale tipo di rogna si verifica in presenza di cani con un sistema immunitario indebolito, inclusi cagnolini malati o anziani.

Sintomi

Tra i sintomi della patologia vi sono:

  • Ferite sul corpo
  • Prurito eccessivo
  • Perdita di pelo

Rimedi casalinghi

Alleviare l'irritazione è uno dei metodi migliori per aiutare il vostro cucciolo a guarire. Potete cominciare facendogli fare regolarmente un bagno con un sapone neutro e applicare del gel all'aloe vera nelle zone colpite. È importante usare un collare a cono dopo l'applicazione per evitare che si lecchi, cosa che potrebbe causare danni ancor più gravi.

Favorisce la guarigione della cute lesa o infiammata.
7 Recensioni
Nalia - Aloe Vera Spray con Citronella
Solo 2 disponibili: affrettati!
Spray alla citronella e aloe vera favorisce la guarigione della cute lesa o infiammata, e sulle ferite difficili da pulire, può agire come disinfettante e accelerare il processo di rimarginazione Può essere utile in caso di: pulci, rogna e parassitosi dovuta all'acaro della scabbia. Le proprietà della Citronella In aggiunta alle già ben note caratteristiche dell'Aloe questo prodotto contiene gli ...

Cura medica

Nella maggior parte dei casi, il problema scomparirà da solo. Ma in alcuni un bagno al polisolfuro di calcio può aiutare, per controllare la popolazione del Demodex.

6 Scottature

Tale pericolosa malattia viene spesso sottovalutata nei nostri animali domestici. Sebbene noi ci ricordiamo sempre di spalmarci la crema protettiva, spesso si dimentica di tutelare il nostro amico a quattro zampe. Le zone più comunemente colpite da scottature sono il muso e le orecchie e i cani a pelo corto ne sono più soggetti su tutto il corpo.

Sintomi

  • Arrossamento della pelle
  • Spellamento della pelle
  • Dolorose vesciche

Rimedi casalinghi

La miglior cura è la prevenzione, ma sapevate che non potete assolutamente usare le nostre creme protettive sugli animali? L'ossido di zinco, ingrediente tipico in molte creme solari, può avere effetti gravissimi e perfino mortali, se ingerito dal cagnolino.

In polvere ad uso cosmetico
22 Recensioni
Ossido di Zinco
Alta disponibilità
Ideale per la preparazione di creme per il viso e per il corpo. L'ossido di zinco micronizzato ha anche una funzione antisettica ed è utile per la pelle del bambino o in tutti i casi di pelle lacerata. Proprietà Antibatterico, protettore anti-UVA-UVB Modalità di utilizzo: Attivo cosmetico ad effetto barriera e antibatterico, si utilizza nella preparazione di creme per pelli irritate ed esposte a ...

Ma non preoccupatevi, esistono opzioni a prova di cane che potete acquistare in molti negozi per animali e online. Se non trovate una soluzione del tipo, a volte potete provare una crema per bambini, ma assicuratevi che non sia profumata e non contenga ossido di zinco.

Opzioni di cura veterinaria

Per alleviare il dolore, è probabile che il veterinario applichi delle compresse fredde sulla pelle colpita e del cortisone per ridurre l'infiammazione. Per prevenirle, potrebbe anche prescrivere un unguento antibatterico.

Se il vostro cucciolo sviluppa un'infezione dopo essersi scottato, potete richiedere al veterinario degli antibiotici, i quali dovrebbero risolverla in poco tempo.

Conclusioni

Se il vostro cane presenta segnali di malattie cutanee, è importante consultare il veterinario immediatamente. Non solo è probabile che una cura immediata della patologia cutanea gli risparmi molto dolore, ma vi consentirà anche di risparmiare grosse quantità di denaro dal veterinario!

Una volta diagnosticato il disturbo cutaneo, il resto è praticamente aspettare che la pelle guarisca, grazie ad una cura che solitamente prevede dei bagni regolari e applicazione di pomate. Assicuratevi di seguire le istruzioni del veterinario alla lettera e di non saltare alcun trattamento se possibile.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 1 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty