Come bilanciare calcio e fosforo in una dieta BARF per cani

Scritto da dott. Marco Costa nella categoria Cani
Come bilanciare calcio e fosforo in una dieta BARF per cani

Avete come la sensazione di dover prendere una laurea per dare cibo crudo al vostro cane?

Uno dei motivi per cui le persone smettono di nutrirli con una dieta BARF è perché si pensa che crearla e bilanciarla sia una scienza esatta. Hanno paura debba essere fatta in un laboratorio.

Non è assolutamente vero!

Se siete preoccupati nell'effettuare questo cambio, continuate a leggere perché è più facile di quello che si pensa!

Ci sono alcuni criteri che dovete seguire per apportare il giusto bilanciamento di vitamine e minerali, soprattutto calcio e fosforo... ma potete farcela!

Fosforo

La carne ha un alto contenuto di fosforo ma non di calcio e la sua funzione è quella di formare ossa e denti, giocando un ruolo importante nell'uso che il corpo fa di carboidrati e grassi. Il fosforo aiuta a:

  • sintetizzare le proteine della crescita, per la manutenzione e riparazione di cellule e tessuti
  • produrre ATP, una molecola che il corpo usa per conservare energia
  • dare sostentamento alla vitamina B
  • contrarre i muscoli
  • far funzionare i reni
  • possedere un battito cardiaco regolare
  • la conduzione nervosa

Calcio

Nelle ossa sono presenti alte quantità di calcio e fosforo. Il ruolo del calcio va ben oltre la mineralizzazione delle ossa.

Il calcio è essenziale per le funzioni neuromuscolari, cardiovascolari, immunitarie ed endocrine. Vitale per la coagulazione del sangue, forma la struttura scheletrica o citoscheletro in ogni cellula che dipende proprio dal calcio per supportare le funzioni enzimatiche, le segnalazioni corporali e per mantenere la stabilità nelle membrane cellulari.

Questione di bilanciamento

I cani hanno bisogno di bilanciare la quantità di calcio e fosforo nella loro dieta giornaliera. Il rapporto tra i due dovrebbe essere di 1:1, ma con un pochino più di calcio che fosforo. Davvero importante nei cani giovani e che stanno crescendo poiché hanno bisogno di apportare nella loro dieta una scorta sufficiente di ossa polpose (ricoperte da carne cruda). Esse infatti forniscono una bella quantità di calcio e fosforo ma ne parleremo meglio più avanti.

Nutrirli con carne dei muscoli biologica è fondamentale ma dovete sapere che una dieta solo di carne cruda non è abbastanza visto che apporterebbe molto fosforo e poco calcio. Sarebbe inadeguata per i cuccioli che potrebbero sviluppare problemi alle ossa. La deficienza di calcio causa inoltre la demineralizzazione dello scheletro soprattutto nelle vertebre e nel bacino. Un eccesso di calcio invece potrebbe interferire con la normale crescita e la mineralizzazione delle ossa, questo si nota soprattutto nei cani di razza grande sotto l'anno di età. Potrebbero soffrire di malattie ossee dello sviluppo come la osteocondrosi (crescita anormale delle ossa).

Bilanciare il calcio: proporzione con il fosforo

Potrebbe sembrarvi poco incoraggiante il calcolo della proporzione tra calcio e fosforo in una dieta cruda preparata in casa, in realtà non è per niente complicato!

Un equilibrio biologico approssimativo si ottiene se la carne non è la componente principale di una dieta. Questo lavoro spetta alle ossa polpose. Infatti quando i cuccioli le mangiano, se la proporzione tra carne ed ossa è di 1:1, il bilanciamento di calcio-fosforo è quello adatto per la mineralizzazione e formazione delle ossa.

I cani adulti hanno bisogno di meno calcio, perciò se lo state nutrendo con una dieta BARF comprensiva di ossa polpose, stanno assorbendo tutto il calcio che gli serve. Se è in eccesso quello in più rimarrà nel loro intestino. In generale bilanciare calcio e fosforo non è così difficile, le ossa polpose infatti soddisfano questa richiesta. Ogni cibo contenente ossa al 10% è sufficiente, anche se è necessario non eccedere del 25% poiché i cani necessitano di altri nutrienti.

Contenuto osseo nelle carni crude

Quando cercate le ossa per la dieta del vostro cane, è importante conoscerne la loro quantità approssimativa nel cibo. Qui vi proponiamo una piccola guida per aiutarvi a tenere il contenuto di ossa nella dieta dell'animale nel giusto limite: tra 10% e 25%.

Pollo

  • Pollo intero (senza testa e zampe): 25%
  • Coscia intera: 30%
  • Petto: 20%
  • Coscia: 15%
  • Gamba: 30%
  • Ala: 45%
  • Collo: 36%
  • Schiena: 45%
  • Zampe: 60%
  • Testa: 75%

Tacchino

  • Tacchino intero: 21%
  • Coscia: 21%
  • Gamba: 20%
  • Ala: 37%
  • Collo: 42%
  • Schiena: 41%

Anatra

  • Anatra intera: 28%
  • Collo: 50%
  • Zampe: 60%

Maiale

  • Zampe: 30%
  • Coda: 30%
  • Costolette: 30%
  • Costolette country style: 21%

Mucca

  • Costolette: 52%
  • Coda di bue: dal 45% al 65% (la percentuale sale se la coda è sottile e ha meno carne)

Coniglio

  • Coniglio intero (comprensivo di pelliccia): 10%
  • Intero (senza pelliccia): 28%

Agnello

  • Costolette: 27%
  • Scapola: 24%
  • Spalla intera (braccio e spalla): 21%

Uccelli da selvaggina

  • Quaglia: 10%
  • Faraona: 17%
  • Piccione: 23%
  • Anatra selvatica: 38%
  • Fagiano: 14%
  • Pollastrella selvatica: 39%

Mettere tutto insieme

Come avete visto bilanciare calcio e fosforo è piuttosto facile, e lo è ancora di più con questa guida! Per essere sicuri che la dieta del vostro cane comprenda tra il 10% e il 25% di ossa, fategli mangiare ossa polpose tra il 25% e il 60% come indicato sopra.

Iniziamo con della semplice matematica. Avete comprato delle belle costolette di agnello dal macellaio e sapete che il loro contenuto osseo è del 27%. Immaginate di dare per colazione al vostro cane circa 500 gr. di carne senza osso e delle interiora, mentre per cena gli offrirete circa 500 gr. di costolette di agnello. Gli avrete fatto mangiare il 14% di ossa e qui entra in gioco l'aritmetica. Si è nutrito in tutto con 1 kg di cibo e la metà erano costolette di agnello che sono composte dal 27% di ossa. La metà di 27% è 13,5%, ma invece di focalizzarci sui numeri decimali possiamo tranquillamente arrotondare al 14%, che ha assorbito in una giornata.

Un altro esempio

Diciamo che il vostro cane pesi all'incirca 28 kg. Normalmente dovrete nutrirlo tra il 2% e il 3% di cibo crudo rispetto al suo peso. Se prendiamo come riferimento il 2,5%, l'animale dovrebbe mangiare 700 gr circa di cibo al giorno. Diciamo che gli offrite circa 250 gr di costolette di agnello e circa 450 gr di interiora, dovrete dividere la quantità di ossa per 3, dato che un terzo del suo cibo per quel giorno sono le costolette, vedrete che sta mangiando il 9% di ossa. Non è abbastanza!

Aumentiamo le costolette al 40%, che sarebbero all'incirca 300 gr. Ora il 40% non è così facile da calcolare come una metà o un terzo. Prendete allora il 40% del 27% (moltiplicate 27 per 0.4) e vedrete che il vostro cane starà mangiando l'11% di ossa. Non male! Adesso siete a conoscenza della quantità di ossa di cui ha bisogno. Tutto ciò che dovrete includere è il 15% di interiora e della carne senza ossa.

Ve l'ho detto che era facile!

Alcuni suggerimenti in più

  1. I contenuti delle ossa che trovate in questa lista sono approssimativi. Ma è tutto ciò che vi serve per offrire una dieta BARF sana e sicura al vostro cane.

  2. Evitate le carni del supermercato che spesso vengono trattate con sbiancanti o caricate con sale.

  3. Assicuratevi di dare al vostro cane la misura giusta di ossa per la sua taglia. Evitate pezzi che potrebbero rivelarsi pericolosi a livello di soffocamento.

Smettete di preoccuparvi! Se il vostro cane mangia cibi crudi biologici giusti è difficile che avrà problemi di salute anzi la sua energia e le sue condizioni saranno migliori con questo tipo di dieta!

Marco Costa
dott. Marco Costa

Marco Costa si è laureato alla facoltà UAB Barcelona, conseguendo con lode una laurea in scienze veterinarie. Ha lavorato nella pratica di piccoli animali ed equini per alcuni anni, prima di scegliere di concentrarsi esclusivamente sugli animali da compagnia. Ha sviluppato un interesse speciale per la medicina interna e l'oftalmologia.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 9 persone con una media di 4.7 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty