Cosa dare (e cosa non dare) da mangiare ad un cane diabetico

Scritto da nella categoria Cani
Cosa dare (e cosa non dare) da mangiare ad un cane diabetico

La diagnosi di diabete nei cani è alquanto comune al giorno d'oggi rispetto al passato. È stato stimato che circa 1 cane su 100 presenta diabete mellito dopo i 12 anni di vita. Prendersi cura di un cane diabetico può essere alquanto impegnativo, stressante e costoso, ma con la giusta dieta, è comunque possibile tenere sotto controllo questa patologia. Pertanto quale dieta dovrebbe seguire un cane affetto da diabete, e cosa più importante, cosa si deve escludere da tale dieta onde evitare ulteriori complicazioni?

La soluzione più efficace per trattare il diabete e mettere a punto una dieta adatta ad un cane affetto da tale patologia comprende tre punti fondamentali: cibi ricchi di fibre, pasti con un contenuto medio di carboidrati e restrizione calorica.

Questo in associazione ad una certa attività fisica quotidiana e dopo aver sterilizzato o castrato il proprio amico a quattro zampe non potrà che dare ottimi risultati.

Questo articolo non si concentrerà sul diabete nei cani in tutte le sue sfaccettature, entrando anche nello specifico, ma più che altro vi fornirà informazioni in merito ai cibi ideali per un cane diabetico e come migliorare le condizioni di salute del vostro amico a quattro zampe, correggendo anche certi sintomi, con una dieta studiata ad oc per lui.

Cos'è il diabete?

Il diabete mellito, o più semplicemente diabete, è una patologia che si presenta quando l'organismo non è più in grado di utilizzare il glucosio come dovrebbe. Il pancreas non è in grado di produrre abbastanza insulina per poter convertire il cibo in energia, oppure le cellule dell'organismo non sono in grado di utilizzare l'insulina in modo corretto. Il primo stadio è noto con il nome di diabete di Tipo I negli esseri umani, ed è l'unico tipo di diabete che si può presentare nei cani (Fleeman et al. 2001).

Una diagnosi precoce e tempestiva è molto importante nei cani, pertanto se notate che il vostro amico a quattro zampe ha veramente molta sete, perde peso o urina molto più spesso, portatelo immediatamente dal veterinario. Il vostro veterinario vi aiuterà a scrivere una dieta pensata appositamente per il vostro cane e vi spiegherà quali sono i prodotti ed i cibi migliori che gli potete dare per alleviare i sintomi del diabete.

Anche se la causa esatta del diabete è sconosciuta, ci sono comunque alcuni fattori che potrebbero portare al diabete nei cani come ad esempio l’ereditarietà, patologie auto-immuni, obesità e pancreatiti croniche (Rand et al. 2004). I cani di sesso femminile presentano un rischio maggiore di contrarre tale patologia soprattutto in età avanzata. Alcune razze inoltre sono più a rischio di altre come ad esempio l'Australian Terrier, lo Schnauzer, i Barboni ed i Bassotti.

Cosa si può dare da mangiare ad un cane diabetico per trattare e cercare di risolvere questo problema? Sfortunatamente il diabete nei cani non può essere curato del tutto; tuttavia, con le dovute cure ed accortezze e la giusta dieta il vostro cucciolo potrà comunque avere una vita normale, serena e felice oltre che sana. Diversi studi hanno dimostrato che conoscere quali sono i piatti migliori, da includere nella dieta di un cane diabetico, e quali sono quelli da evitare può aiutare moltissimo a tenere sotto controllo questa patologia (Hess et al. 2013).

Diabete e dieta del cane

Le basi di una dieta per un cane affetto da diabete

Il vostro veterinario dovrebbe sempre essere il vostro punto di riferimento, in quanto un cane affetto da diabete necessita di iniezioni di insulina quotidiane in grado di aiutarlo a regolare i livelli di glucosio nel sangue. Il veterinario vi elencherà inoltre i cibi e gli ingredienti che dovrete evitare e vi spiegherà come mettere a punto una dieta ideale per il vostro amico diabetico e che sarà parte integrante della cura a questa patologia. Ecco tutto ciò che dovreste sapere in merito a questo tipo di dieta.

Linee guida per la dieta

I cani affetti da diabete devono mantenersi in forma. Dovrete assicurarvi che il vostro cane non sia in sovrappeso, ma se questo fosse il caso dovrete fare in modo che perda i chili in eccesso accumulati in quanto ciò migliorerà le sue condizioni di salute ed aiuterà le cellule dell'organismo ad utilizzare in modo corretto l'insulina. Questo risultato può essere raggiunto grazie a del sano esercizio fisico, svolto quotidianamente, e ad una dieta a basso contenuto calorico (Cook et al. 2012).

Sia voi che il vostro veterinario potrete stabilire il corretto apporto calorico quotidiano che la dieta del vostro amico a quattro zampe dovrà fornire in base al suo livello di attività fisica, alla sua età e al suo peso corporeo. È importante rispettare rigorosamente tale valore. Anche l'orario dei pasti ha importanza non indifferente quando ci si deve prendere cura di un soggetto diabetico. Nella maggior parte dei casi la soluzione migliore è dare da mangiare al proprio cane 2-3 volte al giorno. La dieta del vostro cane dove fornire il corretto apporto di carboidrati e presentare un perfetto equilibrio tra proteine, grassi e carboidrati così da non causare drastiche variazioni dei livelli di glucosio nel sangue.

I prodotti per cani affetti da diabete presenti in commercio possono andare bene nella maggior parte dei casi, ma ci sono anche moltissimi alimenti realizzati con ingredienti di bassa qualità e ad alto contenuto di zuccheri. Questi prodotti dovrebbero essere evitati e si dovrebbero utilizzare solo alimenti pensati appositamente per animali affetti da diabete. I prodotti per cani che richiedono una prescrizione medica possono essere alquanto costosi. Per fortuna è possibile preparare direttamente in casa dei piatti deliziosi ideali per cani affetti da diabete.

È fondamentale che il vostro cane consumi i vari pasti con una certa regolarità a causa delle iniezioni di insulina. Il fatto che non mangi a sufficienza potrebbe essere dovuto al fatto che non gradisce particolarmente ciò che avete preparato o acquistato per lui o alla presenza di un qualche problema di salute associato a tale comportamento. Potrebbe essere anche un segnale della presenza di eventuali complicazioni e/o problemi dovuti al diabete. Potrete sempre cercare di attirare l'attenzione del vostro cane invogliandolo ad assaggiare ciò che c'è nella sua ciotola: provate ad aggiungere un cucchiaino di cibo umido al suo classico pasto, mischiando tra loro alimenti sempre a basso contenuto calorico e di carboidrati, o aggiungete un po' di brodo di pollo alle sue crocchette preferite.

Nonostante gli studi fatti non è ancora ben chiaro quale sia il profilo nutrizionale ideale a cui attenersi in caso di diabete e quale sia la dieta migliore da far seguire al proprio cane. Tuttavia, sulla base di studi recenti, la maggior parte dei veterinari raccomandano una dieta a basso contenuto di grassi, medio contenuti di carboidrati e proteine ed alto contenuto di fibre. Una dieta di questo tipo aiuterà il vostro cane a mantenersi in buona salute ed impedirà al glucosio di entrare troppo velocemente in circolo. Dovrete inoltre assicurarvi che il vostro amico a quattro zampe beva in abbondanza quando sta seguendo questa dieta ad alto contenuto di fibre.

Sostanze nutritive importanti

Poiché non esiste una dieta, raccomandata dai veterinari, per cani diabetici adatta a tutti gli animali affetti da diabete mellito, la quantità di fibre e carboidrati dipenderà da diversi fattori, in particolar modo dal peso corporeo e dal livello di attività fisica svolto dal vostro amico a quattro zampe. Di seguito è riportato un elenco di macronutrienti che non possono mancare nella dieta del vostro cane e che lo aiuteranno a gestire ed a tenere meglio sotto controllo il diabete.

Proteine

Proteine

Come nella maggior parte delle patologie, anche nel caso del diabete mellito le fonti di proteine di alta qualità sono un punto chiave quando si vuole preparare del cibo fatto in casa o si vuole acquistare il giusto prodotto, umido o secco che sia, presente in commercio, per un cane diabetico. Manzo, pollo, tacchino e pesce sono delle ottime fonti di proteine. Scegliete delle ricette a basso contenuto di grassi e che tra gli ingredienti presentano carni magre quali carni rosse e petto di pollo ad esempio.

L'L-carnitina, un amminoacido essenziale presente in molte fonti di carne quali manzo ed agnello, può essere molto utile per tenere sotto controllo il diabete nei cani. Può migliorare il metabolismo dei grassi, proteggere i muscoli e aiutare a mantenere la massa muscolare magra. È meglio che i cani assumano questo amminoacido seguendo una dieta sana ed adatta alle loro esigenze piuttosto che mediante degli integratori così da renderne più efficiente l'assorbimento.

Carboidrati

Carboidrati

I carboidrati sono responsabili delle principali variazioni dei livelli di glucosio nel sangue dopo un pasto in quanto sono digeriti molto più velocemente di grassi e proteine, e causano picchi di zucchero nel sangue. Il consumo di carboidrati è direttamente legato all'orario dei pasti ed al dosaggio di insulina.

Le fonti ed i tipi di carboidrati non sono importanti (in quanto la maggior parte di loro causa comunque un significativo e rapido aumento dei livelli di glucosio nel sangue). Detto questo, andrebbero evitati carboidrati semplici ad alto indice glicemico (GI) in quanto causano rapidi aumenti dei livelli di glucosio; usate sempre alimenti completi e bilanciati e carboidrati a basso indice glicemico.

Quando dovete mettere a punto la dieta per il vostro amico a quattro zampe è essenziale prestare attenzione all'indice glicemico degli alimenti – questo infatti può aiutarvi a determinare l’effetto dei carboidrati sui livelli di zucchero nel sangue ed a stimare a grandi linee quanto un grammo di carboidrati (escluse le fibre) presente in certi prodotti può innalzare i livelli di glucosio nel sangue dopo la sua assunzione. Ci sono comunque tabelle e grafici che riportano gli indici glicemici globali e che potrete consultare in qualsiasi momento.

Prodotti a basso indice glicemico favoriscono il rilascio di glucosio nel sangue in modo lento e costante. Prodotti ad alto indice glicemico causano invece un rapido aumento dei livelli di glucosio nel sangue.

Alcuni ingredienti a basso indice glicemico che potrete utilizzare per preparare deliziosi manicaretti fatti in casa per il vostro amico a quattro zampe sono i cereali integrali, i legumi, la frutta e la verdura. Alimenti che presentano un indice glicemico nella media sono invece il riso integrale, le patate, le patate dolci ed il miele. Tra gli alimenti ad alto indice glicemico vi sono invece il pane bianco, il riso bianco e prodotti poco salutari ad elevato contenuto di carboidrati che comunque non dovreste mai dare al vostro cane.

Fibre

Fibre

Attualmente, gli studi fatti hanno dimostrato che le fibre possono essere l'elemento chiave in una dieta pensata per un soggetto affetto da diabete. Le fibre si trovano in diversi frutti e nella maggior parte delle verdure; favoriscono inoltre anche il processo digestivo. Le fibre rallentano lo svuotamento gastrico e la digestione dei carboidrati, il che a sua volta rallenta il rilascio di glucosio prevenendo così il rapido innalzamento dei livelli di zucchero nel sangue. Nella maggior parte dei casi è sufficiente una quantità moderata di fibre nella dieta di un cane affetto da diabete.

Grassi

Grassi

Parlando di grassi, il segreto è far seguire al proprio amico a quattro zampe una dieta a basso contenuto di grassi se soffre di diabete. Optate per cibi ricchi di acidi grassi Omega-3 o integrate i pasti preparati in casa per il vostro cane con dell'olio di pesce, in quanto possono aiutare a ridurre i livelli di colesterolo ed il rischio di infiammazione oltre a regolare e favorire il corretto funzionamento del sistema immunitario. Il pesce e l'olio di pesce sono le fonti primarie di questi acidi grassi.

Mettere a punto una dieta per un cane diabetico

Mettere a punto una dieta

Mettere a punto una dieta per un cane diabetico non è semplice all'inizio, ma ci sono alcune regole generali che potreste seguire. Una volta che vi sarete abituati ad usare sempre gli stessi ingredienti e prodotti, che avrete imparato quali sono i cibi che si possono dare al proprio cane e quali è meglio evitare, e che vi sarete abituati alle tempistiche di ogni pasto, diventerà presto tutto parte della vostra routine quotidiana e non vi sembrerà tutto un peso ed un gravoso impegno come era all'inizio.

Cosa dovrebbe esserci nella dieta di un cane affetto da diabete

Includete proteine di alta qualità nella dieta del vostro cane, possibilmente provenienti da carni magre e pesce. Agnello, manzo, pollo, tacchino e diversi tipi di pesce sono delle ottime fonti di proteine. Potrete aggiungere anche uova e alcuni prodotti caseari, come la ricotta a basso contenuto di grassi, nella dieta.

carne di agnello

Alcuni frutti e bacche, se assunti a piccole dosi, fanno molto bene in quanto ricchi di antiossidanti e fibre. Tuttavia sono anche ricchi di zuccheri naturali (e presentano un alto indice glicemico) per cui alzeranno facilmente i livelli di glucosio nel sangue, è pertanto opportuno farne un consumo moderato. Integratori probiotici e yogurt non dovrebbero mai mancare nella dieta del vostro amico a quattro zampe in quanto favoriscono una corretta digestione.

Le verdure a foglia verde sono l'ideale per i cani affetti da diabete in quanto ricche di fibre e povere di grassi, nonché a basso contenuto calorico. Verdure quali broccoli, sedano, cavoli ed asparagi possono venire integrate senza problemi nella dieta del vostro cane. Carote e patate dolci sono ottime per la digestione, ma devono essere assunte con moderazione in quanto contengono parecchi zuccheri (alto indice glicemico).

C'è chi raccomanda inoltre di aggiungere alla dieta del proprio cane diabetico anche del succo di pompelmo in quanto può aiutare a mantenere sotto controllo il peso corporeo, anche se ci sono pochissime prove a sostegno di questa tesi. Potrete aggiungerne un po’ direttamente all'acqua presente nella ciotola del vostro amico a quattro zampe oppure mescolarlo ad un semplice pasto. Lo stesso vale per la cannella che potrebbe o meno sostituire l'insulina nel sangue. Mettetene un pizzico nella ciotola del vostro cane assieme alla sua pappa.

Snack e ricompense dati tra un pasto e l'altro vanno benissimo basta che siano a basso contenuto di grassi e carboidrati. Dovreste evitare quegli snack presenti in commercio che riportano sull'etichetta la presenza di ingredienti quali sciroppo, fruttosio, maltosio o destrosio. I migliori snack e le migliori ricompense per un cane diabetico sono i bocconcini di carne disidratata fatti in casa. In alternativa potrete sempre dare al vostro amico a quattro zampe un po’ di zucca in scatola, basta non esagerare.

Cosa evitare nella dieta di un cane affetto da diabete

La maggior parte dei cibi pensati per il consumo da parte degli esseri umani e di ciò che vi resta nel piatto dopo un pasto, come cibo spazzatura e prodotti da forno, dovrebbero essere completamente evitati in quanto per lo più ricchi di zuccheri e di carboidrati ad alto indice glicemico. Se volete dare al vostro amico a quattro zampe qualche delizioso piatto cotto al forno, preparatelo voi stessi. Snack e ricompense fatti in casa vanno benissimo basta che non contengano ingredienti ad alto indice glicemico.

Se di solito permettete al vostro cane di fare merenda con alimenti pensati per il consumo da parte degli esseri umani ricordate sempre che cereali, pane bianco, cracker e prodotti simili vanno assolutamente evitati in quando possono portare ad elevati livelli di glucosio nel sangue. Evitate il mais e tutti i prodotti che lo contengono. Dovreste evitare anche il riso bianco o per lo meno limitarne il consumo da parte del vostro cane. Il riso integrale d'altra parte invece è un’ottima alternativa in quanto presenta un indice glicemico inferiore, anche se comunque relativamente alto e pertanto va consumato con moderazione.

La maggior parte dei prodotti in scatola potrebbero far male o non essere proprio adatti al vostro cane, a seconda del tipo di prodotto. Questo perché i cibi in scatola di solito contengono più carboidrati rispetto alle crocchette, pertanto è meglio evitarli se il proprio cane è diabetico e deve seguire una dieta pensata apposta per lui. In particolar modo è meglio evitare quei prodotti in scatola ricchi di ingredienti quali mais, glutine di mais e glutine di grano.

Dieta a base di cibi fatti in casa cibi fatti in casa ideali per un cane diabetico

cibi fatti in casa

I prodotti presenti in commercio e pensati per i cani affetti da diabete potrebbero essere sotto un certo punto di vista molto più convenienti, ma se si tratta di prodotti che richiedono una qualche prescrizione medica potrebbero anche essere alquanto costosi. Discutendo di tale argomento, cosa è meglio dare da mangiare ad un cane affetto da diabete e cosa è meglio evitare, con il vostro veterinario potreste essere in grado di mettere facilmente a punto una dieta pensata appositamente per il vostro amico a quattro zampe a base di piatti preparati direttamente nella vostra cucina.

Ricette per piatti fatti in casa pensate appositamente per cani affetti da diabete dovrebbero attenersi rigorosamente a quanto detto in precedenza su macronutrienti ed ingredienti specifici che non possono mancare nella dieta di un cane. Ci sono moltissime ricette pensate appositamente per cani affetti da questa particolare patologia e di seguito è riportato proprio un esempio di tali ricette, un piatto gustoso e facile da preparare da cui potreste iniziare.

Ricetta base per un pasto fatto in casa ideale per un cane diabetico

Questa ricetta è ottima in quanto è a basso contenuto di grassi e ricca di verdure a foglia verde.

Ingredienti

  • 3 Kg di carne di manzo magra
  • 1 broccolo fresco
  • 1 confezione di spinaci freschi (100 gr)
  • 2 tazze di sedano tritato
  • 3 tazze di segale
  • 4 tazze di riso integrale
  • 4,5 l di liquido (1/2 brodo e 1/2 acqua)

Preparazione

Far bollire la carne nel brodo, aggiungendovi anche l'acqua, per 20-30 minuti. Mescolare tra loro tutti gli altri ingredienti in una pentola e far cuocere a fuoco lento fino a che tutta l'acqua non evapora. Unire la carne e le verdure, aggiungendo anche il riso e la segale ancora caldi, far amalgamare bene il tutto.

Potete conservare gli avanzi in frigo in un contenitore ermetico. Potrete usare qualsiasi altra fonte di proteine al posto delle carne di manzo, come pollo o tacchino, oltre ad usare qualsiasi altro tipo di verdura.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 6 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty