L'epilessia nel cane è causata dal cibo?

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Cani
L'epilessia nel cane è causata dal cibo?

L'epilessia è un disturbo neurologico che provoca convulsioni derivanti da esplosioni anomale di attività elettrica nel cervello del cane. Come veterinario posso affermare che l'epilessia è un disturbo che siamo costretti ad affrontare quotidianamente durante la nostra attività.

Il tuo cane soffre a causa dell'epilessia? Devi sapere che ci sono prove scientifiche che dimostrano come il cibo per cani possa essere un fattore scatenane nel causare l'epilessia.

Le convulsioni nei cani

Le convulsioni possono essere causate da vari fattori scatenanti che avvengono al di fuori del cervello dei nostri cani a causa di alcuni farmaci come per esempio i trattamenti contro le pulci, vaccinazioni, ingestione di veleni, bassi livelli di zucchero nel sangue. Altre convulsioni invece possono svilupparsi all'interno del cervello del cane dovuti alla presenza di infezioni, tumori o danni. Inoltre, esistono le cause idiopatiche da considerare, ovvero quando non vi è alcuna ragione medica di fondo che causa problemi disfunzionali nel cervello del nostro cane e porta i neuroni a scoppiare.

In questo articolo mi concentrerò sull'epilessia idiopatica poiché non vi è alcuna ragione medica ovvia per le convulsioni, possono diventare difficili da risolvere.

Come fanno i veterinari convenzionali a trattare l'epilessia idiopatica?

I trattamenti convenzionali per l'epilessia idiopatica

I trattamenti convenzionali utilizzati per gestire l'epilessia idiopatica nei cani sono farmaci come il fenobarbital, il bromuro di potassio o il diazepam che molto spesso sono inefficaci e generano molti effetti collaterali. Il metabolismo dei farmaci influenza diversi processi corporei e provoca molti effetti indesiderati che includono cambiamenti nel normale stato emotivo e nell'umore del tuo cane. Ecco alcuni altri effetti collaterali noti di questi farmaci convenzionali per le convulsioni:

  • Diazepam: Il farmaco agisce bloccando i neurotrasmettitori nel cervello del tuo cane, generando un effetto sedativo che dura solo pochi minuti. Può causare effetti collaterali negativi come diarrea, vomito, perdita di coordinazione, rallentamento della frequenza cardiaca o respirazione. Non è sicuro per i cani con malattie renali o epatiche.

  • Fenobarbital: Questo farmaco agisce riducendo l'attività dei neuroni nel cervello del tuo cane. Può causare aumento di peso, depressione, mancanza di energia, irrequietezza e perdita di coordinazione, vomito e problemi al fegato e può rendere il tuo cane molto affamato e assetato.

    Inoltre, il fenobarbital può avere reazioni avverse quando combinato con molti altri farmaci. Quindi, se il tuo cane sta assumendo altri farmaci, controlla che siano sicuri da usare insieme, in questo caso il farmacista di solito è la persona migliore a cui chiedere.

  • Bromuro di potassio: Il farmaco viene spesso usato in concomitanza con il fenobarbital. Questo antiepilettico riduce l'attività convulsiva nel cervello ma possono essere necessari fino a quattro mesi prima che si accumuli abbastanza per avere effetto. Può causare sedazione, perdita di coordinazione, aumento della minzione, aumento dell'appetito e della sete, irrequietezza, nausea e disturbi di stomaco.

Altri problemi con i farmaci antiepilettici

Oltre agli effetti indesiderati dovete sapere che è difficile trovare il giusto dosaggio per il proprio cane e che troppe medicine diventano tossiche per il loro organismo, mentre livelli insufficienti di farmaci non controllano adeguatamente le convulsioni dei cani. Inoltre , se il tuo cane sta assumendo uno di questi farmaci, deve essere attentamente monitorato e il veterinario dovrebbe eseguire test regolari per stabilire i livelli di farmaci presenti nel sangue.

Fortunatamente, esistono modi migliori e naturali per gestire le convulsioni idiopatiche del tuo cane.

Ma prima, vi ricordiamo di fare attenzione: se il tuo cane è attualmente in cura con uno di questi farmaci antiepilettici convenzionali non smettere di somministrarli senza parlarne prima con il tuo veterinario su come farlo in sicurezza.

I passaggi chiave nella gestione dell'epilessia sono:

  • riduzione dei fattori scatenanti ambientali
  • alimentazione di una dieta adeguata. Vediamo queste cose in modo più dettagliato!

Convulsioni causate da fattori ambientali

Presta attenzione ai fattori ambientali che scatenano le convulsioni dei tuoi cani e una volta effettuata la connessione, è possibile ridurre la sua esposizione a questi fattori scatenanti.

I fattori scatenanti possono essere per esempio alcuni prodotti che usi in casa, cibi, farmaci e lo stesso stress. La luna piena può anche essere un fattore!

È importante evitare l'uso di prodotti chimici e pesticidi in casa e in giardino e di preferire l'utilizzo di prodotti per la pulizia che siano naturali e allo stesso tempo di non avere piante o fiori che potrebbero essere tossici per il vostro cane.

Allo stesso modo evitate di utilizzare candele e prodotti profumati con profumo artificiale e di non fumare intorno al cane ma soprattutto di fare attenzione con la musica ad alto volume o luci lampeggianti o intense.

Attenzione: evitate di trattare le infestazioni di pulci e zecche con prodotti chimici poiché questi farmaci agiscono paralizzando il sistema nervoso dei parassiti, il che significa che possono anche influenzare il sistema nervoso del tuo cane.

Una corretta nutrizione per cani con convulsioni idiopatiche

cibo per cani con convulsioni

Una corretta alimentazione svolge un ruolo importante nella gestione dell'epilessia idiopatica nei cani. Se il tuo cane ha l'epilessia idiopatica è di vitale importanza somministrare una dieta cruda fresca e completamente naturale e quando possibile, l'uso di ingredienti biologici a tutti gli effetti. Per una dieta corretta del vostro cane dovrete introdurre carne cruda e organi, ossa commestibili e uova, verdure fresche stagionali e piccole quantità di frutta come bacche e mele, semi, oli ed erbe naturali.

Ingredienti nocivi per il vostro cane

Dovete sapere che una dieta a base di cibi integrali non è la sola cosa da fare. C'è una sostanza presente in molti alimenti che può aggravare la tendenza del tuo cane ad avere convulsioni.

Quella sostanza è il glutammato, è un aminoacido presente in molti alimenti, un neurotrasmettitore prodotto naturalmente nel corpo. Il glutammato è importante per lo sviluppo del cervello e la memoria. Ma alti livelli di glutammato sono associati a malattie come il Parkinson, la sclerosi multipla e l'Alzheimer.

Studi recenti indicano che le convulsioni attirano il glutammato dalle cellule del tessuto cerebrale, danneggiando le cellule stesse, ciò significa che ridurre ed evitare cibi ricchi di glutammato può migliorare le convulsioni e ridurne la frequenza. Ciò può essere particolarmente utile nell'epilessia idiopatica, quando non vi è alcun problema medico di base nel cane.

Quindi, quali alimenti dovresti evitare per aiutare a gestire le convulsioni del tuo cane?

Alimenti da evitare per cani epilettici

I seguenti alimenti contengono molto glutammato.

  • Cereali: Grano, orzo e avena hanno il più alto contenuto di glutammato mentre il mais e il riso hanno un contenuto di glutammato inferiore, ma dovrebbero essere ridotti al minimo. I cereali sono un ingrediente molto comune negli alimenti secchi e nelle prodotti commerciali e talvolta sono elencati come cereali.

  • Latticini e latte di vacca: La caseina, la proteina del latte vaccino è composta per il 20% di glutammato per composizione e i prodotti lattiero-caseari comuni per cani sono biscotti e dolcetti al formaggio ne contengono in grandi quantità. Molte persone somministrano i latticini e prodotti caseari come kefir e yogurt ai loro cani per i loro benefici probiotici, in questo caso consigliamo di non somministrarli al cane che presenta convulsioni idiopatiche.

  • Fagioli: Soia, fagioli borlotti, fagioli neri, lenticchie sono legumi che contengono elevate quantità di glutammato. La soia è un riempitivo in molti alimenti secchi e prelibatezze commerciali per i nostri cani.

  • Arachidi: Le arachidi sono molto ricche di glutammina e molti proprietari di cani usano il burro di arachidi come trattamento per cani o per farcire i Kong e come premio per i loro cani. Le arachidi sono un legume e dovresti evitare di darle al tuo cane.

  • Carni e organi provenienti da animali alimentati con grano: consigliamo di scegliere sempre fonti di carne alimentate ad erba. La carne migliore per il tuo cane epilettico è l'agnello, poiché ha il contenuto di glutammato più basso.

  • Coniglio, tacchino e pesce azzurro: Queste carni hanno un alto contenuto di glutammato.

  • Qualsiasi alimento contenente prodotti chimici: Conservanti, esaltatori di gusto, fattori di appetibilità, antiossidanti chimici e coloranti sono prodotti chimici che non favoriscono la salute del tuo cane. Prova a scegliere tutti gli alimenti naturali e freschi. Anche alcune diete crude preconfezionate contengono vitamine e minerali sintetici cerca di utilizzare prodotti e alimenti privi di additivi.

Alimenti per aiutare il tuo cane epilettico

Vi consigliamo di incoraggiare il vostro cane e introdurre cibi freschi e naturali nella sua dieta che contengono:

  • Omega 3: secondo un piccolo studio condotto da ricercatori della UCLA School of Medicine di Los Angeles una bassa dose di acidi grassi Omega-3 contenuti nell'olio di pesce può aiutare a ridurre la frequenza delle crisi fino al 33% in quelli con epilessia incontrollata. Gli oli di pesce contengono DHA conosciuto anche come acido grasso Omega-3, che aiuta con molte regolazioni e processi cerebrali. Inoltre, è stato dimostrato che nei bambini aumenta la soglia convulsiva e per questo si ritiene che abbia una buona efficacia per cani e gatti.

  • DHA: è un acido docosaesaenoico che ha proprietà antinfiammatorie e svolge un ruolo vitale nello sviluppo del cervello. Gli alimenti essenziali fonti di DHA sono le uova e alcune alghe. Le uova hanno un basso contenuto di glutammato.

  • Vitamina E: È un antiossidante naturale che protegge i neuroni dallo stress ossidativo e assorbe i radicali liberi nel cervello. Gli alimenti ricchi di vitamina E adatti ai cani con epilessia sono gli ortaggi freschi a foglia scura e verde e alcuni semi.

  • Vitamina B: Gli studi suggeriscono che le vitamine B1, B2, B3, B6, biotina, acido folico e B12 possono aiutare a ridurre le convulsioni. Il complesso vitaminico B si trova nelle uova, nelle verdure a foglia verde scure e fresche, nel lievito

  • Vitamina C: supporta il sistema immunitario ed è un antiossidante naturale che può ridurre i danni al tessuto cerebrale causati dalle convulsioni. Gli alimenti che sono ottime fonti di vitamina C sono i cavoli freschi, peperoni, cavolfiori, bacche.

  • Olio di CBD: l'olio di CBD ha dimostrato di ridurre il numero e la gravità delle convulsioni nei cani con epilessia idiopatica. Può prevenire lesioni cerebrali che possono verificarsi durante le convulsioni e aiuta con il recupero successivo dei tessuti cerebrali.

    È preferibile utilizzare un olio di CBD a base di canapa biologica con un THC massimo dello 0,3% estratto a bassa temperatura e privo di solventi. Fidati dei marchi in grado di fornire un certificato di analisi per il loro prodotto e segui le indicazioni di dosaggio dello stesso produttore per introdurre gradualmente l'olio di CBD nel regime di alimentazione del cane.

  • Erbe aromatiche: camomilla, zucchetto e valeriana sono ottimi rimedi per ridurre l'ansia e alleviare lo stress associato alle convulsioni. Il cardo mariano può supportare e proteggere il fegato, specialmente se il tuo cane sta assumendo farmaci antiepilettici convenzionali che hanno effetti tossici sul fegato.

    Le erbe possono essere somministrate come tisana, a secco sul cibo o come tintura e infine tramite diffusore per l'ambiente.

    Quando usi erbe secche per preparare un tè, la dosa consigliata è di 1 cucchiaino da tè per 1 litro di acqua bollente. Inizia con 60 ml di tè preparato per 20 kg di peso corporeo e aumenta gradualmente la quantità di tè. Sé si sceglie di utilizzare erbe secche in granuli allora è preferibile iniziare con un pizzico per 20 kg di peso corporeo.

    È importante seguire sempre le istruzioni del produttore quando si usano le tinture oppure consultare un erborista o un veterinario olistico.

  • Gelatina: la gelatina è considerata un alimento protettivo per il cervello perché è ricca di glicina, è un amminoacido che si ritiene protegga il tessuto cerebrale dai danni associati alle convulsioni.

Scegli sempre gelatina non aromatizzata e non zuccherata proveniente da animali nutriti con erba . Introduci la gelatina in piccole quantità oppure usa la nostra ricetta che troverai qui di seguito:

Bonus: ricetta per la gelatina

Ingredienti

  • ½ tazza di gelatina non aromatizzata, non zuccherata proveniente da animali nutriti con erba
  • ½ tazza di acqua, tisana o brodo di ossa freddo
  • 1 ½ tazze di acqua, tisana o brodo di ossa bollente
  • ½ tazza di frutta o verdura a basso contenuto di glutammato a scelta

Indicazioni

Versa ½ tazza di gelatina in una ciotola da 1 litro e aggiungi ½ tazza di liquido freddo e lascia riposare il tutto per qualche minuto per ammorbidire la gelatina. Versare 1 tazza e mezza di liquido bollente sulla gelatina ammorbidita e mescolare fino a quando la gelatina non si dissolve completamente.

A parte aggiungi quindi frutta o verdura a basso contenuto di glutammato di tua scelta sul fondo di una padella o di uno stampo, versare sopra la miscela di acqua e gelatina e lasciala riposare fino a quando non si rassoda. Una volta pronto puoi aggiungerlo nella dieta del tuo cane in qualsiasi momento!

In alternativa potete somministrarlo due volte al giorno, dosando 1 ½ cucchiaino per 10-20 kg, 3 cucchiaini per 25-35, 6 cucchiaini per 40- 60 kg , 3 cucchiai per 60 kg o più peso corporeo.

Invece di farmaci rischiosi e forse inefficaci, per controllare le convulsioni del tuo cane prova a scegliere il cibo giusto e a gestire i fattori ambientali che possono scatenare il malessere del tuo cane.

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 10 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty