Mal di stomaco nei cani: Rimedi casalinghi approvati dal veterinario

Scritto da nella categoria Cani
Mal di stomaco nei cani: Rimedi casalinghi approvati dal veterinario

Ecco qui una guida passo passo per trattare il mal di stomaco del cane a casa. Ho imparato questi rimedi casalinghi naturali quando lavoravo in una clinica veterinaria. Questi consigli erano, e sono tutt’ora, utilissimi per quelle persone che non hanno né il tempo né il modo di portare il cane dal veterinario per ogni minimo problema allo stomaco.

Se seguite alla lettera, le istruzioni per questi rimedi casalinghi possono alleviare o guarire il mal di stomaco del cane. Tuttavia, in alcuni casi, non saranno sufficienti e ci sarà bisogno di portare il cane dal veterinario. Nei prossimi passi, vedremo come determinare se questi rimedi fanno al caso del tuo cane o no.

Sintomi del mal di stomaco

Di solito, i cani che hanno mal di stomaco hanno questi sintomi:

Step 1: Determina se questi rimedi fanno al caso suo

Ripetiamo di nuovo che i rimedi elencati in questo articolo non sono per tutti i cani – alcuni dovrebbero rivolgersi a un veterinario il prima possibile, perché il mal di stomaco potrebbe essere sintomo di qualcosa di più grave. Per favore, chiedi aiuto al veterinario se il tuo cane ha la febbre, è fiacco e si comporta in modo insolito.

Quindi, per chi funzionano questi rimedi? Per quei cani che:

  • hanno mal di stomaco perché hanno cambiato alimentazione (i nuovi cibi devono essere sempre introdotti gradualmente!)

  • hanno, di recente, saccheggiato il secchio dell’immondizia. Il rimedio funziona solo se il cane non ha mangiato cibi grassi (potrebbero portare a una pancreatite), prodotti tossici o ossa.

NON provare i rimedi casalinghi se il cane:

  • è apatico
  • vomita di continuo
  • ha attacchi di diarrea
  • ha il sangue nelle feci
  • è disidratato

Preciso di nuovo che questi rimedi funzionano solo nei casi di leggeri mal di stomaco. Rivolgiti al veterinario se i sintomi persistono troppo a lungo. Se hai dei dubbi, vai comunque sul sicuro e chiedi consiglio ad un esperto.

Attenzione! Se noti che lo stomaco del tuo cane è dilatato, il cane fa avanti e indietro ed è nervoso, sbava e ha i conati di vomito, vai immediatamente dal veterinario perché potrebbe trattarsi di dilatazione gastrica, una patologia che potrebbe essere letale.

Step 2: Controlla i livelli di idratazione

Se il cane vomita o ha la diarrea, perde molti liquidi, quindi assicurati che non si sta disidratando. Potrebbe essere molto pericoloso. Ricorda che i cani più piccoli e i cuccioli si disidratano più in fretta di quelli più grandi. Per controllare i livelli di idratazione del tuo cane, segui questi step:

  • Controlla l’elasticità della pelle – La pelle perde elasticità molto in fretta se il cane è disidratato. Per controllare il livello di elasticità della pelle: solleva delicatamente la pelle sulla schiena o tra le scapole usando due dita, come per pizzicare, poi lascia andare. Se la pelle torna velocemente al suo posto, bene. In caso contrario, il cane ha bisogno di essere reidratato in fretta.

  • Controlla le Gengive – È consigliato anche controllare le gengive. Di solito un cane ben idratato ha delle gengive color rosa salmone, coperte da uno strato di saliva. Fai scorrere il dito sulle gengive: se sono secche, è segno di disidratazione.

  • Per determinare se il cane fosse disidratato o no, in clinica controllavamo anche il tempo di riempimento capillare. Quando il cane è disidratato, il volume del sangue in circolo è ridotto. Il punto migliore in cui verificarlo sono le gengive, ecco come fare: con la punta del dito fai pressione sulle gengive del tuo cane, fin quando l’area non diventa bianca, poi togli il dito e conta quanto tempo passa prima che la superficie della gengiva torni al suo colore normale. Di solito, ci vogliono meno di due secondi. Se il tempo impiegato è di più, potrebbe esserci qualcosa che non va.

Attenzione: rivolgiti immediatamente al veterinario se il cane non passa questi test di idratazione!

Step 3: Digiuno

Se i livelli di idratazione stanno a posto, puoi procedere con il digiuno. Per il digiuno, metti via tutto il cibo che potrebbe raggiungere il cane e non dargli nulla per almeno 12-24 ore. Lo scopo del digiuno è di permettere al tratto gastrointestinale di riposare e guarire in caso di infiammazione. Molti cani lo fanno naturalmente perché il loro appetito cala dopo qualche ora di mal di stomaco. Tuttavia, il tuo cane potrebbe non stare male abbastanza da perdere l’appetito, quindi mettilo a digiuno per evitare che qualche altro cibo vada a peggiorare la situazione.

Digiunare per qualche ora non farà male, e in questo caso, è considerato terapeutico. Un digiuno parziale o completo è parte naturale della dieta di un cane selvatico, e porta anche benefici alla salute.

Il protocollo generale detta che in caso di vomito o diarrea, il digiuno deve durare dalle 12 alle 24 ore. I cuccioli e i cani di piccola taglia non devono digiunare per più di 12 ore – di solito basta una nottata intera. Se hai un cane di piccola taglia o un cucciolo e vuoi farlo digiunare per 12 ore, strofinare un po’ di sciroppo per i pancake sulle gengive potrebbe aiutarlo a tenere alti i livelli di energia e evitare che il livello di glucosio cali vertiginosamente.

Attenzione! Rivolgiti immediatamente al veterinario se il cane continua a vomitare anche dopo che hai tolto il cibo!

Step 4: Idratazione

Spesso, l’acqua causa ulteriori problemi. Il cane potrebbe vomitare ancora di più e, di conseguenza, disidratarsi. Di solito questo succede se un cane con il mal di stomaco ingurgita troppa acqua, in troppo poco tempo. Prima che te ne accorgi, l’acqua torna su e il mal di stomaco ricomincia.

Per evitare che il tuo cane consumi troppa acqua troppo in fretta, dagli dei cubetti di ghiaccio – almeno fin quando non si sente meglio. Prova anche a congelare un po’ di Gatorade. Se non vomita per almeno 4 ore, puoi provare a riempire la ciotola dell’acqua in piccole quantità.

Se lo stomaco del cane non è infastidito dall’acqua, puoi provare a dargli altri liquidi come il Gatorade, del succo di mela diluito con dell’acqua, o del brodo di manzo o di pollo – senza aglio o cipolla – diluito 50/50 con l’acqua.

Attenzione! I cuccioli e i cani di piccola taglia tendono a disidratarsi più in fretta rispetto ai cani più grandi. Fai molta attenzione ai più piccoli quando hanno mal di stomaco!

Step 5: Iniziare la dieta leggera

Dopo il digiuno di 12-24 ore, senza vomito o diarrea, il cane può iniziare la dieta leggera. La dieta leggera aiuta lo stomaco a ristabilizzarsi, un po’ come la dieta BRAT per noi umani.

Ricetta dieta leggera

Avrai bisogno di:

  • Riso bollito
  • Pollo o carne magrissima

La ricetta deve contenere il 75% di riso bollito e il 25% di carne. Il riso è praticamente quasi tutto il pasto, e viene aggiunta la carne per dare un minimo di sapore e incoraggiare il cane a mangiare.

  • Se scegli il pollo, assicurati di aver tolto la pelle e le ossa
  • Se scegli l’hamburger, assicurati che la carne sia magra e che non ci siano residui di grasso dopo la cottura. Il grasso potrebbe causare pancreatite e peggiorare il mal di stomaco.

Nota bene: non aggiungere olio, grasso o spezie nei pasti della dieta leggera!

Durante la dieta leggera il cane dovrà fare circa 3 o 4 piccoli pasti al giorno, finché non si sente meglio.

Puoi capire se il cane è pronto a tornare a mangiare iniziando con un cucchiaino di cibo. Se riesce a mangiarlo senza problemi, puoi farlo rimangiare due ore dopo. Se ancora non ci sono problemi, i pasti possono tornare gradualmente alla normalità.

E se al mio cane non piace la dieta leggera?

Se non hai né riso né pollo, o se al tuo cane non piace la dieta leggera, puoi provare a fargli mangiare degli omogeneizzati a base di carne, ma senza cipolla o aglio. Sono alimenti leggerissimi, e la maggior parte dei cani li adora. Si possono riscaldare e diluire con un po’ di brodo caldo (ripeto, senza aglio e cipolla) per renderli più gustosi. Ricorda, però, che se il cane non ha appetito potrebbe non sentirsi bene, quindi rivolgersi al veterinario è meglio, piuttosto che forzarlo a mangiare.

Un ingrediente Bonus:

  • Aggiungere un pizzico di yogurt o di fiocchi di latte o ancora kefir aiuta a lenire lo stomaco e l’intestino infiammato, specialmente se tra i sintomi c’è la diarrea.

  • I probiotici aiutano a curare la diarrea e a ristabilire la flora batterica.

  • Molti veterinari consigliano la corteccia di olmo per combattere la diarrea.

Il migliore kefir da preparare in casa:

Fermenti vivi - sempre pronto sempre vivo
32 Recensioni
Pronto Kefir Biologico
Solo 5 disponibili: affrettati!
Il Kefir è una preparazione originaria del Caucaso del Nord costituita da lieviti liofilizzati, batteri Lactobacillus e culture probiotiche. I fermenti vivi sono un aiuto prezioso per mantenere integra e attiva la flora batterica dell'intestino. Il Kefir di Panela non è ricavato dal latte, ma da colture di microrganismi originari, per cui non ha tracce di lattosio. Pronto Kefir non è un kefir ...

Step 6: Tieni d’occhio la situazione

Una volta completati gli step precedenti, non ti rimane che tenere la situazione sotto controllo ed essere pronto a gestire un’eventuale peggioramento. Quindi fai molta attenzione.

  • Non esitare a portare il cane dal veterinario se diventa apatico e fiacco.

  • Durante la dieta leggera, accertati che non ci siano più vomito e che le feci abbiano un aspetto normale.

E se il mal di stomaco continua?

Se il tuo cane ha ancora il mal di stomaco nonostante il digiuno e la dieta leggera, spesso vuol dire che la condizione è più grave di quello che sembra e i rimedi casalinghi non funzioneranno. Ci sarà bisogno, infatti, dell’intervento di un veterinario che probabilmente somministrerà al cane dei medicinali. Potrebbero esserci problemi da analizzare e curare come ad esempio i parassiti intestinali, gastroenterite, pancreatite o un blocco intestinale. A volte, potrebbero essere coinvolti altri organi come il fegato o i reni. Quindi se pensi che il tuo cane non abbia solo un semplice mal di stomaco, vai subito dal veterinario.

Se la dieta leggera ha funzionato?

Se la dieta leggera ha funzionato e il cane si sente meglio, allora può tornare gradualmente a una dieta normale. Fai attenzione, se la transizione non è graduale, potrebbe avere di nuovo mal di stomaco! Ecco come fare:

Come tornare alla dieta normale

A questo punto, reintroduci gradualmente la dieta normale ed elimina il pasto a base di riso. Bisogna farlo un poco alla volta, lentamente, nel corso di qualche giorno.

Per farvi un’idea dei tempi ideali:

  • Offri il 75% della dieta a base di riso con il 25% dei soliti croccantini per tre giorni.
  • Se il cane reagisce bene, offri mezza dieta a base di riso e mezza a base di croccantini per altri tre giorni.
  • Se il cane non ha alcun problema, ricomincia tranquillamente con la dieta normale.

Lo stesso protocollo andrebbe seguito ogni volta che gli si da qualcosa di nuovo.

Non introdurre mai un nuovo alimento troppo in fretta! Ogni nuovo alimento va inserito pian piano nella dieta quotidiana per evitare problemi allo stomaco.

È normale che il cane mangia l’erba?

Perché i cani mangiano l’erba quando si sentono poco bene con lo stomaco? Le teorie sono tantissime. Alcuni pensano che i cani hanno un istinto innato di mangiare l’erba per sentirsi meglio. Invece, in realtà, pare che i fili d’erba stimolano il vomito se mangiati nelle giuste quantità. Tuttavia, per quanto al tuo cane piaccia mangiare l’erba quando ha mal di stomaco, cerca di scoraggiare questa abitudine. Tanta erba è trattata con fertilizzanti e altri agenti chimici che rischiano di fare più male che bene!

Nota bene: se il cane tende ad avere mal di stomaco quando mangia il solito cibo, chiedi al veterinario se è il caso di cambiare tipo di alimentazione.

I farmaci da banco possono essere utili?

Alcuni farmaci da banco sono utili per combattere la diarrea. Ciò nonostante, devi sempre consultare il veterinario prima di provare a somministrarli al tuo cane. Il medicinale da banco più utilizzato per combattere la diarrea nei cani è l’Imodium.

L’Imodium, noto anche come Loperamide, potrebbe però causare allergie in alcuni cani, come ad esempio quelli delle razze Collie. Devono essere somministrati con cautela a quei cani che soffrono di ipotiroidismo, malattie ai reni o di malattia di Addison. Non deve essere dato a cani anziani o debilitati. Se la diarrea è causata da un’ingestione di tossine o batteri, i prodotti come il Loperamide devono essere evitati in quanto il cane deve liberarsi delle tossine e dei batteri. Secondo il veterinario Dawn Ruben, per evitare una potenziale overdose, a quei cani che pesano meno di 9 kg il medicinale dovrebbe essere somministrato in forma liquida, e non in pasticche. Tra gli effetti collaterali del Loperamide figurano costipazione, gonfiore e sedazione.

E i probiotici?

I probiotici sono ottimi per ristabilire la flora batterica intestinale del cane. Se sono stati prescritti antibiotici, potrebbero aver spazzato via sia i batteri buoni che quelli cattivi.

Dove acquistare i migliori probiotici per il tuo cane:

Darm Probiotic
Solo 1 disponibile: affrettati!
Darm Probiotic è un integratore per cani e gatti che aiuta a riportare equilibrio nella flora intestinale dei vostri animali. Può essere utile in caso di cambio di alimentazione, somministrazione di antibiotici o casi di diarrea. Sostituisce colonie indesiderate di batteri "cattivi" con batteri "buoni". Raccomandazioni per l'uso (circa 12 settimane): Gatti e cani fino a 30 kg di peso corporeo: 1 ...

Nota bene: per ristabilire la flora batterica è ottimo anche lo yogurt magro con i fermenti lattici vivi, senza coloranti o edulcoranti artificiali. Di solito, ne bastano uno o due cucchiaini al giorno.

Alcuni veterinari consigliano di dare i probiotici dopo, e non durante, il ciclo di antibiotici. Somministrare gli antibiotici insieme ai probiotici è un argomento di dibattito. Alcuni veterinari raccomandano l’uso di uno ma non dell’altro. Altri invece pensano che possono essere somministrati insieme. Nel peggiore dei casi, l’antibiotico uccide i batteri contenuti nei probiotici, rendendoli così nulli.

Se il tuo cane ha uno stomaco sensibile e diarrea frequente, i probiotici potrebbero fare al caso suo. Ricorda, però, che dal momento che i probiotici sono vivi, devono essere conservati in un luogo fresco e sono a breve scadenza. Controlla sempre la data di scadenza!

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 65 persone con una media di 4.9 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty