Alcuni motivi per cui il vostro cane non mangia

Scritto da nella categoria Cani
Alcuni motivi per cui il vostro cane non mangia

Molti proprietari di animali domestici sono abituati a vedere i loro cani divorare i loro pasti e, quando ciò non accade, si preoccupano. La mancanza di appetito viene definita inappetenza o anoressia (da non confondere con l'anoressia nervosa, che è un disturbo alimentare degli esseri umani). Nel nostro caso il termine anoressia indica semplicemente la mancanza di appetito. Questa condizione si può verificare per una serie di motivi. In molti casi il vostro cane riprende a mangiare dopo avere saltato un pasto o due. Qui di seguito sono riportate alcune cause che possono rendere il vostro cane inappetente e alcuni consigli su come comportarsi per risolvere il problema.

Disturbi temporanei a livello gastrointestinale

Anche se i cani sono carnivori, non perdono l'occasione di frugare nella spazzatura e mangiare quello che trovano, anche a casa. Capita spesso che rubino cibo dagli scaffali, dalla tavola ma anche dalla spazzatura. Alcuni cani mangiano gli escrementi di altri cani e altre cose con odori particolari da cui solo i cani sono attratti. E se si porta il cane in un parco o in altri luoghi pubblici avrà facilmente accesso a "cose" come avanzi di dolci o altro lasciati dai visitatori. Alle volte capita che il cane ingerisca qualcosa non adatto al suo metabolismo.

Quindi, se il vostro cane non mangia, è possibile che soffra di un temporaneo disturbo gastrointestinale. Cercate di capire se ha sintomi di dissenteria o se ha vomitato da qualche parte. Il suo organismo, infatti, cercherà di espellere ciò che gli crea il disturbo. Nel frattempo però non avrà molta voglia di mangiare. Lasciate che il vostro cane si liberi di ciò che gli ha dato fastidio a condizione che non si disidrati e che non vi siano tracce di sangue nel vomito o nelle feci. Nel caso in cui dissenteria e vomito durino più di 24 ore, portate il vostro cane dal veterinario.

Modifiche della propria routine quotidiana. Cambiamenti degli orari della passeggiata quotidiana in cui fa i propri bisogni, dell’orario del pasto o modifiche del nucleo familiare come l'arrivo di un nuovo membro, possono essere ragione sufficiente per fare perdere l'appetito al vostro amico. Portarlo in vacanza o trasferisi in una nuova casa sono altri fattori che causano inappetenza. I cani sono abitudinari e qualsiasi cosa stravolga lo svolgimento abituale della giornata può far loro passare la voglia di toccare cibo, almeno temporaneamente, fino a quando non si sentiranno di nuovo sicuri. Sarà meglio dunque inserire i cambiamenti in maniera graduale facendo in modo che il cane si senta sicuro e coinvolto in ciò che accade.

Problemi di comportamento

Alcuni cani possono smettere di mangiare a causa di problemi comportamentali. Tali problemi non sono sempre causati dal cane stesso. Se per esempio c'è un altro cane o un altro animale in casa, è possibile che il cane reagisca a qualche comportamento dell'altro individuo. Se il vostro cane non mangia, potrebbe essere perché l'altro cane gli ruba il cibo o lo intimidisce ringhiandogli mentre mangia. Alle volte capita che uno dei due cani sia molto lento a mangiare mentre l'altro molto veloce. Perciò uno potrebbe preferire mangiare da solo. Se avete due o più cani è spesso opportuno dargli da mangiare separatamente, per esempio in stanze diverse o chiusi in gabbie separate, così che possano consumare i loro pasti in pace. Molto spesso il cane ricomincerà a mangiare se viene lasciato da solo con il proprio cibo.

Cani anziani

Alle volte la causa di inappetenza nei cani anziani è legata all'età. Troppo spesso i proprietari pensano che un cane anziano smette di mangiare perché è diventato vecchio quando in realtà il problema potrebbe essere qualcosa di facilmente risolvibile.

Ci possono essere, ad esempio, problemi dentali che rendono difficile o dolorosa la masticazione. Ma anche altri problemi. Il cane quindi può avere fame e avere voglia di mangiare ma il cibo può risultare doloroso per la sua bocca. Una visita dal veterinario per controllare i denti potrebbe rivelare il problema e quindi risolverlo permettendo al vostro cane di ricominciare a mangiare. Con l'anzianità i sensi si affievoliscono e può essere necessario scaldare o versare un po’ di acqua calda nelle crocchette, in modo che il calore ed il vapore emanati stimolino l'olfatto del cane e gli facciano venire voglia di mangiare.

Provate a insaporire il cibo con qualcosa di gustoso.

"Palati difficili"

Naturalmente, il tormento di tutti proprietari di un cane, è che quest'ultimo sia un cosiddetto "palato difficile". I cani non nascono schizzinosi, sono i proprietari che li rendono tali. Se il vostro cane non mangia, nonostante gli stiate dando un cibo di buona qualità che ha sempre apprezzato, mettete la ciotola a disposizione del cane per un massimo di 15 minuti. Se dopo questo lasso di tempo il cane non ha mangiato, togliete la ciotola. Non dategli spuntini o snack durante la giornata, fino al pasto successivo. Il vostro cane mangerà quando avrà fame. Se abituate il cane a mangiare a orari fissi, misurando la quantità di cibo, e riducendo gli spuntini a una quantità moderata allora il vostro cane smetterà di essere un difficile.

Un'ultima cosa: se cambiate spesso alimentazione al vostro cane, è possibile che diventi difficile riguardo al cibo. Una volta trovato un buon alimento è consigliabile non cambiare. Più modifiche si apportano alla dieta e più possibilità ci sono che il cane soffra di problemi gastrointestinali, che lo portano rifiutare il cibo; cosa che mette a disagio il proprietario che per rimediare cerca nuove soluzioni alimentari innescando così un circolo vizioso. Trovate un alimento di buona qualità e tenete quello, anche se sentite parlare di altri cibi. Se il vostro cane è sano e apprezza quell'alimento, non c'è ragione di cambiare. Ricordate che ai cani non piacciono i cambiamenti.

Queste sono le principali ragioni per cui un cane non mangia, a meno che ci siano malattie. Se vostro cane continua a non mangiare dopo 24 ore, è consigliabile portarlo dal veterinario.

Potrebbe essere malato e dunque avere bisogno di una visita per trovare le cause della sua inappetenza. In questi casi il veterinario vi chiederà di riportargli i sintomi del vostro cane dunque siate preparati a esporgli lo stato di salute del vostro amico.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 18 persone con una media di 4.9 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty