Olio di fegato di merluzzo: un super cibo per cani e gatti

Scritto da nella categoria Cani
Olio di fegato di merluzzo: un super cibo per cani e gatti

L'olio di fegato di merluzzo rinforza la salute del cervello e aiuta il sistema immunitario. Inoltre, fa in modo che i nostri cani e gatti abbiano un aspetto migliore, nutrendo il loro pelo e dandogli una lucidità che mette in evidenza l'ottimo stato di salute dell'animale.

C'è qualcosa di intuitivo, nel curare le nostre articolazioni bloccate con l'olio, e la scienza ha provato ormai da tempo che questa intuizione era sulla buona strada. Il valore salutare dell'ingerire l'olio di fegato di merluzzo con i suoi acidi grassi essenziali EPA e DHA è ben confermato dalla ricerca scientifica. L'acido eicosapentaenoico (EPA) e l'acido docosaesaenoico (DHA) sono acidi grassi omega-3 a catena lunga, che, si è dimostrato, riducono le infiammazioni e rafforzano le ossa e le articolazioni. Fortunatamente per noi, sono presenti già pronti nell'olio di pesce.

Quando vediamo che i nostri adorati animaletti fanno fatica a salire le scale o a saltare in macchina, possiamo andare a prendere l'olio di fegato di merluzzo per aiutare anche loro.

Non dobbiamo però aspettare che la loro mobilità inizi a degradarsi. Anche gli animali giovani possono trarre benefici dagli acidi grassi e dagli omega-3 presenti nell'olio di fegato di merluzzo. Infatti, queste sostanze sono le fondamenta per delle articolazioni flessibili, per un cuore forte, per una buona vista, per una pelle e una pelliccia sana, e sono pura e semplice energia. Quando l'età raggiunge il nostro cane, i veterinari consigliano supplementi a base di olio di fegato di merluzzo.

Anche i gatti sono vulnerabili al processo di invecchiamento. Comunque, visto che i gatti tendono ad adattare il loro modo di muoversi pur di evitare il dolore, è possibile che non riusciamo a identificare i loro sintomi o le cause dietro ai sintomi presto come per i cani. Potemmo considerare come segni di invecchiamento il fatto che l'attività del nostro gatto si riduca, che passi il tempo a curarsi il pelo, che faccia i bisogni fuori dalla lettiera, ma potrebbero essere segni di osteoartrite. Sono stati effettuati studi scientifici che indicano come una percentuale compresa tra il 22 e il 72 percento dei gatti più vecchi dei sei anni sviluppino condizioni degenerative, che colpiranno più frequentemente la colonna dorsale, le articolazioni del gomito e dell'anca, e i tarsi (le ossa della caviglia).

Secondo uno studio dell'università di Utrecht in Olanda, aggiungere olio di pesce alla dieta dei gatti che soffrono di osteoartrite ha mostrato risultati incoraggianti. Ventun gatti con osteoartrite confermata sono stati coinvolti in uno studio della durata di 20 settimane. Due settimane prima dell'inizio dello studio, sono state interrotte tutte le cure mediche antidolorifiche e l'assunzione di supplementi. Poi, una dieta a base di cibi secchi è stata integrata o con olio di mais profumato al gusto di pesce, ma privo di omega-3 e acidi grassi EPA/DHA, o con olio di pesce contenente omega-3, EPA e DHA. I padroni degli animali e gli sperimentatori non sapevano quale olio ricevessero i gatti. I risultati hanno indicato come i gatti che assumevano olio di pesce, non olio di mais, fossero meno rigidi, camminassero su e giù dalle scale più frequentemente, saltassero più in alto e interagissero di più con i loro padroni.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 1 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty