5 ragioni per cui la dieta senza cereali può NON essere adatta al tuo cane

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Cani
5 ragioni per cui la dieta senza cereali può NON essere adatta al tuo cane

Negli ultimi anni la dieta senza cereali per cani è diventata di gran moda per i loro proprietari. Probabilmente avrete letto o sentito dire che nessun alimento per cani dovrebbe contenere cereali e vi sarete anche chiesti se queste diete siano realmente nell'interesse del vostro cane o soltanto una truffa; ecco cos'hanno da dire la scienza e gli esperti a riguardo.

Le persone oggi stanno dimostrando maggior interesse per la propria salute usando il cibo come medicina preventiva per se stessi e per i loro amici a quattro zampe, questo non è affatto sbagliato ma prendere ciò che va bene per le persone e applicare gli stessi concetti ai cani non è sempre una valutazione corretta; per quanto riguarda la medicina veterinaria e la scienza, far seguire ai propri cani una dieta senza cereali potrebbe non essere sempre la strada giusta da seguire.

Con il recente avvento delle mode alimentari come il "senza glutine", "senza cereali" e "alimenti integrali" anche la dieta senza cereali per i cani è decollata con successo nel mercato degli alimenti per animali, molti produttori di alimenti senza cereali per cani stanno guadagnando terreno sul mercato grazie ad un meccanismo di pensiero comune, ovvero "beh, se i cereali fanno male a me sarà così anche per il mio cane ... giusto?" oppure "I cereali sono soltanto ingredienti riempitivi, non sono così necessari nel cibo per animali, giusto? "

Nella mia pratica veterinaria la domanda sulla dieta senza cereali per i cani è una delle più comuni che mi sento fare. In breve, la questione del cibo per cani senza cereali è piuttosto controversa per gli esperti cinofili che seguono un approccio basato sull'evidenza, ma è un po' più complicato del semplice "buono o cattivo", nel complesso ci sono alcuni motivi per cui potrebbe non essere la scelta migliore per il vostro cane.

1 - Truffa del cibo: potrebbe non essere realmente "grain free"

I proprietari sono spesso sorpresi dal fatto che non tutti gli alimenti senza cereali per i loro cani siano effettivamente così, senza cereali; per capire come ciò sia possibile, è necessario conoscere le sostanze alimentari che sono tecnicamente considerate "grani". Il dizionario online Merriam-Webster definisce un grano nel modo seguente (1):

  1. "un seme o un frutto di un' erba da cereali"
  2. "i semi o i frutti di varie piante alimentari tra cui le erbe di cereali e altre piante ad uso commerciale e statutario (come i germogli di soia)"

Botanicamente parlando, i chicchi di cereali appartengono alla famiglia delle "Poaceae" che comprende: grano, mais, riso, avena, orzo, sorgo, farro, miglio, triticale, segale e molti altri. Un altro gruppo di "cereali" è diventato popolare in alcune boutique di alimenti per animali e viene spesso commercializzato come alimenti per cani che seguono diete "senza cereali"; sono tecnicamente e correttamente considerati "pseudo-cereali" poiché il grano saraceno, la quinoa e l'amaranto botanicamente parlando sono semi.

Quindi perché questo importa?

Importa perché le compagnie di alimenti per cani potrebbero mentirvi, il che non dovrebbe sorprendere a questo punto. I produttori di alimenti per animali si affidano al fatto che la maggior parte delle persone non capisce appieno cos'è un cereale, ad esempio si pensa al grano e al mais quando si pensa ai "cereali" e questi sono attualmente i più "villanizzati" in quanto associati alla produzione di OGM, ai residui chimici e alla cattiva salute.

Se siete stati indirizzati a seguire una dieta senza cereali per cani, assicuratevi di leggere attentamente le etichette. A volte il riso o l'orzo da birra si trovano negli alimenti per cani "senza glutine" o "senza cereali": questi dovrebbero essere etichettati come "Senza frumento, soia o mais" invece di essere semplicemente senza cereali, perché il riso è un cereale.

Affidatevi a società attendibili che si impegnano per un prodotto di qualità, se state cercando consigli su marchi di alimenti per cani affidabili fate qualche ricerca online o chiedete assistenza a un nutrizionista per la scelta di un prodotto.

2 - Non è necessariamente più salutare per o cani

Iniziamo con un semplice fatto: non ci sono prove scientifiche che suggeriscano che la dieta senza cereali per i cani sia un'opzione migliore per tutti, in effetti la ricerca che è stata fatta su queste diete ha trovato risultati alquanto opposti. Uno studio del 2014 conclude:

"Etichette che riportano la dicitura 'senza-cereali' sono più dannose per il cane e non dovrebbero essere somministrate a meno che non sia richiesto per altri bisogni specifici."

I maggiori esperti dell'attuale ricerca sull'alimentazione per cani lo confermano ulteriormente e generalmente non sono d'accordo sul fatto di cambiare la dieta del vostro cane con una dieta senza cereali senza una buona ragione per farlo.

Le diete prive di cereali differiscono significativamente l'una dall'altra

Inoltre, la dieta senza cereali per cani ha molte varianti e non tutte sono create ugualmente. A meno che non vi sia una condizione di salute speciale, la dieta senza cereali per cani non dovrebbe essere "low-carb" (povera di carboidrati) ma molte lo sono, d'altra parte le diete senza cereali ad alto contenuto di proteine e grassi ma povere di carboidrati possono essere problematiche per alcuni (2).

Gli studi dimostrano che nutrire il cane senza cereali può causare uno squilibrio dei microrganismi nel tratto digestivo e alla fine può causare flatulenza, diarrea, vomito o costipazione.

Alcuni cani che seguono una dieta senza cereali ad alto contenuto proteico soffrono di disturbi digestivi o di feci inconsistenti ma ritorneranno alla normalità una volta reintrodotti i cereali o una fonte appropriata di carboidrati ricchi di fibre. Per mantenere un buon equilibrio tra tutti i macronutrienti e le fibre, cercate alimenti che forniscano una quantità adeguata di fibre attraverso ingredienti come: piselli, lenticchie, zucca, zucca butternut, quinoa, mele, pere e polpa di barbabietola.

Fate attenzione alle diete ad alto contenuto proteico che contengono solo una o due fonti di fibre: non tutte le fibre sono uguali e diversi tipi hanno effetti differenti sul sistema digestivo.

Ad esempio, in una ricetta per cani senza cereali e quasi il 100% di carne, su una base di sostanza secca si ottiene il 44% di proteine (alto contenuto proteico) e l'1% di fibre, questo superficialmente sembra andar bene tuttavia, quando si guarda da dove proviene quella fibra nell'elenco degli ingredienti, vengono citate due fonti: inulina di radice di cicoria (fibra solubile) e laminaria essiccata (alghe), una fonte di fibra di alginato.

Sia l'inulina che gli alginati di alga laminaria sono tipi di fibra solubile, idealmente le fonti di fibre insolubili e solubili dovrebbero essere incluse nella dieta del vostro cane.

La fibra solubile rende le feci meno voluminose, nutre i batteri "buoni" nell'intestino e lega l'acqua creando un "gel" che aumenta la parte liquida nelle feci (3), rende anche più veloce la fermentazione di alcuni batteri che possono predisporre i cani alla flatulenza se la loro dieta contiene solo fibre solubili. Le diete ad alto contenuto di carne che contengono solo fibre solubili possono anche predisporre alcuni cani a diarrea cronica e persino stressare eccessivamente i reni.

La fibra insolubile aiuta a normalizzare la velocità di movimento del cibo digerito attraverso il tubo digerente, può aiutare a velocizzare le cose o a rallentarle e rendere anche le feci più voluminose e un po' più secche. La dieta del vostro cane dovrebbe contenere sia fonti di fibre solubili che insolubili, controllatela in modo da ottenere una giusta combinazione di fonti di fibre sia con cereali che senza: questo probabilmente darà il miglior equilibrio tra fibra insolubile e solubile.

Se osservate gli ingredienti sull'etichetta da entrambi i lati di questo grafico, la quantità fibra del vostro cane è ben bilanciata:

Fonti di fibre solubili Fonti di fibre insolubili
Inulina, radice di cicoria Grano integrale
Alga marina, alga laminaria Crusca d'avena
Polpa di barbabietola Frutta e verdure integra o bucce di frutta
Frutti integri Lino
Frutti di bosco integri Segale
Psyllium Germogli di soia
Pectina Piselli, lenticchie

Quella che dovrebbe essere la "normale" quantità di fibra nella dieta dei cani è ampiamente dibattuta tra gli esperti, in genere per cani adulti è consigliata una percentuale inferiore al 5% di fibra da mangime secco (4). La maggior parte degli alimenti per cani in commercio è costituita da 1-2% di fibra su una base di mangime secco.

3 - I cani non sono lupi

Molti produttori di mangimi, inclusi in quelli delle diete senza cereali, promuovono i loro alimenti sostenendo che il DNA ancestrale del vostro cane è in comune con il lupo; questo è vero, ma è un confronto incompleto. Dopo una considerevole indagine scientifica su quanto i cani di oggi siano simili ai lupi la risposta è: non molto simili.

Tuttora chi possiede cani spesso mi chiede: "I lupi non mangiano cereali quindi perché il mio cane dovrebbe?"

Questo confronto è incompleto in quanto i cani sono una specie diversa dai lupi e si sono evoluti accanto agli umani per migliaia di anni. I cani sono più vicini agli onnivori indifferenti, non ai veri carnivori (5) e mentre i cani selvaggi cacciano la carne fresca, essi ottengono una grande parte della loro alimentazione anche dal frugare.

Oggi i cani selvatici possono mangiare, e lo fanno, il pane avanzato dagli umani in un bidone della spazzatura o mele mezze marce cadute da un albero, i lupi di solito no. I cani si sono evoluti accanto agli umani e hanno mangiato ciò che noi abbiamo mangiato inclusi i cereali e 10.000 anni di esistenza accanto agli umani sono abbastanza tempo per far sì che l'apparato digerente del cane cambi e si adatti al nuovo ambiente e alla nuova dieta, lo dicono gli esperti.

Pensateci: un paragone simile potrebbe essere il fatto che gli umani condividano molto DNA in comune con gli scimpanzé dato che siamo tutti primati ma gli umani hanno gli stessi requisiti nutrizionali di uno scimpanzé? No, perché ci siamo evoluti in modo diverso.

4 - La maggioranza dei cani può facilmente digerire i cereali

Poiché i cani si sono evoluti assieme alle persone i loro tratti digestivi possono assimilare in maniera efficiente le calorie date dai cereali. Come ho già detto, la dieta senza cereali per cani può essere una buona alternativa in casi molto specifici, ad esempio se il vostro animale domestico ha allergie passare ad una alimentazione senza cereali può sembrare la giusta strada da percorrere (e a volte lo è). Molte persone decidono di provare una dieta senza glutine o senza cereali per alleviare alcuni sintomi.

È vero che passare ad un'alimentazione senza cereali può aiutare certi cani ma è improbabile che aiuti il vostro cane nel modo in cui credete.

La maggior parte dei cani con allergie soffre di dermatite atopica. I cani possono avere allergie cutanee pruriginose causate da diverse varietà di sostanze ma essi non soffrono comunemente di intolleranze o allergie al glutine o ai cereali, non è impossibile ma è molto improbabile.

Solo il 10% circa delle allergie nei cani è causato dal cibo (6, 7, 8). La maggior parte di questo 10% è causata dal consumo di proteine come carne di manzo, pollo, uova e agnello, che gli studi hanno scoperto essere gli allergeni più comuni mentre grano e mais causano più raramente allergie nei cani.

Statisticamente il prurito alla pelle del vostro cane è molto più probabilmente causato da un'allergia a qualcosa nell'ambiente come: polline, muffa, acari della polvere e peli di scarafaggio.

Se pensate che il vostro cane sia affetto da un'allergia alimentare parlatene con il vostro veterinario: prima di eliminare i cereali e sottoporre il vostro cane a prove alimentari per eliminazione potrebbe essere consigliabile provare una nuova dieta proteica (carne di cervo, e altra selvaggina) o una dieta ipoallergenica.

5 - L'alto costo del "senza cereali"

L'ultima cosa da menzionare sulla dieta senza cereali per cani è il prezzo elevato. Come probabilmente avrete già notato, sia che si tratti di marchi a basso costo che di quelli tra i migliori alimenti per cani, le diete senza cereali di solito hanno un costo più elevato rispetto a quelle contenenti cereali. Tra gli alimenti per cani i prodotti a base animale sono quasi sempre più costosi rispetto ai prodotti a base vegetale.

Molti marchi di alimenti per cani senza cereali includono anche carni destinate al consumo umano, questo può essere più salutare per i nostri amici ma comporta anche un prezzo più alto. Anche i frutti integri, le verdure e persino le lenticchie che sono destinate al consumo umano, negli alimenti per cani fanno aumentare il prezzo, questo non significa che non dovreste spendere un euro in più per il cibo del vostro cane se potete permettervi di farlo ma siate preparati prima di cambiare.

In conclusione

La dieta priva di cereali può essere adatta per alcuni cani in casi specifici tuttavia nella maggior parte dei casi non è necessario che il vostro Fido passi ad una dieta priva di cereali, inoltre gli studi hanno anche riscontrato molti casi in cui la dieta senza cereali può essere peggiore per il cane rispetto ad una con alimenti commerciali che contengono cereali.

Se modificate la dieta del vostro cane per quanto riguarda i cereali ricordate di farlo con attenzione.

Ogni volta che cambiate il cibo del vostro cane è importante farlo lentamente, iniziate introducendo il 10% di cibo nuovo nel 90% di cibo vecchio al giorno 1 e entro il giorno 7 dovreste essere giunti al 100% di nuovo cibo; se notate che il vostro cane presenta feci molli, diarrea o vomito tornate al vecchio cibo per qualche giorno e contattate il vostro veterinario.

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 2 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty