Guida completa all’alimentazione canina

Guida completa all’alimentazione canina

Linee guida generali sull’alimentazione

Perché il cibo per cani è importante

Vi assicuro che il cibo è il fattore più importante nella vita del vostro cane. Attraverso la dieta deve assorbire tutto quello di cui il suo corpo necessita: dall’energia di cui ha bisogno per continuare a rincorrere la palla all’incredibile gamma di nutrienti che formano ogni tessuto e fanno continuare i diversi processi cellulari, tutto questo deve essere consegnato attraverso la dieta. Troppo o troppo poco di qualsiasi nutriente può causare problemi e se qualcosa che non dovrebbe esserci entra a far parte della dieta del vostro cane, di sicuro i problemi non saranno molto lontani. Dallo svezzamento alla vecchiaia, la dieta è il fattore che determinerà la qualità e la lunghezza della vita del vostro cane.

Scegliere il cibo giusto è una cosa che dovete al vostro cane, ma non preoccupatevi, siamo qui per aiutarvi fino alla fine!

Cosa dare al vostro cane

L’eterna domanda…cosa dovrei dare al mio cane?

Sfortunatamente, non c’è un’unica risposta. Possiamo aiutarvi a scegliere i cibi con gli ingredienti migliori, ma nessun cibo è adatto a ogni cane.

Cani diversi stanno meglio con diete diverse, quindi scegliere il cibo includerà sempre una quantità di tentativi ed errori.

Detto questo, leggendo le etichette dei cibi per animali e sapendo cosa cercare, trovare il cibo giusto può diventare molto più semplice, ed è qui che possiamo aiutarvi.

Innanzitutto, dovrete scegliere quale categoria di cibo preferireste utilizzare: umido, secco o crudo, cibi completi o carne (cotta o cruda) e un mix. Nessuna categoria è migliore dell’altra poiché ognuna include buoni e cattivi esempi. Ogni tipo di cibo ha i suoi pro e contro e la scelta su quale utilizzare riguarda davvero quale soddisfa al meglio i vostri bisogni.

Cibi completi

I cibi completi sono di gran lunga la scelta più popolare per i proprietari di cani in Italia. Per essere ‘completi’ devono contenere ogni nutriente necessario per un cane in quantità sufficienti per mantenere il cane in salute, il che significa che si devono utilizzare solo questi. I cibi completi possono essere secchi, umidi o crudi.

Cibi complementari e biscotti mixer

I cibi complementari di solito sono cibi umidi o crudi che non contengono tutta la varietà di nutrienti richiesti per un cane o li contengono in proporzioni sbagliate. Per questo motivo devono essere aggiunti altri cibi alla dieta, come quelli preparati in casa, biscotti mixer o cibi completi.

I biscotti mixer in pratica sono riempitivi a base di cereali, di tanto in tanto con verdure o erbe. Nutrizionalmente sono incompleti (non contengono tutti i nutrienti necessari per un cane) e quindi devono essere dati insieme a cibi umidi o crudi. Come con tutti i cibi per cani, la qualità di questi biscotti va da ottima a pessima.

Cibi secchi

Cibo secco per cani

La maggioranza dei cani italiani sono nutriti con cibi secchi completi. La loro popolarità è certamente dovuta alla loro convenienza, poiché non richiedono nessuna preparazione e non hanno dei requisiti speciali di conservazione.

I cibi secchi sono fatti con ingredienti essiccati e macinati e possono essere cucinati in vari modi:

  1. L’Estrusione è di gran lunga il metodo di cottura più comune per i cibi secchi. Nel processo di estrusione, i cibi crudi sono prima macinati e poi passati attraverso quella che è una pentola a vapore gigante. Dopo l’estrusione, il cibo viene asciugato, raffreddato e coperto con un rivestimento di grassi e oli per migliorarne il sapore. I critici affermano che le alte pressioni e temperature coinvolte nell’estrusione distruggono alcuni dei nutrienti contenuti nel cibo, incluse le vitamine, alcuni aminoacidi ed enzimi. Per i sostenitori invece, il processo di cottura aumenta la digeribilità e uccide i parassiti.

  2. Al forno, un altro metodo di cottura che fa cuocere i cibi con una pressione più bassa rispetto all’estrusione e quindi potrebbe lasciare molti nutrienti intatti. Tuttavia, la cottura al forno fa affidamento su un certo contenuto di glutine di grano per legare il biscotto.

  3. Stampo a freddo permette la produzione di cibi secchi senza il bisogno di utilizzare temperature o pressioni alte potenzialmente dannose. I cibi stampati a freddo sono un’innovazione relativamente nuova e non sono ancora largamente disponibile.

  4. Essiccatura all’aria include esporre il cibo a una corrente di aria calda che rimuove gradualmente l’aria dal cibo attraverso l’evaporazione. L’essiccatura all’aria riduce i danni a proteine, vitamine ed enzimi in confronto ai metodi di cottura convenzionali.

I cibi secchi possono essere utilizzati insieme o mischiati con cibi umidi e crudi. Quando si mischia con diete complete, bisogna fare attenzione a non darne troppo. Il modo più semplice sarebbe dare metà della porzione suggerita del primo cibo con metà della razione raccomandata del secondo.

Cibi umidi

Cibo umido per cani

Anche i cibi umidi sono molto popolari e si possono trovare in lattine e vaschette. I cibi umidi non hanno bisogno di nessun conservante aggiunto poiché il processo di cottura uccide tutti i microrganismi dentro i contenitori sigillati. I cibi umidi possono essere completi o complementari. Poiché i cibi umidi contengono molta acqua, le quantità necessarie sono molto più alte di quelle del cibo secco, il che spesso li rende più costosi.

Cibi crudi (BARF)

Dieta BARF

Se avete notato un numero crescente di congelatori nei negozi per animali, il motivo sono i cibi crudi. L’alimentazione a crudo è vista da molti come il modo più naturale di nutrire un cane e negli ultimi anni è diventata la tendenza con la più alta crescita in Italia. Molti preparano le diete a crudo (BARF) da soli, ma alcune compagnie hanno sviluppato cibi crudi completi preparati nella forma di blocchi o bocconi congelati che forniscono tutti i benefici dell’alimentazione a crudo con tutta la convenienza del cibo per cani convenzionali. Ok, forse non tutta la convenienza - trasportare cibi congelati per lunghi periodi (per le vacanze e così via) può essere complicato e farli scongelare la notte prima di darli al cane non è facile come aprire un sacchetto o una lattina, ma per il numero crescente di alimentatori a crudo lì fuori, è un piccolo prezzo da pagare. Come i cibi umidi, ci sono sia forme complete sia complementari di cibi crudi. E ancora come i cibi umidi, quelli crudi contengono inevitabilmente grandi quantità d’acqua.

Una volta che avrete deciso quale categoria di cibo preferite utilizzare, possiamo aiutarvi a scegliere alcune delle migliori varietà tra le centinaia disponibili.

Anche con il nostro aiuto però, tutto quello che possiamo fare è una stima di quale cibo farà probabilmente bene al vostro cane. Tutti i cani sono diversi e mentre alcuni prospereranno anche con cibi di qualità bassa in apparenza, altri potrebbero avere difficoltà anche con diete della più alta qualità. La salute del vostro cane, quindi, sarà sempre l’indicatore definitivo della compatibilità di un cibo.

Quanto cibo dare

Dare la giusta quantità è importante tanto quanto usare il cibo giusto. Tutti i cibi per cani hanno delle linee guida di alimentazione sulla confezione. Dovreste sempre iniziare seguendo queste linee guida per il peso del cane. Il vostro veterinario sarà in grado di dirvi il peso del vostro cane o potete salire sulla bilancia mentre tenete il vostro cane in braccio e calcolarlo a casa.

Peso forma cani

Una volta che il vostro cane si è abituato a un cibo, tenete d’occhio il suo peso, questo è il modo più semplice per capire se gli state dando la giusta quantità di cibo. Comparate la forma del corpo del vostro cane con le foto dei cani qui sopra. Il vostro cane è nel suo peso forma quando potete sentire, ma non vedere facilmente, le ultime due o tre costole e quando c’è una vita facilmente identificabile guardando dall’alto. Se il vostro cane ste prendendo peso eccessivo, controllate la nostra guida per cani inclini all’aumento di peso. Se il vostro cane invece è troppo magro, provate ad aumentare la quantità del cibo del 10% o a passare a una dieta con più calorie.

A volte, i cani sovralimentati non prendono molto peso, invece sviluppano problemi digestivi o altri problemi di salute. Se un cane è nutrito più del dovuto, il suo corpo potrebbe rispondere espellendo il cibo in una forma di diarrea che col tempo potrebbe portare alla perdita di peso. Se il vostro cane ha problemi di salute, guardate la nostra guida per alimentare i cani con problemi di salute minori qui sotto o per altre condizioni più serie, consultate il vostro veterinario.

Quando nutrire

Quando nutrire un cane

Per la maggior parte dei cani adulti in salute, il numero e l’orario dei pasti non sono particolarmente importanti. Una volta stabilita la quantità, dovreste semplicemente dividerla nel numero di pasti che volete e darli nei tempi che vi fanno comodo. La maggior parte dei padroni di cani sceglie 1-3 pasti al giorno.

Molti proprietari di cani preferiscono l’alimentazione libera. Questo è quando il cibo viene lasciato nella ciotola e il cane può scegliere quando e quanto mangiare. Sebbene l’alimentazione libera possa funzionare bene con alcuni cani, è sempre meglio dosare la quantità consigliata all'inizio della giornata e rabboccare la ciotola dopo. Una volta che è finito, è finito. Questo è importante per evitare di sovralimentare e aiuta anche a prevenire i capricci.

Vi sono, tuttavia, alcune eccezioni. Ad esempio, se il cane diventa facilmente affamato di solito è meglio dargli diversi piccoli pasti per assicurarsi che lo stomaco non rimanga vuoto per lunghi periodi. Per i cani che a volte vanno in bagno in casa di notte, è spesso utile attenersi a pasti mattutini o nel primo pomeriggio per assicurarsi che il cibo abbia il tempo di farsi strada prima di andare a dormire. Alcuni problemi di salute, come il diabete, richiedono anche attenzione alle ore dei pasti.

Per i cuccioli e le cagne incinte, date un’occhiata alle sezioni che seguono per il numero e frequenza dei pasti.

Mischiare cibi diversi

Finché avete la giusta quantità, mescolare cibi diversi può essere un ottimo modo di aumentare la varietà e l'equilibrio della dieta del vostro cane. Anche se le filosofie possono differire tra i marchi, così come le percentuali di proteine/grassi/fibre, le quantità di micronutrienti in alimenti completi sono generalmente conformi a livelli raccomandati (forniti FEDIAF in Europa, da AAFCO in America, ecc…), quindi sostituire una percentuale della quantità raccomandata di uno completo con la stessa percentuale di un altro generalmente funzionerà più o meno allo stesso modo.

La chiave è nelle percentuali. Poiché le densità di nutrienti di cibi diversi possono essere molto diverse, e questo si riflette nelle quantità raccomandate dal produttore. Quindi attenetevi alle percentuali: 50% della quantità raccomandata del cibo 1 e 50% di quella del cibo 2, o 60/40, 70/30, 80/20 ecc.

Attenzione, alcuni cani hanno bisogno di tempo per abituarsi a cibi diversi, quindi di solito è meglio mischiare i cibi insieme con ogni pasto invece di alternarli.

Cambiare cibi

L’apparato digerente di un cane ha bisogno di tempo per adattarsi perfettamente a un nuovo alimento. Per questo motivo si consiglia sempre l'introduzione di un nuovo alimento per diversi giorni per rendere la modifica il più agevole possibile. Il modo più semplice sarebbe quello di dare il 75% della vecchia dieta e il 25% della quantità raccomandata del nuovo cibo per un giorno o due, seguita da 1-2 giorni a 50/50 e per l'ultimo paio di giorni 25 % del cibo vecchio con il 75% del nuovo. Un cambiamento lento è importante specialmente per i cani con lo stomaco sensibile che possono avere bisogno di un cambiamento nel corso di un periodo più lungo.

Cambiare tra varianti diverse di una stessa gamma può essere fatto più velocemente poiché molti ingredienti saranno gli stessi, anche se per i cani sensibili bisognerà comunque cambiare gradualmente.

Cibi diversi possono avere quantità raccomandate molto diverse, quindi assicuratevi di controllare la guida sulla confezione del nuovo cibo perché sia la sovralimentazione sia la sottoalimentazione potrebbero portare a problemi di salute.

Conservare il cibo del cane

Dal momento in cui un ingrediente è raccolto, i suoi livelli nutrizionali iniziano a calare e il tasso al quale i nutrienti si degradano dipende interamente da come il cibo viene conservato. Per ottenere il massimo da qualsiasi alimento, il meglio è un contenitore ermetico. Ci sono un sacco di opzioni in tutti i tipi di forme e dimensioni disponibili nei negozi di animali o si può semplicemente utilizzare una normale pattumiera o altri contenitori analoghi. Un contenitore buono e robusto aiuterà anche a respingere eventuali incursioni non autorizzate mentre siete fuori. Gli alimenti secchi devono essere conservati in un luogo fresco e asciutto mentre gli alimenti umidi devono essere refrigerati dopo l'apertura e i surgelati devono essere scongelati solo poco prima di essere dati al cane.

Etichetta del cibo per cani

Leggere l'etochetta

La lista degli ingredienti

La lista degli ingredienti è la vostra finestra nella vera natura della dieta del vostro cane. I produttori non possono mentire sulla lista degli ingredienti, e anche se ci sono modi in cui la verità può essere oscurata o lavorata, di solito facile è da individuare, il che ci permette di separare i cibi buoni dai cattivi o i possibilmente cattivi.

Etichetta Chiara

La cosa più importante da cercare in un elenco d’ingredienti è la chiarezza. Ogni ingrediente dovrebbe essere nominato, e gli ingredienti più importanti ( 3 o 4 in cima alla lista) idealmente dovrebbero essere indicati con una percentuale per dirvi la quantità presente.

Termini ampi a ombrello come 'cereali' e 'carne e derivati animali’ potrebbero riferirsi a una vasta gamma d’ingredienti di diversa qualità che rende impossibile sapere cosa sta mangiando il vostro cane. I produttori li usano sia perché la ricetta cambia regolarmente o, più probabilmente, perché nominando gli ingredienti potrebbero scoraggiare i clienti. In generale, se un elenco d’ingredienti comprende termini ambigui come questi, è probabilmente meglio presumere il peggio ed evitare il cibo. Ciò è particolarmente importante se il vostro cane è incline a intolleranze alimentari poiché identificare ed eliminare gli ingredienti problematici non è possibile se non si sa esattamente che cosa si sta usando.

Quali ingredienti cercare

Come gli esseri umani, i cani sono onnivori e sono in grado di digerire e utilizzare una vasta gamma di alimenti. A differenza di noi, tuttavia, il sistema digestivo del cane è molto più orientato per il consumo di carne e trae benefici da una dieta ricca di carne. Idealmente, la carne dovrebbe essere il primo (e quindi più abbondante) ingrediente nella lista.

I produttori di cibo per cani usano una gamma vastissima d’ingredienti, molti dei quali vi saranno familiari, altri no. Il nostro glossario d’ingredienti di cibo per cani (NOTA FINE TRADUZIONE: INSERIRE LINK) contiene tutte le informazioni sugli ingredienti più popolari, anche su quelli che si dovrebbero cercare e quelli che sarebbe meglio evitare.

Specchietto per le allodole

Tutti gli ingredienti devono essere elencati in ordine di quantità contenuta nel cibo. Il primo ingrediente è, quindi, la parte più grande e più importante del cibo. Purtroppo, i produttori possono essere molto furbi quando si tratta dell'ordine degli ingredienti, quindi alcune tattiche comuni da cercare includono:

  1. Dividere i cereali: usando molte fonti di cereali, la quantità di ognuno è relativamente piccola, ponendoli più in basso nella lista degli ingredienti, ma in realtà tutti i cereali insieme potrebbero essere il primo ingrediente.

Questo può essere fatto anche con un singolo granello - per esempio, in un alimento ricco di mais, si può semplicemente mettere 'mais' come primo ingrediente, o si potrebbe elencare 'farina di mais', 'glutine di mais' e 'semola di mais' separatamente. Poiché la quantità di ciascuno è più piccola, appaiono più in basso nella lista facendoli apparire meno rilevanti.

  1. Carne fresca nei cibi secchi: Negli alimenti secchi per cani, la carne può essere sia secca (di solito chiamata farina di carne) o fresca. Entrambi sono buone fonti di carne di qualità ma per compararle accuratamente, il contenuto d'acqua delle carni fresche deve essere rimosso dall'equazione. La carne fresca è composta per circa due terzi di acqua, mentre la farina di carne contiene solo circa il 5% di acqua. Ciò significa che il 20% carne fresca equivale solo a circa il 7% di carne secca. Se la carne fresca è il primo ingrediente, assicuratevi di scontare l'acqua e di conseguenza spostarlo in basso nell'elenco.

  2. 'Contenuto totale di carne ': Una crescente tendenza per i produttori di cibo per cani è elencare il "contenuto totale di carne", invece della percentuale dei singoli ingredienti a base di carne. Questo permette di raggruppare la quantità di tutti gli ingredienti carne. Per esempio, invece di:

"Ingredienti: Farina di pollo (20%), olio di pollo (5%), proteine del pollo (2%)... "

potreste trovare:

"Contenuto totale di pollo: 27%. Ingredienti: farina di pollo, olio di pollo, proteine del pollo... "

L’analisi standard

L'analisi standard è dove si possono trovare informazioni sui livelli di alcuni nutrienti nel cibo del vostro cane. Ogni produttore di cibo per cani ha la propria idea di quali livelli di nutrienti ha bisogno un cane e come risultato, la quantità di proteine, grassi e fibre possono variare enormemente tra gli alimenti. Mentre diversi cani staranno meglio con alimenti dai diversi profili nutrizionali, ho sempre pensato che i cani sono estremamente adattabili e i più sono in grado di prosperare su una vasta gamma di livelli di nutrienti, dalla tradizionale a basso contenuto di proteine e grassi, ricca di fibre degli alimenti secchi, alla nuova generazione di alto contenuto proteico e di grassi, e povera di fibre dei cibi umidi e crudi. Per questo motivo, a meno che il vostro cane abbia un problema specifico di salute, io non mi preoccuperei dell'analisi standard. Se il vostro cane ha un problema di salute, date un'occhiata alla nostra guida per l'alimentazione dei cane con problemi di salute minori qui sotto o per problemi più gravi consultate il veterinario.

Secondo la legge italiana, tutti gli alimenti per cani completi devono mostrare le percentuali di proteine, grassi, fibre e ceneri sulla confezione. Alcuni cibi dichiarano il contenuto di più sostanze nutritive, ma questo è completamente volontario. Per scoprire il motivo per cui ogni nutriente è importante per il vostro cane, date un'occhiata alla seguente guida per le sostanze nutrienti del cibo per cani.

Nutrienti del cibo per cani

Nutrienti del cibo per cani

Tutti i cani hanno bisogno di una vasta gamma di sostanze nutritive per vivere una vita sana. Si va dai macro-nutrienti come proteine e grassi, di cui i cani hanno bisogno grandi quantità ai micronutrienti come vitamine e minerali che sono necessari in quantità molto più piccole, ma sono altrettanto cruciali per la salute di un cane. Tutti gli alimenti per cani sono tenuti a fornire le percentuali di determinate sostanze nutritive sull'etichetta, ma se avete bisogno di maggiori dettagli, dovreste entrare in contatto con il produttore e che di solito sarà lieto di aiutarvi.

Proteine

La proteina è una parte importante di ogni cellula del corpo del vostro cane ed è essenziale per la crescita sana e la riparazione. Pelle e tessuto muscolare contengono grandi quantità di proteine che sono anche la componente principale dei capelli e delle unghie. Nei cani, la proteina è anche una fonte di energia importante.

Le proteine nella dieta possono venire in molte forme e da molte fonti. La forma più naturale e digeribile per i cani è disponibile in carne e pesce. I cani si sono evoluti per consumare quantità di carne relativamente elevate e la loro fisiologia si è adattata per digerire e utilizzare facilmente i nutrienti che la carne contiene. Questo è il motivo per cui i nutrizionisti pongono sempre l’accento sul contenuto di carne di un alimento.

Purtroppo, la carne è un ingrediente costoso e molti alimenti per cani di grado inferiore tagliano i costi sostituendo carne con fonti di proteine meno costose come la farina di soia, glutine di mais, proteine di patata, proteine vegetali e così via. Le proteine provenienti da fonti non a base di carne sono più difficili per il corpo del cane da digerire e usare, e hanno una maggiore probabilità di causare intolleranza alimentare.

Tradizionalmente, la maggior parte degli alimenti secchi per adulti contiene il 20-30% di proteine (circa il 5-8% nei cibi umidi) e molti proprietari e produttori di cibo per cani hanno suggerito che le diete di proteine più elevate possono essere dannose. Più recentemente, tuttavia, una nuova ondata di alimenti ad alto contenuto di carne/ proteico ha dimostrato che finché viene da fonti animali buone, i cani sono più in grado di gestire elevate quantità di proteine. Come molte altre cose, quando si tratta di proteine, la qualità è molto più importante della quantità.

Grassi / Oli

I grassi (o oli come vengono spesso chiamati) servono una serie di funzioni essenziali nei cani. Una pelle e capelli sani sono mantenuti da grassi e per grammo, il grasso fornisce più di due volte l'energia di proteine o di carboidrati. Alcuni grassi, chiamati acidi grassi essenziali (comunemente noti come oli omega 3 e 6) non possono essere creati dal cane e, pertanto, devono essere ottenuti da prodotti alimentari. Questi oli essenziali sono importanti per il controllo d’infiammazioni, la coagulazione del sangue, e lo sviluppo del cervello e troppo poco può portare a problemi di salute.

Alcuni oli, se mangiati con moderazione, possono portare benefici per i cani e alcuni alimenti per cani li hanno aggiunti come parte della ricetta. Supplementi comuni di nutrienti di olio includono gli oli di pesce, enotera, borragine e rosmarino.

Mentre i grassi sono essenziali e molti possono essere utili, altri possono essere pericolosi e troppo di qualsiasi grasso può portare a obesità e a una miriade di problemi di salute che spesso comporta. Molti produttori di alimenti per cani aggiungono grandi quantità di grassi di basso grado, altamente trasformati (di solito solo denominati “oli e grassi" o "grassi animali") per rendere il cibo più appetibile. Purtroppo, questi grassi tendono a contenere grandi quantità di grassi saturi e idrogenati, che possono aumentare il colesterolo nel sangue e contribuire a malattie cardiache.

La maggior parte degli alimenti secchi per cani contiene il 9-14% di grassi (circa il 2-4% nei cibi umidi). Se il vostro cane è incline all’aumento di peso, dovreste cercare alimenti senza grassi superiori al 10% (2,5% umidi).

Fibre

Anche se c'è qualche dibattito sul bisogno di fibre nella dieta canina, vi è un consenso crescente che la fibra alimentare può essere molto utile per i cani.

Le fibre sono parti di piante che non possono essere digerite. Come risultato forniscono zero calorie e passano attraverso il sistema digestivo praticamente senza trasformazioni, ma lungo la strada hanno alcuni ruoli importanti.

La fibra assorbe l'acqua come una spugna. Ciò significa che se c'è acqua in eccesso nel colon, per esempio durante la diarrea, qualsiasi fibra alimentare la assorbirà e aiuterà a produrre delle feci solide. Se, d'altro canto, vi è poca acqua nel colon, che spesso porta alla costipazione, la fibra attingerà all’acqua dai tessuti circostanti e contribuirà a risolvere il problema. Come potete vedere, la fibra è importante per mantenere la salute intestinale e può trattare efficacemente sia la stitichezza sia la diarrea.

Un'altra importante funzione della fibra è come pre-biotico. Ciò significa che fornisce un terreno e una fonte di cibo per i batteri intestinali "amici". Questi batteri aiutano nella digestione del cibo e a prevenire che microbi nocivi si stabiliscano nell’intestino.

La fibra alimentare rallenta anche la digestione degli altri alimenti con cui è consumata. Questo può essere particolarmente utile nei cani diabetici perché la fibra aiuta a fornire un lento e costante rilascio di zuccheri nel sangue. Può anche aiutare con programmi di perdita di peso poiché gli alimenti che sono ricchi di fibre sono digeriti più lentamente, permettendo al cane di sentirsi pieno più a lungo, fornendo meno calorie.

La fibra si trova solo nelle piante, quindi in pratica tutti i cereali e le verdure ne contengono un po’, mentre le carni non ne contengono per niente.

Minerali / ceneri

'Cenere' è uno dei termini più comunemente fraintesi negli alimenti per animali domestici. Contrariamente alle immagini che evoca, cenere è semplicemente una misura del contenuto di minerali di un alimento. Nel calcolare il contenuto calorico del cibo, questo viene incenerito e l'energia liberata misurata. Tutti i carboidrati, grassi e proteine bruciano, lasciando solo i minerali. Questo è noto come contenuto di ceneri.

In generale, i cibi a base di carne rossa hanno un contenuto di ceneri più alto perché contengono ossa ricche di minerali.

I cani hanno bisogno di una grande varietà di minerali per rimanere in forma e in salute, e devono essere in quantità sufficiente in qualsiasi alimento completo. Per questo motivo, per la maggior parte dei proprietari di cani, il contenuto minerale del cibo è piuttosto irrilevante. Due eccezioni sono cani con problemi ai reni o alle vie urinarie, che beneficiano di diete con livelli di cenere inferiori, e cuccioli in crescita che hanno bisogno di minerali sufficienti per un sano sviluppo osseo.

I minerali sono coinvolti in ogni processo nel corpo del cane. Ecco un elenco di alcuni dei minerali più importanti e le funzioni che svolgono:

  • Calcio: Necessario per la formazione di denti e ossa, trasmissioni nervose e contrazioni muscolari.

  • Fosforo: Necessario per la struttura scheletrica, del DNA e RNA; metabolismo energetico.

  • Magnesio: Necessario per consentire la funzione degli enzimi, secrezioni ormonali; interfaccia della membrana delle cellule nervose.

  • Potassio: Necessario per una sana funzione nervosa, reazioni degli enzimi e metabolismo energetico.

  • Ferro: Parte integrante di emoglobina e mioglobina; metabolismo energetico, enzimi nella respirazione.

  • Rame: Tessuto connettivo, metabolismo del ferro, formazione delle cellule del sangue e difesa contro l'ossidazione.

  • Zinco: Funzione enzimatica, metabolismo di proteine e carboidrati, funzione cutanea e guarigione delle ferite.

  • Manganese: Reazioni enzimatiche, sviluppo delle ossa, formazione della cartilagine; funzioni neurologiche e del metabolismo.

  • Selenio: Importante nel sistema immunitario e per la protezione contro l'ossidazione.

Vitamine

Le vitamine sono un gruppo di composti essenziali per mantenere il vostro cane sano e in forma. Non possono essere prodotte in quantità sufficiente nel corpo e così devono essere prese con la dieta e poiché non vengono immagazzinate in modo molto efficiente, l'assunzione giornaliera è importante. Attualmente ci sono 13 vitamine conosciute, ciascuna delle quali ha un ruolo fondamentale nella salute del vostro cane:

  • Vitamina A: Necessaria per vista, crescita, funzione immunitaria, sviluppo fetale, manto e pelle sane.

  • Vitamine B (x8): Sono principalmente coinvolte nel metabolismo, o derivano energia dagli alimenti mangiati.

  • Vitamina C: Vitale per un sistema immunitario forte.

  • Vitamina D: Importante durante lo sviluppo dello scheletro, equilibrio del fosforo, necessaria per assorbire il calcio nell’intestino.

  • Vitamina E: Difesa contro il danno ossidativo.

  • Vitamina K: coinvolta nello sviluppo osseo e nella coagulazione del sangue.

Le vitamine ultimamente sono diventate un tema sempre più caldo per i nutrizionisti canini poiché molti metodi di produzione alimentare canina comportano temperature molto alte note per distruggere vitamine. Per questo motivo, la stragrande maggioranza dei produttori ora aggiunge vitamine sintetiche ai cibi. Questi integratori sopravvivono molto meglio al processo di cottura, ma sono oggetto di critiche da parte dei sostenitori dell’alimentazione naturale che sostengono che sono nutrizionalmente inferiori alle vitamine naturali. Per questo motivo, alcuni produttori di cibo per cani hanno iniziato a sperimentare con una temperatura di cottura bassa o anche spremitura a freddo. Ovviamente gli alimenti crudi surgelati non sono cotti e così mantengono molte più delle loro sostanze nutritive naturali e quindi di solito non richiedono alcun supplemento di vitamine.

Nutrire durante la gravidanza e l’allattamento

Durante la gravidanza e l'allattamento, i cuccioli in via di sviluppo ricevono tutte le sostanze nutritive dalla madre. Azzeccare la dieta della madre è quindi essenziale, non solo per mantenere la sua salute, ma anche per garantire che i cuccioli abbiano il miglior inizio possibile alla vita.

Durante le prime 6 settimane di gravidanza, i cuccioli rimangono piuttosto piccoli e non richiedono troppo dalla loro madre, quindi di solito la sua dieta normale è sufficiente.

Dalla sesta settimana di gravidanza alla nascita

Durante l'ultimo trimestre di gravidanza (sesta-nona settimana) i cuccioli crescono molto rapidamente, raddoppiano le dimensioni all'incirca ogni settimana. Questo costa molto alla madre, e la sua dieta dovrà essere rafforzata per compensare.

Sebbene del cibo extra sarebbe sufficiente, la capacità dello stomaco della madre sarà notevolmente ridotta a causa della presenza dei cuccioli, quindi è meglio continuare a darle la stessa quantità, passando ad un alimento con energia superiore. Alcune aziende producono alimenti specifici per le femmine incinte e in allattamento, ma qualsiasi cibo o dieta per cuccioli ad alto contenuto di energia sarebbe altrettanto efficace. Siccome il volume dello stomaco continua a diminuire, è spesso consigliabile alimentare la madre con pasti diversi, più piccoli al giorno per le ultime 1-2 settimane di gravidanza (invece di uno o due pasti grandi).

Dalla nascita allo svezzamento

Dopo la nascita, la madre continua a fornire ai cuccioli tutto ciò di cui hanno bisogno per la crescita e lo sviluppo attraverso il suo latte, e le sue esigenze dietetiche continueranno a salire. Continuate a darle cibo molto energetico, e iniziate aumentando la quantità come mostrato di seguito, preferibilmente offrendo più pasti al giorno, piuttosto che pasti più grandi.

  • Prima settimana: Datele circa il 150% della solita quantità giornaliera.

  • Seconda settimana: Datele circa il 200% della solita quantità giornaliera.

  • Dalla terza settimana allo svezzamento: Datele circa il 300% della solita quantità giornaliera.

Questa guida è molto approssimativa e può essere necessario un aggiustamento. Ad esempio, una madre che allatta solo uno o due cuccioli avrà bisogno di meno di quanto suggerito sopra, e per le madri con cucciolate molto grandi (oltre sei cuccioli) potrebbe essere necessario di più. Per le madri di grandi cucciolate potrebbe essere necessaria l’alimentazione libera.

Nutrire i cuccioli

Dallo svezzamento fino a 8 settimane

Lo svezzamento è il passaggio dei cuccioli dal latte al cibo solido. Alcuni produttori di cibo per cani hanno alimenti speciali per lo svezzamento ma qualsiasi cibo per cuccioli sarà sufficiente. Se si utilizza un cibo secco, aggiungete acqua calda e schiacciate il cibo in una consistenza simile a una pappa. Iniziate a introdurre il cibo all'inizio della quarta settimana del cucciolo (non prima). I cuccioli dovrebbero iniziare a mangiare il cibo naturalmente, pur prendendo un po' di latte dalla madre. Avranno bisogno di almeno 4 piccoli pasti al giorno e nei giorni successivi, noterete che i cuccioli prendono sempre più cibo solido, mentre la produzione di latte della madre inizia a diminuire. Il processo di svezzamento intero richiede solitamente circa dieci giorni per terminare.

Durante lo svezzamento, gli importi di alimentazione della madre possono essere gradualmente ricondotti alla normalità. In seguito si può tornare al suo cibo normale, o se lei è in condizione carente, potete aiutarla mantenendo la sua dieta ad alta energia fino a quando lei è di nuovo in forze. Se notate problemi di salute nella madre o nei cuccioli, consultate il veterinario.

I cibi secchi possono essere introdotti tra le 5-6 settimane d’età.

Da 8 settimane alla maturità

A otto settimane, il cucciolo si è sviluppato abbastanza, fisicamente e psicologicamente, per consentire un passaggio sicuro verso una nuova casa. Essendo in un ambiente totalmente nuovo e lontano dalla madre e dai fratelli per la prima volta, questo è indubbiamente uno dei momenti più stressanti della vita per un cucciolo e si dovrebbe fare quanta più attenzione possibile per renderlo il più semplice possibile.

Cambiare la dieta del vostro nuovo cucciolo a questo punto aggiungerebbe solo altro stress, qualunque cosa gli usasse l'allevatore, dategli quello almeno per le prime 2 settimane prima di apportare cambiamenti nella dieta.

Date un'occhiata alle nostre linee guida di alimentazione canina generale per iniziare a studiare il giusto regime alimentare per il vostro cucciolo. Attenzione, gli importi di alimentazione suggeriti nelle nostre recensioni di cibo per cani sono forniti solo per aiutarvi a confrontare i costi di alimentazione relativi dei cibi e non devono essere utilizzati come alternative alla guida di alimentazione fornita sulla confezione.

I denti adulti del vostro cucciolo appariranno tra i 3-7 mesi di età, e potrebbero rallentare la sua alimentazione. Se gli state dando un cibo secco, sentitevi liberi di ammorbidire i biscotti con acqua tiepida.

Cani diversi maturano a velocità diverse. Le razze più piccole, per esempio, possono arrivare alla crescita totale, già ai 9 mesi di età, mentre alcune razze giganti possono continuare a crescere fino a 18 mesi di età. Una volta che i cuccioli finiscono di crescere, naturalmente avranno bisogno di meno cibo e molti avranno un appetito ridotto. In questa fase è importante passare a un alimento adulto per evitare l'aumento eccessivo di peso. Date un'occhiata alla nostra guida sul cambio del cibo per cani per ulteriori informazioni. Alcune marche di cibo per cani creano anche alimenti intermedi che dovrebbero essere dati tra gli alimenti per cuccioli e per adulti.

Nutrire i cani adulti (1-7 anni)

Cibo per cani adulti

Cani sterilizzati/castrati

La sterilizzazione altera drammaticamente l'equilibrio ormonale del cane, che a sua volta influenza il tasso metabolico, tra le altre cose. A seguito della sterilizzazione, le femmine in particolare (ma anche alcuni maschi) tendono ad avere tassi metabolici ridotti, il che significa che hanno bisogno di meno calorie dalla loro dieta. Spesso, se continuano a ricevere la stessa quantità di cibo, i cani sterilizzati inizieranno ad aumentare di peso. Se notate che il vostro cane sta guadagnando troppo peso, date un'occhiata alla nostra guida per i cani in sovrappeso.

Cani attivi e lavoratori

I cani che si esercitano attivamente per diverse ore al giorno, naturalmente bruciano una quantità enorme di calorie, e la loro dieta deve rappresentarlo. Vi è un'ampia scelta di alimenti per cani lavoratori disponibili, la maggioranza dei quali sono alimenti economici, di basso grado che, invece di fornire energia supplementare, si basano sul fatto che il proprietario ne dia molto più per ottenere abbastanza calorie per il cane. Ci sono delle eccezioni, però, ma poiché la migliore fonte di calorie per i cani è la carne, e la carne è costosa, i cibi per cani lavoratori di buona qualità possono essere abbastanza costosi.

Razze piccole

Le razze piccole e toy tendono ad avere tassi metabolici più elevati rispetto ai loro cugini più grandi. Ciò significa che tendono a beneficiare di alimenti energetici. Molti produttori di alimenti per cani producono diete specifiche per la razza piccola, ma quando non sono disponibili, gli alimenti per cuccioli di solito forniscono una buona alternativa. Gli alimenti per cuccioli comportano livelli di energia più alta e i cibi secchi per cuccioli hanno biscotti più piccoli preferiti da molte razze piccole.

Razze grandi

A differenza dei cani più piccoli, quelli di taglia grande e gigante maturano più tardi, spesso non raggiungono la piena maturità fino a 15-18 mesi di età, e poi raggiungono la vecchiaia molto più velocemente, con la vita media di molte razze giganti di soli 6 o 7 anni. A causa del loro rapido processo d’invecchiamento e del peso che portano, si deve prestare una particolare attenzione alle articolazioni dei cani più grandi. La maggior parte delle formule per razze grandi aggiunge integratori per contribuire a sostenere le articolazioni come condroitina, glucosamina e MSM. Per altri informazioni, date un'occhiata alla nostra guida per l'alimentazione di cani con problemi alle articolazioni.

Cani anziani (7 anni+)

Invecchiando il metabolismo dei cani inizia a rallentare. Questo significa che il loro livello di energia diminuisce gradualmente e hanno bisogno di meno calorie dalla dieta. La maggior parte dei produttori di cibo per cani ora produce diete speciali per i cani anziani, con meno calorie, ma questo è più perché le vogliono i proprietari che i cani stessi. I cani anziani possono stare altrettanto bene con una minore quantità di normale cibo per cani adulti - dopotutto, gli animali selvatici non cambiano la loro dieta quando invecchiano, ma mangiano di meno.

Le diete per anziani comunque consentono l'inserimento di alcuni integratori per aiutare con i comuni problemi di salute che interessano i cani anziani. I problemi articolari, per esempio, sono comuni nei cani anziani, quindi gli alimenti per cani spesso includono integratori per le articolazioni come oli di pesce, condroitina, glucosamina e MSM. Naturalmente, questi supplementi possono essere acquistati separatamente e aggiunti a qualsiasi cibo per cani adulti. Per ulteriori informazioni, date un'occhiata alla nostra guida sull’alimentazione di cani con problemi articolari.

La maggior parte dei produttori di cibo per cani classifica i cani come 'anziani' o 'maturi' quando raggiungono i 7 anni di età. Anche se questo è un buon punto di riferimento, diverse razze e individui diversi possono invecchiare a ritmi notevolmente diversi. Ad esempio, le razze piccole potrebbero non cominciare a rallentare fino a dopo i 10 anni, mentre alcuni cani di taglia grande potrebbero mostrare alcuni segni d’invecchiamento alla giovane età di 5 anni. Come sempre, è meglio soddisfare l'individuo che la regola. Quando notate che il vostro cane rallenta o mangia meno, è probabilmente il momento di modificare gradualmente la dieta.

Nutrire cani schizzinosi o ingordi

Il cane non vuole mangiare

Nutrire cani schizzinosi

Attenzione, il seguente consiglio è per i proprietari di cani che rifiutano regolarmente il cibo senza problemi di salute sottostanti. Se il vostro cane ha improvvisamente perso appetito è sempre meglio consultare un veterinario.

Alcuni cani possono essere molto difficili da nutrire. Non importa ciò che mettete giù, non sono semplicemente interessati, o se lo sono di solito è solo una questione di tempo prima che inizino a storcere il naso. Beh, non preoccupatevi, certamente non siete i soli (in realtà questo è probabilmente il problema alimentare canino più comune) e, in generale, il rimedio è abbastanza semplice.

La cosa più importante da ricordare è che i cani non sono naturalmente animali pignoli, ma sono allievi eccezionali. Ad esempio, quando un cane rifiuta il cibo (forse perché semplicemente non ha fame, o perché si sente così così), e il proprietario preoccupato cerca di incoraggiarlo con aggiunte gustose, cibi nuovi e interessanti o forse nutrendo a mano, imparerà presto che rifiutare il cibo porta sempre qualcosa di buono. Questo funziona esattamente come l’addestramento canino- per esempio- il proprietario dice ‘seduto’, il cane si siede e riceve un premio; in pochissimo tempo il cane si siederà a comando. Con i cani schizzinosi invece gli si offre cibo, il cane lo rifiuta, gli viene dato un premio e così via.

La chiave per rompere il ciclo è rimuovere l'associazione tra rifiutare il cibo e i premi. Sono essenziali orari dei pasti rigorosi. Uno o due al giorno contribuiranno a sviluppare l’appetito fra i pasti. Mettete la ciotola a terra e tutto quello che non è consumato entro 20 minuti può essere ripreso. Anche se non è stato mangiato niente, NON OFFRITEGLI ALTRO! I cani possono stare senza cibo per un tempo sorprendentemente lungo senza effetti negativi (fino a diversi giorni nel caso dei cani adulti di taglia media e grande, ad esempio), quindi siate pazienti, ne varrà la pena.

Ripetete il processo a ogni pasto, e contenetevi con i premi tra i pasti fino a quando la pignoleria non sarà cessata. Ben presto vedrete che il problema non era il cibo, il cane era semplicemente stato addestrato a respingere tutto ciò che gli veniva messo di fronte.

Nutrire cani ingordi

Molti cani sono sempre affamati. Non importa quanto vengono sono nutriti, vogliono sempre di più. Alcune razze come i labrador sono particolarmente soggetti e per alcuni cani molto motivati, le loro costanti richieste e ricerche di cibo possono diventare un vero problema.

Prima di fare qualsiasi cosa, confrontate il vostro cane con la nostra tabella di peso canino. Se il vostro cane è al di sotto del peso normale, la sua fame è ben giustificata. Fino a quando è in buona salute e i suoi movimenti sono stabili, dovreste provare ad aumentare gradualmente la sua quantità di cibo. Questo aiuterà contro la fame e anche a raggiungere un peso più sano.

D'altra parte, se il cane è di peso normale o al di sopra, sapete che quello che sta mangiando è sufficiente, quindi dobbiamo trovare il modo di soddisfarlo meglio senza aumentare la sua assunzione complessiva.

Molto spesso, quando la dieta di un cane viene modificata da cibo di basso livello a uno di qualità, spesso possono essere un po’ affamati. Questo perché gli alimenti di alta qualità tendono a contenere meno riempitivi e più ingredienti nutrizionali, così gli importi di alimentazione sono più bassi. Il vostro cane si abituerà alle porzioni più piccole nel tempo, ma nel frattempo potreste provare alcune delle tecniche di seguito.

Un modo semplice è quello di dare pasti regolari più piccoli. Ad esempio, invece di dare due pasti da 120 g al giorno, si potrebbero fare tre pasti da 80 g. Questo gli darà meno tempo tra i pasti per sviluppare l’appetito.

Le diete leggere contengono meno calorie per grammo quindi potete darne un po’ di più senza sovraccaricare il cane.

Potete anche aggiungere alcuni cibi preparati in casa per aggiungere sostanza alla dieta. Pappa d’avena cotta (in acqua, non latte), riso ben cotto o verdure verdi cotte possono essere mescolati con il cibo normale. Questi alimenti sono ricchi di fibre, che non solo aiuteranno a riempire il vostro cane, rallenteranno anche la digestione del cibo normale facendolo sentire pieno più a lungo.

Nutrire cani con problemi di salute minori

Diete e malattie

Il corpo di un cane è una cosa incredibile. Nel corso di milioni di anni di evoluzione è stato modellato in una macchina estremamente efficiente. Ogni cellula in ogni sistema funziona insieme per tenere il cane sano e in forma e per farlo hanno semplicemente bisogno della quantità corretta di nutrienti giusti. In generale, le cose cominciano ad andare male solo quando un fattore esterno o una dieta inadeguata sconvolgono questa armonia.

Il punto è che la malattia non è un evento casuale. È sempre il risultato di qualche fattore, e riducendo al minimo tali elementi, è possibile ridurre le probabilità di tutti i problemi di salute.

Il modo migliore per affrontare la dieta del vostro cane è cercare di fornire il tipo di alimenti dovrebbe mangiare. In questo modo, il suo corpo otterrà tutto quello di cui ha bisogno, evitando qualche cosa che potrebbe causare problemi. Considerate la 'dieta naturale' del cane - sia in termini di ciò che avrebbero mangiato in natura o che i proprietari avrebbero potuto offrirgli da oltre 15.000 anni, quando i cani sono stati addomesticati per la prima volta (ci sono molte discussioni su quale di questi due approcci è più appropriato, ma in ogni modo, molti dei principi sono gli stessi). Se qualsiasi ingrediente di un cibo per cani non si adatta alla 'dieta naturale', allora può valere la pena di evitarlo.

Stare lontani da questi ingredienti è importante perché se il sistema del cane non ha avuto il tempo di adattarsi a esso - un processo che può richiedere migliaia di generazioni, allora non sarà elaborato correttamente e potrebbe invece provocare una reazione. Non è un caso che molti degli ingredienti più problematici per i cani (e gli esseri umani) sono anche quelli che sono entrati nella catena alimentare solo in tempi relativamente recenti:

  • Latte e prodotti lattiero-caseari sono diventati una parte normale della dieta umana solo negli ultimi mille anni, e quindi probabilmente sono entrati dieta del cane solo poco più tardi.

  • Il grano tenero (Triticum aestivum), potrebbe anche avere migliaia di anni come specie, ma non è diventato la base della dieta umana fino a poco tempo fa, forse solo poche centinaia di anni fa.

  • La soia non ha raggiunto le diete occidentali fino agli inizi del ventesimo secolo.

  • La maggior parte degli additivi chimici sono stati inventati solo negli ultimi 60-70 anni. Prima di allora, molte di queste molecole non esistevano da nessuna parte dell’universo.

Con così poco tempo per adattarsi a questi nuovi ingredienti, non c'è da meravigliarsi che tendano a causare tanti problemi nei cani.

Disturbi di stomaco (digestivi)

I disturbi digestivi minori possono spesso beneficiare di aggiustamenti dietetici, ma se i problemi del vostro cane sono gravi, o si prolungano per più di pochi giorni, consultate il veterinario per un consiglio. I disturbi digestivi minori possono avere molte forme, e anche se le cause possono variare, l'approccio dietetico per trattarli è generalmente lo stesso.

Individuare i problemi digestivi

Il migliore indicatore della salute dell'apparato digerente del vostro cane è, avete indovinato, la cacca. Si può imparare un sacco dagli escrementi del vostro cane, quindi assicuratevi di controllare regolarmente. L'elaborazione di un sano sistema digestivo di un alimento adatto produrrà delle feci dense e marroni, non eccessivamente puzzolenti. Se colano o sono dure e passano difficilmente, allora qualcosa non va. Anche feci dai colori accesi o molto puzzolenti sono cattivi segni. State attenti al muco nelle feci poiché sono un sintomo comune di SII (sindrome dell'intestino irritabile).

Anche la quantità di feci è importante. Un cane in salute avrà bisogno di farla varie volte al giorno, ma se è troppa, spesso significa che il cane non è in grado di digerire e assorbire il cibo in modo efficiente.

Anche la flatulenza eccessiva o troppo puzzolente e il vomito occasionale sono un segno comune di problemi digestivi.

Trattare i problemi digestivi

Adesso che avete stabilito che il vostro cane ha un disturbo digestivo minore, cosa potete fare per aiutarlo?

Naturalmente, la dieta ha un enorme effetto sulla salute dell'apparato digerente. Se c'è un problema, è probabile che la dieta corrente abbia un ruolo in questo, per cui un cambiamento è una buona idea. Cercate un alimento ipoallergenico per cominciare. Questi alimenti sono privi di ingredienti problematici più comuni e quindi non rischiano di provocare eventuali disturbi. È consigliabile scegliere un alimento con una carne diversa da quella attuale per escludere qualsiasi intolleranza alla carne.

Per problemi molto delicati - occasionali feci liquide o flatulenza, per esempio, è possibile eseguire un normale cambio di dieta - date un'occhiata alla nostra guida sul cambio del cibo per cani per ulteriori informazioni. Tuttavia, se i problemi sono regolari o più pronunciati è meglio far riposare l'apparato digerente con 24 ore di digiuno seguito da una dieta di semplice pollo e riso ben cotto. Piccole quantità di pollo e riso possono essere dati più volte al giorno per alcuni giorni, durante quel tempo eventuali disturbi digestivi dovrebbero diminuire. Una volta che le feci del vostro cane sembrano sane, potete iniziare a introdurre gradualmente il nuovo alimento nella dieta di pollo/riso per un periodo di 7-10 giorni. Se in qualsiasi fase avete dei dubbi, o se le feci del vostro cane non migliorano con la dieta pollo / riso, consultate il veterinario.

In molti casi, quanto date è importante tanto quanto quello che offrite. Anche con le migliori diete, se ne date troppo, possono seguire problemi digestivi. Spesso, se il volume del cibo è così grande da travolgere il sistema, il corpo può rispondere facendolo scorrere velocemente sotto forma di diarrea. Poiché la diarrea spesso causa di perdita di peso, può svilupparsi un circolo vizioso in cui il proprietario cerca far prendere peso al cane di nuovo nutrendolo ancora di più, peggiorando i problemi digestivi e la perdita di peso. Per evitare qualsiasi difficoltà iniziate sempre con la quantità consigliata sulla confezione.

Tenete a mente che il cibo non è l'unica causa di problemi digestivi. Lo stress, per esempio, può sbilanciare il sistema ed è altrettanto probabile che causi costipazione o diarrea. I nuovi cuccioli spesso sperimentano una settimana o due di disturbi digestivi dopo il passaggio alla nuova casa. Se sospettate che lo stress potrebbe essere la causa dei problemi del vostro cane, la causa dello stress deve essere identificata e rimossa prima di controllare la dieta - cambiare alimenti ora aggiungerebbe solo altro stress. Per i nuovi cuccioli, date loro 2-3 settimane per abituarsi prima di provare qualsiasi cambio nella dieta – date un’occhiata alla nostra guida di alimentazione dei cucciolo per maggiori dettagli.

Problemi cutanei e del manto

Problemi cutanei minori e del manto spesso possono beneficiare con aggiustamenti dietetici, ma se i problemi del vostro cane sono gravi o se non rispondono al cambiamento di dieta, consultate il veterinario.

I problemi della pelle sono molto comuni nei cani, così comuni, che molti proprietari di cani pensano che siano una parte normale della vita del loro cane. Il grattarsi continuo o mordersi la pelle, un manto grasso e puzzolente, forfora e muta costante sono tutti segni rivelatori di problemi minori della pelle, la maggior parte dei quali può essere alleviata, se non risolta del tutto, con un semplice cambio di cibo. Un cane sano dovrebbe mutare solo una o due volte l'anno. Il mantello deve essere lucido, ma non grasso e non dovrebbe lasciare odori sulla mano dopo una carezza.

Questo non è perché tutti gli alimenti offrono una cura, ma perché il cibo corrente contiene probabilmente la causa. Pertanto, la chiave per risolvere il problema è individuare eventuali ingredienti problematici e trovare un nuovo cibo privo di essi.

Tutti i cani sono diversi e, mentre un particolare ingrediente potrebbe andare bene per uno, può causare problemi per un altro. Alcuni ingredienti, in particolare quelli evidenziati in rosso sui nostri profili di cibo per cani, molto più probabilmente causeranno problemi per i cani, quindi se il vostro cane è affetto da problemi cutanei, questi dovrebbero essere i primi ingredienti eliminati dalla dieta. Questo non vuol dire che gli ingredienti rossi sono gli unici ingredienti problematici - di fatto qualsiasi ingrediente ha il potenziale per innescare una reazione, quindi identificare la causa può essere una sfida.

Prove allergiche

I veterinari offrono diversi tipi di prove allergiche, dove la pelle o il sangue del cane sono valutati con le reazioni di un certo numero di alimenti e fattori ambientali. Purtroppo, questi test possono essere molto costosi e la loro accuratezza è stata ampiamente criticata.

Diete di esclusione

L'alternativa ai test veterinari è quella che viene chiamata dieta di esclusione. In sostanza, il vostro scopo è escludere tutto ciò che potrebbe essere la causa del problema dalla dieta del vostro cane. Più rendete semplice la dieta, meglio è, quindi la prima cosa da fare tagliare fuori qualsiasi premio o bocconcino che offrite (non preoccupatevi, potete provare a re-introdurli in un secondo momento!) e poi passare a un alimento adatto. L'approccio dell’esclusione presuppone che tutto ciò che sta causando il problema è nella dieta corrente del cane, quando scegliete un nuovo alimento, cercatene uno con il minor numero possibile d’ingredienti in comune con la dieta attuale. Per esempio, se il vostro cane ha problemi di pelle con un alimento a base di pollo, riso e mais, provate a cercare un cibo senza questi tre ingredienti - ad esempio, salmone e patate. Date un'occhiata al profilo dei nuovi alimenti su questo sito e cercare di evitare quelli con gli ingredienti evidenziati in rosso. Gli ingredienti sono evidenziati in rosso o perché sono stati collegati con problemi di salute o perché sono poco chiari, il che renderebbe molto difficile il successo di una dieta di esclusione.

Dopo aver trovato un adeguato cibo nuovo, fate un cambiamento graduale - date un'occhiata alla nostra guida sul cambio di cibo per cani per ulteriori informazioni. Gli effetti di un cambiamento di dieta tendono a farsi strada dall'interno verso l'esterno, così mentre i cambiamenti digestivi avvengono in tempi relativamente brevi, la pelle e il pelo possono richiedere molto più tempo per rispondere. Gli effetti completi possono richiedere fino a 12 settimane quindi siate pazienti. Alcuni cani sembrano anche peggiorare prima di migliorare, soprattutto quando si passa da una dieta molto inadeguata a un alimento di alta qualità. Questo è detto da molti nutrizionisti 'periodo di disintossicazione' e i segni comuni sono muta, aumento della forfora e pelle squamosa. La disintossicazione inizia generalmente entro una settimana o due dal cambiamento del cibo, e dura per un'altra settimana o due. Se questi o altri sintomi continuano o peggiorano, o avete dubbi, in qualunque fase, consultate il veterinario.

Allergie ambientali

Naturalmente, non tutti i problemi cutanei sono causati dal cibo. Gli allergeni ambientali come polline e acari della polvere e fattori genetici possono certamente avere un ruolo, ma anche qui, una dieta corretta può aiutare il corpo del cane ad affrontare le cause e sintomi in modo più efficace.

Integratori della pelle

C’è una vasta gamma d’integratori che si dice aiutino con i problemi cutanei canini. Tutta una serie di oli, erbe e vitamine sono ampiamente disponibili e possono essere molto efficaci, ma scoprire quale, nel caso, aiuterà il vostro cane richiederà sempre un po' di tentativi ed errori. Molti alimenti per cani completi ora includono integratori della pelle come oli di pesce, di enotera, di borragine, ecc., come parte della loro formula. Gli integratori tuttavia, non dovrebbero essere utilizzati come alternativa ad una dieta sana.

Premi per cani con problemi cutanei

Molti premi contengono esattamente il tipo d’ingredienti che dovrebbero essere evitati durante una dieta di eliminazione, quindi è meglio tagliarli fuori del tutto fino a quando i sintomi non si sono calmati. Per tutti i cani sensibili, provate a cercare premi ipoallergenici o esenti da qualsiasi degli eccipienti potenzialmente problematici elencati nel glossario degli ingredienti del cibo per cani. Inseriteli lentamente e se vedete segni di ritorno dei problemi di salute, interrompete subito l'assunzione.

Problemi articolari

Molti cani sviluppano problemi articolari a un certo punto della loro vita. Una vita di usura rende i cani anziani molto più inclini ma alcuni fattori possono abbreviare i tempi. I fattori genetici possono contribuire enormemente, per questo motivo alcune razze sono molto più soggette a problemi articolari rispetto ad altre. Qualsiasi storia di traumi o interventi chirurgici alle articolazioni può portare a problemi in cani di qualsiasi età. Qualunque sia la razza del vostro cane e la sua storia, però, uno dei fattori più importanti della salute articolare, e certamente il più facile da controllare, è la dieta.

La dieta colpisce le articolazioni in due modi - in primo luogo, se il cibo è giusto per il cane, tutto il corpo è in una posizione migliore per affrontare i danni e la malattia. Ha il giusto equilibrio di nutrienti importanti per mantenere un sistema immunitario sano e fare le riparazioni necessarie. Una dieta inappropriata invece può destabilizzare il sistema immunitario rendendolo inefficace o ipersensibile e potrebbe non fornire le sostanze nutritive necessarie richieste per la riparazione congiunta.

In secondo luogo, la dieta controlla il peso del cane, che può avere effetti enormi sulle articolazioni. Una piccola quantità di peso in eccesso può mettere le articolazioni sotto uno sforzo supplementare, quindi assicurarvi che il vostro cane abbia un peso sano è essenziale. Date un'occhiata alla nostra guida su quanto dare al vostro cane per ulteriori informazioni.

Integratori per le articolazioni

Gli integratori per le articolazioni canine sono diventati sempre più popolari negli ultimi anni. La richiesta è così alta che molti produttori di cibo per cani ora incorporano uno o più integratori congiunti nelle loro ricette. La condroitina e la glucosamina sono costituenti naturali della carne e sono presenti in quasi tutti gli alimenti per cani, ma alcuni ne aggiungono altri per fornire un supporto congiunto supplementare. Il metisulfonilmetano (MSM) è un altro integratore naturale, molto popolare per le articolazioni. Anche se molti proprietari di cani riportano miglioramenti reali con questi tre integratori, gli studi clinici sui cani sono inesistenti e quelli fatti sulle persone inconcludenti. Molti oli tra cui quelli di pesce e quelli che si trovano nelle cozze verdi sono segnalati anche per ridurre l'infiammazione e aiutare la mobilità articolare ma gli studi sui cani purtroppo mancano. L'artiglio del diavolo, ha dimostrato i benefici per gli esseri umani con problemi articolari, ma è molto costoso e quindi non è utilizzato spesso negli alimenti per cani.

Se desiderate aggiungere eventuali integratori alla vostra dieta canina, consultate il vostro veterinario o erborista circa l'idoneità e il dosaggio.

Problemi comportamentali

Problemi comportamentali del cane

Anche se la dieta può svolgere un ruolo primario in molti problemi comportamentali, è importante consultare il proprio veterinario o comportamentista canino se il comportamento del vostro cane sta diventando problematico.

Come tutti i genitori sanno, il cibo che un bambino mangia può influenzare notevolmente il suo comportamento. Gli alimenti zuccherati e alcuni additivi alimentari sono i soliti sospetti e sono stati a lungo legati con iperattività e altri problemi comportamentali associati. Allo stesso modo, i livelli di energia, capacità di attenzione e comportamento di un cane possono fluttuare notevolmente dopo aver mangiato alcuni alimenti. Se il vostro cane sta mostrando segni d’iperattività, tenetevi lontani da additivi artificiali, in particolare conservanti e coloranti, così come alimenti con eventuali zuccheri aggiunti. Alcuni nutrizionisti hanno anche affermato che le diete ad alto contenuto proteico possono influenzare il comportamento di un cane, ma questo non è stato dimostrato.

Problemi urinari

La dieta può svolgere un ruolo importante nella prevenzione di problemi urinari minori, ma se i problemi del vostro cane sono già stabiliti, consultate il vostro veterinario.

Ci sono molti problemi che possono colpire il sistema urinario di un cane. Calcoli vescicali o renali, cristalli urinari, infezioni batteriche e cistiti (l'infiammazione causata da altre condizioni) sono tra i più comuni. Anche se le cause dei problemi urinari possono essere molto varie, il modo migliore di tutti tenerle a bada è assicurarsi che l'urina non diventi troppo concentrata.

Calcoli e cristalli si formano dai minerali nelle urine. Più l'urina è concentrata, più è probabile che si formino. I batteri dell’urina si cibano dei nutrienti nelle urine, quindi di nuovo, mantenere la concentrazione di sostanze nutritive bassa sarà di aiuto. Anche la cistite è meno irritata dall’urina diluita.

Come possiamo evitare che l'urina si concentri troppo? L'urina è prodotta dai reni filtrando il sangue. Il loro ruolo è eliminare le tossine, come l'urea e sali minerali in eccesso dal sangue. L'urea è prodotta quando gli aminoacidi in eccesso (i mattoni delle proteine) vengono scomposti dal corpo. Le diete ricche di proteine quindi producono inevitabilmente più urea, così le diete a basso contenuto proteico sono spesso raccomandate per i cani che sono inclini a problemi urinari. I minerali possono assumere varie forme, ma il calcio, il magnesio e il fosforo sono tra i maggiori contribuenti dei calcoli urinari. Le diete ad alto contenuto di sodio (sale) dovrebbero essere evitate poiché comportano uno sforzo inutile sui reni.

Anche l'acqua è fondamentale per la salute di reni e vie urinarie. Assicuratevi sempre che il vostro cane abbia accesso a un sacco di acqua fresca e pulita. Se state usando un cibo secco, potreste anche immergerlo nell’acqua per garantirne l'assunzione.

Problemi cardiaci

Per i cani con una storia di problemi cardiaci, la dieta può essere molto importante nel ridurre il rischio di problemi futuri. Tuttavia, non può prendere il posto di un adeguato sostegno veterinario quindi consultate il veterinario per consigli su come affrontare i problemi cardiaci.

Il modo migliore per aiutare un cuore che lotta è ridurre il carico di lavoro. Ciò può essere fatto evitando tutti gli alimenti che possono aumentare la pressione sanguigna, come le diete ad alto contenuto di sale (sodio). Molti nutrizionisti consigliano anche di evitare diete a base di carne rossa poiché contengono più colesterolo che può attaccarsi all'interno dei vasi sanguigni rendendo più difficile pompare il sangue attraverso di essi.

Qualsiasi peso aggiuntivo comporterà uno sforzo supplementare sul cuore, quindi fate attenzione a mantenere il vostro cane in una condizione sana e snella. Date un'occhiata alla nostra guida su quanto alimentare il vostro cane per ulteriori informazioni.

Integratori cardiaci

Alcuni aminoacidi (i mattoni delle proteine) sono essenziali per la funzione cardiovascolare. L-carnitina e taurina per esempio, sono conosciute per le loro proprietà benefiche. Entrambi questi aminoacidi sono naturalmente prodotti dai tessuti degli animali e quindi presenti davvero in tutti i cibi per cani, anche se alcuni produttori ne aggiungono altri come integratori dietetici.

Cani sovrappeso

Quando i cani portano troppo peso, soffrono degli stessi problemi dell'uomo in sovrappeso. Letargia, pressione alta, problemi articolari, problemi cardiaci e diabete sono tutti molto più comuni nei cani in sovrappeso. Mantenere il proprio cane a un peso sano è, quindi, veramente importante.

Sebbene alcuni cani siano più inclini a mettere su peso rispetto ad altri, l’aumento di peso è possibile solo quando il numero di calorie in entrata è superiore alla quantità utilizzata dal cane. Pertanto, per fermare l'aumento di peso, o perderlo, il vostro cane ha due possibilità: mangiare meno calorie o bruciare più - o idealmente, entrambi.

Ovviamente, il modo più semplice per assicurarvi che il vostro cane assuma meno calorie è nutrirlo di meno. Se pensate che il vostro cane potrebbe beneficiare della perdita di peso, provate a tagliare la quantità di cibo del 10%. Se non riuscite a vedere qualsiasi perdita di peso dopo 2-3 settimane, riducete la quantità di un ulteriore 10%. Tutti i premi e bocconcini dovrebbero essere compensati da una riduzione simile durante i pasti e i premi ad alto contenuto di grassi dovrebbero essere completamente evitati.

Le diete leggere contengono meno calorie per aiutare con la perdita di peso. Fate attenzione quando scegliete una dieta leggera poiché alcuni produttori riducono le calorie sostituendo la carne ad alto contenuto calorico (alta qualità), con riempitivi a basso contenuto calorico (bassa qualità) come la cellulosa. Un'alternativa sarebbe usare una quantità inferiore di un normale cibo per adulti e inserire verdure cucinate in casa o cereali ben cotti come il riso integrale o pappa d’avena.

La seconda parte di qualsiasi programma di perdita di peso dovrebbe essere l’esercizio. L’esercizio brucia calorie e aiuta a mantenere il vostro cane sano. Tutti i cani beneficiano dell’esercizio, richiedono almeno 30-60 minuti al giorno, i cani più giovani e razze ad alta energia ne richiedono molto di più. Per raggiungere la perdita di peso sana, cercate sempre di coniugare l'alimentazione sana con un sacco di esercizio. Per i cani che non sono abituati a un sacco di esercizio, cercate di costruire la loro attività lentamente.

Altri problemi di salute

Se sospettate che il vostro cane soffra di problemi di salute, vi raccomandiamo di consultare il vostro veterinario. Anche se i problemi di salute possono apparire in una vasta gamma di forme, ci sono alcuni principi dietetici che virtualmente si applicano a tutto. Per altre informazioni visitate la sezione dieta e malattia.