Il miglior cibo per i carlini: consigli nutrizionali e alimenti migliori

Il miglior cibo per i carlini: consigli nutrizionali e alimenti migliori

I carlini hanno una storia molto ricca ed avvincente che può essere fatta risalire al 700 a.C. in Cina dove erano degli animali molto rispettati che venivano trattati come membri della famiglia imperiale, avendo sempre a loro disposizione i cibi migliori.

Al giorno d'oggi, questi cani sono comuni in tutto il mondo, ed anche se probabilmente non potremmo più offrire loro la vita lussuosa di palazzo dobbiamo comunque continuare a chiederci:

Quale è il cibo per cani più adatto ai carlini?

Amiamo i nostri amici a quattro zampe ed è normale pertanto voler dar loro gli alimenti migliori che ci possiamo permettere.

La nostra classifica del miglior cibo per i carlini:

Prodotto consigliato Miglior prezzo Offerta
Royal Canin Pug Adult - - 3 kg 9 lettori hanno comprato questo prodotto € 21.99 Vedi l'offerta
Royal Canin Pug Junior - - 1,5 kg 3 lettori hanno comprato questo prodotto € 12.99 Vedi l'offerta
Acana Adult Dog Small Breed - 6 kg - NEW 38 lettori hanno comprato questo prodotto € 35.99 Vedi l'offerta
Trainer Natural Adult Small & Toy Pollo & Riso - 7 kg 5 lettori hanno comprato questo prodotto € 31.99 Vedi l'offerta

Non è un caso che questa razza sia la più comune al mondo. I carlini sono cani ingegnosi e divertenti. Il loro livello di intelligenza è eccezionale il che li rende degli ottimi compagni particolarmente facili da addestrare.

Il cibo per cani ideale per i carlini dovrebbe essere un alimento in grado di soddisfare ogni loro fabbisogno nutrizionale in base all'età, allo stato di attività, alle condizioni di salute...ecc...

Il fabbisogno calorico dei carlini

fabbisogno calorico dei carlini

Questa razza è particolarmente incline al sovrappeso, e come tutti sappiamo, è solitamente più facile accumulare chili in eccesso che perderli. Dovete sempre tenere questo concetto bene a mente quando dovete dare da mangiare al vostro carlino adulto.

Per mantenere il peso sotto controllo, non dovreste dare da mangiare al vostro cane in modo sregolato, senza fargli seguire un programma nutrizionale bene definito. In generale, avere eccessive libertà sugli orari e sui pasti non va bene per carlini che hanno più di 3 mesi.

Programmare i pasti del vostro amico a quattro zampe significa inoltre poter prevedere abbastanza facilmente in quali momenti della giornata il vostro cane dovrà fare i suoi bisogni.

Un carlino necessita di circa 100 kcal per ogni chilo del suo peso corporeo. Questi valori possono essere più alti o più bassi di circa il 30%, dipende molto dal livello di attività del vostro cane come anche dal suo metabolismo e dalla sua salute.

  • Carlini più anziani: 400 Cal
  • Tipico carlino adulto: 500 Cal
  • Carlini attivi: 750 Cal

Nota: La stima del fabbisogno calorico riportata sopra è principalmente basata sul peso medio di un cane carlino. Prima di apportare qualsivoglia specifica modifica alla dieta del vostro cane, vi preghiamo di consultarvi con il vostro veterinario.

Il cibo più adatto per un carlino, se si tratta di un cane particolarmente attivo, dovrà per forza di cose rispondere ad un fabbisogno nutrizionale maggiore, fornendo pertanto una quantità di calorie maggiore. Gli snack devono essere considerati parte integrante della dieta, e non come degli extra, pertanto vanno inclusi quando bisogna calcolare l'apporto calorico assunto durante la giornata dal nostro amico a quattro zampe. I cuccioli sono estremamente attivi; per cui è sempre meglio prendere in considerazione per loro dei prodotti di alta qualità specifici per cuccioli di carlino.

I cani più vecchi tendono ad essere meno attivi, a muoversi di meno, e necessitano pertanto di un minor apporto calorico.

L'obesità è un problema particolarmente diffuso nei cani di una certa età. Riducendo l'apporto calorico del vostro cane, gli farete solo un favore. Quando i carlini invecchiano, potete diminuire l'apporto proteico fornito dalla loro dieta.

Il fabbisogno di micronutrienti dei carlini

fabbisogno di micronutrienti dei carlini

Il cibo più adatto ai carlini manterrà inevitabilmente determinati livelli di proteine, grassi, carboidrati, vitamine, minerali ed ovviamente, la sostanza più importante nella vita di ogni essere vivente: l'acqua.

Ma guardiamo ai fatti. Non saranno solo una sfilza di dati noiosi, statene certi.

Proteine

I giorni in cui corpi muscolosi, strafatti di steroidi, pronti ad esercitarsi ogni giorno con il body-building sono ormai passati, probabilmente, ma nulla toglie al fatto che le proteine restano comunque una componente fondamentale ed indispensabile della nostra dieta.

I cani in generali ed i carlini in particolare, sono creature dotate di una considerevole forza fisica. Ed è fondamentale per loro ricevere la quantità di proteine necessaria per rafforzare e riparare i propri muscoli.

Le proteine non sono importanti solo per i muscoli. Sono responsabili anche della formazione di nuove cellule, della crescita dei capelli, e di molto altro ancora. Contribuiscono alla formazione di ormoni ed enzimi necessari per supportare le normali funzioni fisiologiche dell'organismo.

Quell'alimento che prende in considerazione tutto quello che abbiamo detto poco sopra permetterà al vostro cane di sviluppare e mantenere un sistema immunitario sano, mantenendo alti i suoi livelli di energia.

I cuccioli sono molto più attivi e vivaci dei cani più anziani; richiedono pertanto più energie per la loro crescita. È di fondamentale importanza tenere bene a mente questo aspetto quando dobbiamo prendere in considerazione le loro abitudini alimentari.

L'apporto proteico necessario per soddisfare il fabbisogno proteico di un cane che sta crescendo è del 22%, mentre è del 18% per i cani adulti. Tenete ben presente che questi sono i valori minimi indispensabili. La maggior parte dei cibi per cani di alta qualità possono superare anche abbondantemente tali valori.

Vorrete indubbiamente assicurarvi che le proteine che il vostro cane assimila provengano da una fonte sicura ed affidabile. Proteine di buona qualità derivano da fonti attendibili di carne quali: pollo, tacchino, agnello, manzo e pesce.

Grassi

Con tutto il clamore mediatico che c'è stato negli ultimi anni riguardo agli svantaggi associati ai grassi, potremmo farci trarre in inganno e pensare che i grassi facciano solo male.

Ma non è affatto così; i grassi fanno bene. Sono di primaria importanza per molte funzioni fondamentali del nostro organismo, come la regolazione della temperatura corporea, l'assorbimento delle vitamine e gli acidi essenziali.

Perché dunque i grassi si sono guadagnati una fama così negativa? Indubbiamente è a causa dell'obesità.

Nonostante i grassi siano di vitale importanza, è importante anche tenere sotto controllo il loro consumo. Troppi grassi non fanno affatto bene. Mentre assimilarne una discreta quantità è l'ideale. Così abbiamo chiarito per bene questo concetto.

Il mantello dei carlini non è molto spesso come invece lo è la loro pelle. Dal momento che questi cani non hanno un pelo sufficientemente folto da proteggersi dal freddo, è importante fornire loro un adeguato apporto di grassi mediante la dieta. Questi grassi serviranno ad isolare le cellule, agendo come una calda coperta.

Come qualsiasi altro ingrediente, è importante conoscere la fonte da cui hanno origine questi grassi. Il cibo spazzatura non darà al vostro cane l'apporto di grassi di cui necessita. Lo sazierà solamente e contribuirà unicamente a favorire il problema dell'obesità. I grassi buoni, al contrario, contribuiranno a migliorarne la salute, le condizioni del mantello e della pelle, ed il funzionamento del cuore e del cervello.

I grassi presenti nella dieta, inoltre, contribuiscono a dare sapore agli alimenti consentendo così al vostro amico a quattro zampe di godersi ancora di più i suoi pasti.

La maggior parte dei cibi secchi per cani, presenti in commercio, contengono il 9-14% di grassi (2-4% nei cibi umidi). Se il vostro cane è in sovrappeso e tendente all'obesità, cercate di dargli cibi che non contengono più del 10% di grassi (2,5% per i cibi umidi).

Carboidrati

I carboidrati sono le fibre, gli amidi e gli zuccheri che si possono trovare nei cereali, nella frutta, nella verdura e nei latticini.

Se assunti in quantità adeguate, forniscono un'utile fonte di energia.

Poiché i cani sono onnivori, usano i carboidrati come fonte di energia disponibile. Questa capacità di usare sia le proteine che i carboidrati consente ai carlini che sono in buona salute reagire bene alla maggior parte degli alimenti presenti in commercio.

La forma e la consistenza delle crocchette viene ottenuta grazie all'utilizzo di cereali comuni, come riso, grano, mais, avena e orzo. Questi ingredienti trasformati sono inoltre ingredienti facili da digerire per il cane.

Per un cane attivo, i carboidrati diventeranno la fonte primaria di energia disponibile una volta che iniziata l'attività fisica.

Non tutte le fonti di carboidrati sono uguali, quindi quando dovete acquistare un qualsivoglia alimento per il vostro amico a quattro zampe, dovreste tenere questo fatto sempre bene a mente. Alcune fonti si suppone siano migliori di altre. In generale, quando acquistate del cibo per cani ha senso orientarsi verso prodotti che presentano un basso contenuto di carboidrati.

Se provate ad immaginare quel pigrone e scansafatiche del vostro cane in un tempo lontano in cui non vi erano divani dove oziare comodamente, capirete bene che sarà difficile per lui optare per un pasto a base di cereali quando può avere a disposizione delle succulente costolette. I cani sono onnivori. Tuttavia, la loro preferenza va principalmente alla carne che alle verdure.

Vitamine e Minerali

Questi nutrienti essenziali sembrano non passare mai di moda, o dovremmo dire di salute.

Inoltre, svolgono molte funzioni fondamentali all'interno dell'organismo. Anche i nostri genitori ci hanno ricordato costantemente la loro importanza nel corso degli anni.

Per cui è naturale che quando diventiamo genitori (di bambini o animali domestici) improvvisamente iniziamo a prestare particolare attenzione a dare loro vitamine e minerali.

State pur certi che il cibo più adatto ai carlini avrà questi ingredienti essenziali riportati sull'etichetta. I cani sembrano amare la frutta e la verdura, e pertanto è un'ottima idea arricchire la loro dieta con tali alimenti. Carote, mele, sedano, così come pezzi di patate dolci o meloni, costituiscono un ottimo e sano snack da usare anche come ricompensa. Dissetano il cucciolo e ne favoriscono la digestione.

Vitamine e minerali supportano e potenziano anche il sistema immunitario.

La croccantezza e la freschezza della frutta e della verdura sono particolarmente appetibili per gli animali domestici rendendo così più semplice il compito di mantenerli in buona salute.

Prodotti come avocado e broccoli sono delle vere e proprie bombe nutrizionali. Ma in realtà, importa poco quale verdura o frutta decidiate di dare al vostro cane per poterne ricavare i benefici migliori, dato che sono tutti dei prodotti eccellenti.

Che si tratti di rafforzare le ossa, aiutare le ferite a rimarginarsi più velocemente o incrementare il numero di anticorpi prodotti dal sistema immunitario, frutta e verdura, in quanto amici fedeli, sono a vostra disposizione.

Acqua

L'essenza di ogni organismo viventi, fondamentale sia per i cani che per gli esseri umani.

In tutte le stagioni, estate o inverno, è importante che il vostro carlino mantenga sempre un corretto livello di idratazione. Sicuramente, durante l'estate l'assunzione di acqua probabilmente triplicherà, e questo va bene.

Ponetevi come obiettivo quello di far bere al vostro cane almeno 1l di acqua al giorno, e se ne vuole ancora dategliela pure. Assumere una dose eccessiva di acqua è una cosa particolarmente rara.

Se avete dei dubbi su quanta acqua dovreste dare al vostro cane, potete seguire la regola dei 100 ml di acqua per ogni chilo di peso corporeo.

Prestate attenzione al fatto che il vostro cane beva da una fonte d'acqua sicura. Per quanto ragionevole potrebbe sembrare ai più lasciar bere il proprio amico a quattro zampe da una pozzanghera, potrebbe in realtà rivelarsi letale. I cani possono infatti contrarre molto facilmente la leptospirosi bevendo da fonti di acqua contaminate dall'urina di animali infetti.

Altra cosa da evitare è l'acqua contenente cloruro. Nonostante piccole quantità di cloruro siano da considerarsi innocue, è spesso difficile fare una stima effettiva di quanto cloruro è stato ingerito.

Pertanto è meglio evitare che il vostro cane beva l'acqua della piscina. Il cloruro può portare a sintomi di grave disagio, bruciore e disturbi digestivi per non parlare del fatto che può anche costituire una minaccia per l'apparato respiratorio.

Gli ingredienti da evitare nel cibo per cani

ingredienti da evitare nel cibo per cani

Quando in un negozio vi ritrovate di fronte allo scaffale del cibo per cani ed adocchiate un prodotto che potrebbe proprio essere l'ideale per il vostro amico a quattro zampe, assicuratevi sempre di leggere l'etichetta.

A volte, non tutto quello che viene riportato sull'etichetta dovrebbe effettivamente essere presente in un prodotto per cani, una vergogna, ma è così.

Ci sono alcuni ingredienti che i migliori prodotti alimentari per i carlini non avranno mai riportati sulla loro etichetta. Per cui prestate particolare attenzione a quanto segue:

Glicole

Se non lo avete già riconosciuto dal nome come uno dei componenti fondamentali presente nei prodotti per la cura delle auto, lasciate che ve lo presentiamo. Questa sostanza può essere trovata nei...liquidi antigelo.

Cosa ci fa dunque nei prodotti alimentari per i carlini? Vi potreste giustamente chiedere.

È lì per prevenire la crescita batterica e per contribuire a ridurre il contenuto di umidità. Sembra promettente come cosa? No, non proprio.

Questo ingrediente diminuisce lo sviluppo di batteri, ma i cani, come gli esseri umani, hanno bisogno dei batteri buoni. L'umidità che si prefigge di eliminare è anche necessaria per favorire la digestione. Questo ingrediente può causare nel cane lo sviluppo di lesioni (anche cancerogene) o blocchi intestinali.

Sottoprodotti

Questi sono gli avanzi delle interiora di un animale e non includono alcuna carne derivata dai muscoli.

Spesso i sottoprodotti comprendono organi e tessuti malati.

Quando dovete scegliere un alimento per il vostro adorato amico a quattro zampe, scegliete qualcosa dal colore non troppo artificiale che non contenga pertanto conservanti artificiali e riempitivi di alcun tipo.

Etossichina

È usata come conservante. Volete sapere di cosa si tratta? È un erbicida, ed è particolarmente tossico.

Con l'aumento delle conoscenze in merito alla qualità di cibi per cani, i veterinari hanno iniziato a notare che questo ingrediente viene spesso associato al cancro, a danni ai reni ed al fegato, all'immunodeficienza ed alla cecità.

Mais / Sciroppo di Mais

Il mais è un riempitivo economico che con il tempo potrebbe causare lo sviluppo di funghi o muffe e persino portare alla morte. Lo sciroppo di mais è usato per addolcire il sapore e rendere i cibi più appetibili, ma alla fine tutto quello che realmente fa è portare il vostro cane ad accumulare chili in eccesso, aumentandone l'iperattività, inducendo addirittura un cambiamento nel suo comportamento.

Consigli sul miglior cibo per cani ideale per i carlini

Consigli sul miglior cibo per cani

Gli animali domestici sono come i bambini, e vogliamo pertanto prenderci cura di loro nel modo corretto. La maggior parte di noi sente che non è sufficiente dar loro qualcosa da mangiare per sentire di aver fatto la cosa giusta.

Vogliamo essere certi che ciò che diamo ai nostri amici a quattro zampe faccia loro bene. I carlini sono una razza di piccola taglia con un muso dalla forma unica. Alcuni produttori di cibo per cani tengono in considerazione questo fatto e lo si vede dai prodotti che mettono in commercio. Ecco una rassegna di alcuni prodotti, tutti molto buoni, anche se alcuni potrebbero attirare la vostra attenzione più di altri.

Cibo secco per cani Royal Canin Pug

Royal Canin Pug (Carlino)

Questo eccellente cibo secco è stato studiato appositamente per i carlini junior e adulti.

Le crocchette sono state disegnate in modo tale da agevolare questi cani dal muso schiacciato che pertanto possono afferrarle senza problemi ed apprezzarle al meglio.

Questo prodotto è adatto a carlini che hanno più di 10 mesi, il che lo rende l'alimento ideale sia per i cuccioli di carlino sia per i carlini adulti.

Potete sempre trarre delle conclusioni positive o negative sulla qualità del cibo che date al vostro amico a quattro zampe dalle condizioni del suo mantello e della sua pelle.

La composizione di questo cibo secco favorisce il ruolo della pelle come barriera protettiva fornendo un esclusivo complesso di sostanze nutritive fondamentali per supportare la salute della pelle.

Mantenere un certo peso forma è fondamentale, soprattutto nel momento in cui il cane da cucciolo diventa adulto. Per mantenere i carlini in buona salute, un'appropriata dieta accuratamente bilanciata è fondamentale.

Prodotto consigliato Miglior prezzo Offerta
Royal Canin Pug Adult - - 3 kg 9 lettori hanno comprato questo prodotto € 21.99 Vedi l'offerta
Royal Canin Pug Junior - - 1,5 kg 3 lettori hanno comprato questo prodotto € 12.99 Vedi l'offerta

Altri ottimi alimenti per il tuo cane

Prodotto consigliato Miglior prezzo Offerta
Eukanuba Adult Small - - 7,5 kg 2 lettori hanno comprato questo prodotto € 29.99 Vedi l'offerta
Acana Adult Dog Small Breed - 6 kg - NEW 38 lettori hanno comprato questo prodotto € 35.99 Vedi l'offerta
Trainer Natural Adult Small & Toy Pollo & Riso - 7 kg 5 lettori hanno comprato questo prodotto € 31.99 Vedi l'offerta

I più comuni problemi di salute nei carlini

problemi di salute nei carlini

Diamo ora uno sguardo a tre dei problemi di salute più comuni che un carlino può avere. Alcuni di questi possono insorgere a qualsiasi età, mentre altri tendono a presentarsi con l'età.

Nessuno di questi problemi è strettamente associato ai carlini, ma indubbiamente questi cani sono più inclini a contrarre tal patologie a causa del loro aspetto fisico e della predisposizione della loro razza.

Forfora che cammina (cheyletiellosi)

Questo è il termine comune per indicare ciò che in latino è noto con il nome di cheyletiellosis o acari della pelle.

Si tratta di una dermatite (infezione della pelle) causata dall'acaro Cheyletiella e può colpire cani, gatti, conigli ed esseri umani.

Questo particolare tipo di parassita non scava sotto pelle. Vive e si nutre dello strato cutaneo più esterno. La "forfora che cammina" è particolarmente contagiosa e si trasmette mediante contatto diretto con l'animale infetto.

I sintomi variano da nessuno ad un forte prurito, perdita di pelo e pelle che si desquama. Questi sintomi si presentano solitamente sul dorso dell'animale. Tali sintomi possono inoltre venire spesso confusi con delle allergie alimentari nei carlini.

Il trattamento consiste nell'applicazione settimanale di una sorta di classico pesticida, un prodotto anti-pulci, come il Frontline Spray.

Prodotto consigliato Miglior prezzo Offerta
Frontline Spray - 250 ml € 24.99 Vedi l'offerta

Obesità

ObesitĂ  nei Carlini

Il fatto che l'obesità sia uno dei principali problemi di salute del mondo moderno, e che non risparmia nemmeno i nostri animali domestici è assolutamente vero.

Tuttavia, dobbiamo ricordarci che i carlini hanno una particolare costituzione fisica che differisce da quella di altri cani molto più eleganti.

Il carlino è quello che può essere definito un cane dalla forma tarchiata. Una persona tarchiata può sembrare anche grassa? Difficile a dirsi, vero? Il vostro adorabile carlino apparirà comunque robusto e tarchiato anche con un minimo quantitativo di grasso sotto pelle.

A prescindere dalla loro forma e dalle loro dimensioni, i carlini hanno una reale tendenza all'obesità. Perché? Tanto per iniziare, non sono particolarmente esigenti quando si parla di cibo ed hanno un ottimo appetito, per fortuna, dato che sono in grado di mangiare praticamente di tutto.

Ecco perché è così importante dar loro da mangiare il cibo giusto, per introdurre delle buone e sane abitudini nella loro dieta sin da cuccioli.

Inoltre le loro gambe corte non li rendono dei grandi fan dell'esercizio fisico.

Degenerazione delle cellule del sistema nervoso

La mielopatia degenerativa è una patologia che colpisce i cani più anziani.

L'insidiosa comparsa di questa patologia la si ha attorno agli 8-14 anni di vita e si manifesta come una perdita di coordinazione degli arti inferiori, che progressivamente si traduce in una paralisi. Questa patologia complisce molte razze canine, ed i carlini sono una di queste.

Tale patologia potrebbe presentarsi inizialmente in una zampa ed apparire pertanto come una semplice debolezza dell'arto, per poi progressivamente peggiorare nel corso degli anni fino a che il cane non viene completamente compromessa la capacità deambulatoria.

Perché succede questo?

Anche se tale patologia colpisce le zampe posteriori, ha la sua origine nella porzione toracica (petto) del midollo spinale dove si ha la degenerazione della sostanza bianca. Tale sostanza contiene gli assoni responsabili della trasmissione dei comandi di movimento e delle informazioni sensoriali tra il cervello e gli arti.

Il programma nutrizionale da seguire per i cuccioli di carlino e per i carlini adulti.

programma nutrizionale carlini

Per le prime 3 settimane di vita, il vostro cucciolo di carlino non necessita di altro oltre al latte materno.

Poi inizia lo svezzamento e, dato che viene fatto gradualmente, termina quando il cucciolo ha raggiunto le 7 settimane di vita. Questo ovviamente vale per i cuccioli che hanno la loro mamma.

I cuccioli orfani di madre dovrebbero seguire un programma di svezzamento molto simile ma con una formula appositamente sviluppata per loro, non usando il latte di mucca!

Questa formula appositamente sviluppata è progettata per contenere tutto ciò di cui un cucciolo ha bisogno ed è l'alimento ideale per i cuccioli di carlino nelle loro prime fasi di vita.

Una volta che il cucciolo è stato svezzato, l'unica bevanda di cui avrà bisogno sarà l'acqua.

I cuccioli che hanno dai 3 ai 6 mesi di vita dovrebbero mangiare 3 volte al giorno, una ciotola riempita per 1/3 ad ogni pasto. Quando acquistate cibo per cani specifico per i carlini, cercate un prodotto adatto per i cuccioli.

Entrando nell'adolescenza, tra i 6 mesi e l'anno di vita, il programma nutrizionale cambia leggermente e passa a 2 pasti al giorno, e ad una ciotola riempita per 3/4 ad ogni pasto.

Da qui agli 8 anni di vita, i pasti rimangono 2 al giorno, ma le dosi cambiano e per ogni pasto bisognerà riempire solo metà ciotola di cibo (in bocca al lupo per quando arriverete a questo punto. Stiamo pur sempre parlando di un carlino, ed i carlini amano i loro cibo).

Una volta che il vostro amico a quattro zampe ha superato una certa età e lo si può catalogare come anziano, le dosi dovrebbero essere ridotte ulteriormente, poiché a questa età è più probabile l'insorgenza dell'obesità. I pasti pertanto rimarranno 2 al giorno, ma le porzioni si ridurranno dovendo riempire sono 1/3 della ciotola di cibo ad ogni pasto.

Le domande più frequenti sul cibo più adatto per i carlini

FAQ

I bambini imparano facendo infinite domande. Perché? Perché questo è il modo migliore per capire al meglio un argomento.

Ampliamo dunque le nostre conoscenze rispondendo alle 6 domande riportate di seguito, ognuna per ogni giorno della settimana, il settimo giorno escluso ovviamente.

1. Perché il cibo specifico per i cuccioli di Calino è diverso dal cibo per i carlini adulti?

I cuccioli crescono ed aumentano di dimensioni ogni giorno, e questo vuol dire che hanno bisogno di più cibo. Hanno la necessità di assumere sostanze nutritive essenziali come proteine, grassi, amminoacidi, minerali, ecc.... per far sì che il loro corpo cresca sano e forte.

Quindi nonostante dopo lo svezzamento il loro cibo diventi lo stesso di quello di un cane adulto la quantità di cibo che deve essere data loro sarà maggiore. In generale, il programma nutrizionale di un cucciolo non deve essere così rigoroso come quello di un carlino adulto.

2. La farina di carne fa bene ad un cucciolo di carlino?

Certamente. Oltretutto, dovreste sapere che è anche priva di qualsiasi sottoprodotto di bassa qualità come corna, zoccoli...ecc....La farina di carne è essenzialmente fatta di carne, con un'altra concentrazione di sostanze nutritive.

Quando dovete scegliere il miglior cibo per cani specifico per i cuccioli di carlino, assicuratevi che la farina di carne sia ricavata da una fonte facilmente digeribile, come ad esempio pollo o tacchino. È sempre meglio scegliere degli alimenti specifici per i cuccioli che presentino degli ingredienti specifici. Potrete chiedere direttamente anche all'allevatore se vorrete qualche consiglio in più a tal proposito.

3. Quale è la porzione ideale di cibo che dovrei dare al mio carlino? E per quanto riguarda un cucciolo di carlino?

L'amore tra carlini e cibo non ha tempo né età. I carlini amano mangiare, ma sono anche inclini all'obesità per cui la risposta alla domanda è indubbiamente, non date loro troppo da mangiare se riuscite ovviamente a resistere ai loro musetti ed ai loro occhioni supplichevoli.

I cuccioli di carlino dovrebbero mangiare circa 3 volte al giorno, escludendo ovviamente gli snack che dovrebbero essere usati solo durante l'addestramento e come ricompensa. I carlini adulti dovrebbero mangiare 2 volte al giorno ed in quantità inferiori.

4. Come posso scegliere un alimento di alta qualità specifico per un cucciolo di carlino?

Quando dovete scegliere il cibo ideale per il vostro carlino, a prescindere dal fatto che abbiate un cucciolo o un carlino adulto, leggete sempre l'etichetta riportata sulla confezione. Assicuratevi che il prodotto non contenga sottoprodotti ed aromi e conservanti artificiali.

Quando tra gli ingredienti trovate anche la presenza di farina di carne, assicuratevi che sia specificato da quali animali derivi tale farina. Se non è indicato, probabilmente il motivo è perché la casa produttrice non vuole scoraggiarvi dall'acquisto dei suoi prodotti e questo dovrebbe costituire un segnale d'allarme per voi.

5. Quale è il momento migliore per iniziare a dare gli snack ad un cucciolo di carlino?

Gli snack dovrebbero coprire solo il 10% della dieta di un cane, non di più, ed è preferibile usarli come ricompense durante l'addestramento. L'addestramento può iniziare dopo 6 settimane di vita. Dare al vostro cane degli snack sani non potrà che fargli bene.

Naturalmente potrete acquistare confezioni di snack già pronti. Potrete tuttavia usare anche frutta e verdura come ricompense. I cani li adorano ed oltretutto sono salutari, hanno un basso contenuto calorico, e probabilmente sono anche meno costosi.

6. E per quanto riguarda le allergie alimentari dei carlini? I carlini sono soggetti alle allergie alimentari?

Ci sono alcuni alimenti che sono assolutamente tossici per i carlini come il cioccolato o le noci di macadamia. Altri alimenti invece sono noti per causare allergie alimentari non a causa della loro tossicità, ma in quanto tali. Tra questi alimenti ci sono le cipolle, l'uva sultanina, l'uva e l'albume dell'uovo.

I carlini dovrebbero evitare tutti questi alimenti. Se il fatto che il vostro carlino continui a grattarsi sembra associato a qualche alimento, controllate gli ingredienti presenti nel prodotto che gli avete dato. Mais e grano hanno più probabilità di causare tali allergie rispetto al riso.

Il cibo ideale per i carlini è quello che proviene da fonti attendibili. Dovreste pertanto essere in grado di leggere e comprendere gli ingredienti riportati sull'etichetta.

Alcuni prodotti per cani hanno una qualità migliore di altri. Sarete in grado di determinare quasi immediatamente se quello che state dando al vostro carlino è un buon prodotto o meno in base alle condizioni della cute, del mantello e della salute in generale del vostro amico a quattro zampe.

L'ideale sarebbe scegliere degli alimenti adatti ai carlini costituiti da crocchette dalle dimensioni ridotte che si adattano meglio alla forma schiacciata del muso del vostro cane.

Cercate prodotti che contengono ingredienti freschi derivati da vera carne. Vitamine, minerali, grassi e, ultime ma non ultime, proteine sono tutti componenti fondamentali e che non possono assolutamente mancare in una dieta sana ed equilibrata. L'acqua è vitale; assicuratevi che il vostro cane ne abbia sempre in abbondanza a disposizione.

Se il vostro carlino inizia a grattarsi, ed avete escluso qualsiasi possibilità di acari e pulci, dovreste provare a prendere in considerazione un cambiamento nella sua dieta, poiché nel cibo per cani che gli state dando potrebbe essere presente qualche ingrediente a cui lui è allergico.

I carlini traggono enorme beneficio dall'esercizio fisico in quanto l'obesità è indubbiamente ai primi posti nella lista dei possibili problemi di salute che questi cani possono avere.

Ti è piaciuto questa guida? Votala adesso:

(votato da 19 persone con una media di 4.9 su 5.0)