Gengive bianche nei cani: cause e rimedi

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Cani
Gengive bianche nei cani: cause e rimedi

Così come si può capire lo stato di salute di una persona guardandole il colorito, allo stesso modo si può dedurre lo stato di salute del cane dal colore delle gengive. Dimenticatevi del luogo comune secondo cui è il naso bagnato ad indicare un malessere e, invece, cominciate a far caso al colore delle gengive perché, se molto sbiadito, è indice di qualcosa che non va.

Che aspetto hanno le gengive in un cane sano?

Le gengive di un cane sano si presentano esattamente come quelle di un essere umano. Devono essere color rosa salmone e un pò brillanti. Eccovi alcune immagini:

Gengive bianche nel cane

Quando esaminate le gengive, se dopo averle premute un pò diventano bianche per qualche secondo prima di ritornare al colore rosa iniziale, allora significa che il cane sta bene. Quando invece non ritornano rosa ma rimangono bianche, è molto probabile che Fido abbia qualche problema di salute.

Detto ciò, c'è da tener conto che alcuni cani hanno delle gengive macchiate di natura e, in questi casi, un esame del colore non vi dirà molto sulle condizioni di salute. In questi casi bisogna invece guardare l'interno degli occhi o le palpebre.

Come esaminare le gengive del cane

Prima di giungere a conclusioni affrettate sulla salute del cane dando un'occhiata veloce alle gengive, è fondamentale imparare ad esaminarle correttamente.

  • Controllate le gengive quando Fido sta bene - Il primo passo è quello di controllare l'aspetto delle gengive quando il cane è in buona salute. Alzate il labbro superiore e date uno sguardo al colore.

  • Prendete nota - Dopo un esame visivo prendete nota mentalmente del colore. Questo vi aiuterà a notare le differenze nel caso dovessero comparire in futuro. Potete anche fare delle foto e prenderle come riferimento.

  • Fate dei controlli periodici --Prendetevi l'abitudine di controllare periodicamente il colore delle gengive perché in questo modo potrete accorgervi di un problema di salute per tempo. Di solito una o due volte al mese è sufficiente.

Il modo migliore e più veloce per esaminare le gengive di Fido è quando gli lavate i denti. Idealmente questa attività viene svolta una volta al giorno o almeno diverse volte a settimana, il che è più che sufficiente per ispezionare le gengive.

I diversi colori delle gengive ed il loro significato

Prima di focalizzarci sulle gengive bianche e su cosa stanno ad indicare, vogliamo darvi una panoramica delle altre possibili sfumature che potreste notare e del loro significato.

  • Color rosso tenue - Infezioni, gengiviti, irritazioni localizzate
  • Color rosso ciliegia - Esposizione a sostanze tossiche, intossicazione da monossido di carbonio, colpo di calore, pressione alta
  • Gialle - Anemia, problemi al fegato, danni ai globuli rossi
  • Blu o viola - Difficoltà di respirazione (soffocamento, asma), polmonite, ipotermia, pressione bassa, malattie cardiache

Se avete l'abitudine di controllare le gengive ogni volta che lavate i denti di Fido, allora è molto probabile che vi accorgiate subito di queste differenze nella colorazione. Potete sempre usare le foto scattate quando il cane stava bene come termine di paragone.

Gengive bianche e significato

Se notate che le gengive del vostro cane sono di un rosa molto sbiadito o bianche, allora siete di fronte a quello che può essere un campanello d'allarme di una moltitudine di problemi di salute. Di seguito vi elenchiamo le problematiche più comuni associate al colore bianco delle gengive.

Anemia

L'anemia consiste nella riduzione del numero di globuli rossi nel sangue, dell'emoglobina o di entrambe. Alcuni fra i sintomi più comuni sono debolezza, difficoltà di respirazione, perdita di peso, battito accelerato e sanguinamenti di vario tipo, ad esempio dal naso oppure presenza di sangue nelle feci ed urine. E' importante notare che l'anemia non è una malattia di per sé, ma un segnale di un'altra patologia.

Cosa fare:

Se l'anemia è grave, potrebbe essere necessaria una trasfusione di sangue. Nella maggior parte dei casi, per stabilire la terapia più efficace è importante determinare la causa alla base del problema e questo può essere fatto solo dal veterinario.

Shock

Lo shock è una delle cause di morte più comuni fra i cani a seguito di un incidente. Si tratta di una reazione estrema in risposta ad un danno fisico grave, come una ferita esterna importante o un'emorragia interna.

In questi casi l'organismo del cane cercherà di compensare la perdita di sangue accelerando il battito cardiaco, per evitare la pressione bassa. I vasi sanguigni, però, si restringono durante uno shock e di conseguenza le gengive diventano di color rosa pallido o bianche.

Altri sintomi di uno shock in atto sono il respiro affannoso, il battito accelerato o l'ipotermia.

Cosa fare:

La prima cosa da fare è esaminare bene il cane in cerca dei sintomi. Se vi accorgete che è sotto shock, la cosa migliore da fare è portarlo immediatamente dal veterinario. Ad ogni modo, ci sono diverse cose che potete fare per prestare immediato soccorso a Fido, specialmente se lo shock è causato da un'emorragia esterna.

Prima di tutto, mettete il cane su un fianco e cacciategli piano la lingua fuori per liberare le vie aeree. Se notate un'emorragia esterna, cercate di fermare il sanguinamento con un panno pulito ed esercitando pressione. Se il sangue non smette di uscire dopo 5 minuti, portate il cane dal veterinario il più presto possibile.

Emorragia interna

L'emorragia interna è una delle cause dello shock ma spesso si presenta solo se lo shock è di una certa intensità. Comunque, se le gengive del cane sono di un rosa pallido o bianche, è molto probabile che la causa sia un'emorragia interna.

Il sanguinamento interno del cane può essere scatenato da diversi fattori come ferite, danni al fegato o alla milza, ulcere gastriche ecc. Fate attenzione anche ad altri sintomi quali feci molto scure o nere, letargia, liquido nell'addome, vomito o svenimento.

Cosa fare:

Se sospettate che il cane abbia un'emorragia interna, cercate di calmarlo e farlo rilassare. Avvolgetelo in una coperta o in un asciugamano e parlategli dolcemente. Il passo successivo è di portarlo quanto prima dal veterinario. Quando lo alzate per portarlo in macchina non esercitate alcuna pressione sull'addome ma mettetegli un braccio sotto il petto, davanti alle zampe anteriori e l'altro dietro quelle posteriori.

Coaguli sanguigni

Le gengive bianche possono anche essere sintomo di problemi di coagulazione del sangue. Quando il sangue non coagula in maniera corretta, si possono verificare dei sanguinamenti eccessivi. Alcune delle patologie collegate ai coaguli sanguigni sono la Malattia di Von Willebrand, la trombocitopenia o la trombocitopatia. Altri sintomi di problemi di coagulazione sanguigna sono sanguinamento, presenza di sangue in feci ed urine, ematomi e petecchie (piccole macchie marroni o rosse sulla pelle).

Cosa fare:

Se il cane sta sanguinando e non riuscite a fermarlo, potrebbe avere problemi di coagulazione. Portatelo immediatamente dal veterinario per una diagnosi e, se necessario, per una trasfusione di sangue.

Malattie renali

I reni del cane producono normalmente eritropoietina, un ormone che aiuta il midollo osseo nella produzione di globuli rossi. Se il cane soffre di qualche malattia ai reni, come insufficienza renale cronica, la produzione di questo ormone diminuisce significativamente e potrebbero insorgere anemia e gengive bianche.

Altri sintomi di patologie renali croniche nei cani sono la disidratazione, l'incontinenza urinaria, perdita di appetito, letargia, vomito, perdita di peso ed ulcere orali.

Cosa fare:

Se sospettate che il cane soffra di qualche malattia dei reni portatelo dal veterinario per una visita accurata. Se si tratta di insufficienza renale cronica dovrete cambiare la dieta ed assicurare a Fido una corretta idratazione.

Torsione gastrica

La torsione-dilatazione gastrica nei cani è un problema molto serio che, se ignorato troppo a lungo, può essere letale. Le gengive possono diventare bianche a causa di una torsione dello stomaco che impedisce al sangue di ritornare al cuore dalle vie periferiche. Altri sintomi di questa patologia sono ingrossamento dell'addome, conati di vomito, irrequietezza, eccessiva salivazione e stress.

Cosa fare:

La torsione dello stomaco richiede un intervento in emergenza da parte del veterinario. Se il cane presenta questo problema deve essere operato immediatamente.

Parassiti

Una grave infestazione parassitaria può far insorgere diversi problemi di salute, come ad esempio l'anemia parassitaria. Gengive bianche, febbre, mancanza di energie ed appetito, perdita di peso, urina di colore diverso ecc. sono sintomi di un'infezione parassitaria. Le forme più comuni di questa infezione sono i vermi intestinali ma anche una grave infestazione di pulci.

Cosa fare:

Prevenire le infestazioni parassitarie è possibile e spesso e volentieri basta evitare che il cane mangi feci, beva acqua stagnante o venga a contatto con animali infetti. Potete anche ricorrere alla medicina preventiva o ad altri prodotti sia per uso esterno che interno.

Ma, se il cane presenta già una grave infestazione, molto probabilmente il veterinario prescriverà degli antibiotici e vi farà curare Fido a casa. Se invece si è in presenza di anemia parassitaria, è possibile che il veterinario prescriva una terapia a base di steroidi o, nei casi più gravi, fluidoterapia o trasfusione sanguigna.

Ingestione di topicida

Se il vostro cane ha ingerito del veleno per topi (di qualsiasi tipo), è molto probabile che sia stato esposto a warfarina, un anticoagulante che causa sanguinamento cospicuo da naso, bocca o anche da retto e vagina. Oltre al sanguinamento e alle gengive bianche, il cane potrebbe mostrare sintomi quali difficoltà a respirare, tosse, feci scure, vomito, letargia e svenimento.

Cosa fare:

Se l'ingestione del veleno è avvenuta da poco, il veterinario interverrà causando vomito e somministrando carbone attivo per impedire ulteriore assimilazione di questa sostanza chimica tossica. Se il cane mostra uno dei sintomi sopracitati avrà bisogno di una terapia di supporto come la fluidoterapia o anche la trasfusione di sangue nei casi più gravi. Se non viene curata, l'ingestione di topicida può essere letale.

Avvelenamento da zinco

L'avvelenamento (o intossicazione) da zinco, avviene quando il cane ingerisce oggetti fatti di questo materiale, come monetine o chiodi. Anche se lo zinco è un minerale naturalmente presente nell'organismo del cane, se assunto in dosi eccessive impedisce l'assorbimento del ferro, importante nella produzione di globuli rossi. Questo porta ad anemia e alla comparsa di altri sintomi come gengive bianche, perdita di appetito, vomito, diarrea, itterizia e letargia.

Cosa fare:

Il primo passo da fare è rimuovere dalla bocca del cane l'oggetto ingerito. Il veterinario poi eseguirà una fluidoterapia intravenosa per stimolare la minzione, oltre a vari medicinali che aiutano l'espulsione dello zinco dal corpo. Nei casi più gravi potrebbe essere necessaria una trasfusione.

Malattie cardiache

Le gengive bianche possono essere anche sintomo di una malattia cardiaca. Le patologie cardiache possono, a loro volta, scatenare altre problematiche come ipotensione, respiro accelerato e tosse, pulsazione debole e gonfiore addominale.

Questi sintomi dipendono dalla gravità della malattia oppure potrebbero non presentarsi affatto se la patologia cardiaca non è grave.

Cosa fare:

Il trattamento di una malattia cardiaca purtroppo non la elimina del tutto ma si limita a gestirla per evitare l'aggravamento. Questo consiste in una dieta specifica ed è probabile che il veterinario prescriva un regime alimentare povero di sodio per aiutare la funzionalità cardiaca. Ovviamente, è necessario consultare il veterinario prima di cambiare la dieta di Fido.

Cancro

Esistono alcuni tipi di tumore, come quello al midollo osseo, che causano una riduzione nella produzione di globuli rossi la quale, a sua volta, si manifesta nelle gengive bianche. Altri tipi di cancro, come quello al fegato o alla milza, causano emorragie interne. Anche l'emorragia interna si manifesta attraverso le gengive bianche o di color rosa sbiadito. Inoltre, possono insorgere altri sintomi a seconda della tipologia di cancro.

Cosa fare:

La terapia oncologica sul cane dipende dalla tipologia e dalla gravità del tumore. Le terapie più comuni sono l'intervento chirurgico, la chemioterapia, la terapia radiante o una combinazione di queste tre.

Conclusioni

Il colore delle gengive del vostro cane può dirvi molto sul suo stato di salute. Le gengive sane dovrebbero essere di color rosa e un pò brillante.

Se le gengive sono rosa pallido o bianche dovreste interpretarlo come un sintomo di qualcosa che non va. Potrebbe trattarsi di shock, anemia, coaguli sanguigni, emorragia interna, intossicazione da zinco, ingestione di topicida, insufficienza renale, malattia cardiaca ecc.

Quando notate che le gengive di Fido sono bianche e non siete sicuri della ragione è meglio portarlo subito dal veterinario che è in grado di individuare la causa scatenante ed elaborare un trattamento terapeutico.

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 15 persone con una media di 4.7 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty