3 patologie associate al cibo per cani (e cosa fare quando si presentano)

Scritto da nella categoria Cani
3 patologie associate al cibo per cani (e cosa fare quando si presentano)

In quanto esseri umani che si preoccupano per la propria salute, sappiamo che esiste una stretta connessione tra ciò che mangiamo e la nostra salute. Lo stesso tipo di attenzioni dovrebbero essere applicate anche quando si tratta del nostro amico a quattro zampe e della sua dieta. Ci sono tre patologie molto comuni che sono associate al cibo per cani ed alla dieta di cui dovreste essere consapevoli.

Coloro che si devono prendere cura del proprio cane, ma si sono imposti un certo budget per farlo, sono costretti ad acquistare prodotti alimentari in base al loro prezzo ed alla notorietà del loro marchio (che reputazione ha quell’azienda sul mercato). La maggior parte delle persone tende a dimenticare l'importanza che ha analizzare gli ingredienti specifici con cui è realizzato un certo prodotto alimentare e questo si può ripercuotere sul cane stesso con il tempo.

Esistono centinaia di prodotti alimentari, ricette e formule differenti disponibili in commercio. Alcune persone inoltre preferiscono preparare direttamente con le proprie mani i pasti del loro amico a quattro zampe. Ma a prescindere dalle vostre preferenze, è essenziale prestare particolare attenzione a come questi alimenti e gli ingredienti in essi contenuti possano influire sulla vita quotidiana del cane, anche se il vostro cane adora l'odore ed il sapore delle crocchette che acquistate per lui.

Ci sono diversi modi per trovare dei prodotti di ottima qualità restando nel proprio budget, basta prendersi il giusto tempo e fare un po’ di ricerche.

In questo articolo esamineremo tre tra le più comuni patologie canine che sono direttamente correlate a prodotti di scarsa qualità o ad una cattiva alimentazione. Conoscere queste patologie potrà aiutarvi a fare scelte migliori e ad evitare l'insorgenza, in futuro, di eventuali problemi di salute nel vostro cane.

Patologie associate al cibo per cani

Patologie associate al cibo per cani

1. Allergie e patologie cutanee

Allergie e patologie cutanee

Si discute molto ultimamente sul fatto che sia meglio acquistare alimenti per cani che non presentino "riempitivi" quali mais, grano o soia. Per lo più, a sostegno di questa teoria, vi è il fatto che questi riempitivi che si possono trovare in molti prodotti per cani hanno come unico scopo quello di favorire la sensazione di sazietà nel cane, senza però fornirgli le sostanze nutritive di cui ha effettivamente bisogno (di questo parleremo in seguito).

Ma parlando con alcuni "genitori", è facile comprendere che per molti di loro questa ragione non è abbastanza valida da indurli ad acquistare prodotti più costosi, quei "fantasiosi" prodotti di una data marca che sostengono di non contenere riempitivi o comunque di essere più salutari per un cane.

Il pericolo principale rappresentato da questi alimenti realizzati con sottoprodotti e ricchi di cereali è indubbiamente il fatto che vengono contaminati dagli insetti quando vengono raccolti dai campi, da spore di muffa direttamente dagli impianti di stoccaggio di bassa qualità e persino dagli acari della polvere che si depositano negli impianti di stoccaggio e lavorazione. Gli esperti sostengono già da tempo che sono necessari maggiori controlli e delle procedure di produzione e lavorazione migliori quando si tratta di produrre alimenti per i nostri amici animali.

I riempitivi, privi di qualsivoglia sostanza nutritiva, utilizzati negli alimenti destinati al consumo da parte dei nostri animali domestici sono prima di tutto di pessima qualità. In genere si tratta di scarti di carne e cereali non ritenuti adatti al consumo da parte dell'uomo, ma che in qualche modo vengono classificati come idonei al consumo da parte dei nostri cani. Questi contaminanti possono essere trovati facilmente in quasi tutti i prodotti per cani presenti in commercio e causano patologie solitamente associate ad allergie quali:

  • Intenso prurito cutaneo
  • Occhi rossi e che tendono a lacrimare molto facilmente
  • Cute caratterizzata da macchie e che tende a desquamarsi facilmente
  • Calvizie, perdita copiosa di peli o assottigliamento del mantello
  • Otiti o arrossamento delle orecchie

Anni di costanti reazioni allergiche dovute al cibo possono causare annerimento della pelle e ferite necrotiche. Se al vostro cane è stata diagnosticata una dermatite atopica, un'allergia alimentare o uno qualsiasi dei problemi sopra elencati dovreste prima di tutto interrogarvi ed esaminare la qualità del suo cibo.

Molto di tutto questo è inoltre attribuibile ai prodotti di glicazione avanzata (AGE), dei composti che si formano quando, nel corso della produzione, l'alimento viene sottoposto ad un trattamento termico. Le modalità con cui i cani elaborano i composti AGE potrebbero essere la principale causa di molte patologie legate al cibo nei cani.

2. Cancro

Cancro

Il cancro è una delle peggiori patologie canine associate all’alimentazione che si può osservare ai giorni nostri. Anche se non sono state fatti abbastanza studi e ricerche in merito al cancro nei cani come invece è avvenuto per il cancro ed i tumori umani, negli ultimi decenni sono stati pubblicati comunque diversi lavori in merito a questa patologia.

Si è visto che una delle primarie cause di cancro nei cani è in realtà il cibo presente nella ciotola del nostro cane, e, più in generale, la dieta che seguono i nostri amici a quattro zampe. Gran parte di questa responsabilità è attribuibile non solo alla bassa qualità dei prodotti ed agli elevati livelli di processamento e lavorazione degli ingredienti, ma anche agli esigui controlli di qualità che vengono fatti ed alle norme igieniche che vigono negli impianti di produzione di questi prodotti alimentari destinati al consumo da parte dei nostri amici animali, secondo gli esperti del settore.

Prodotti alimentari non sottoposti a controlli di qualità in genere contengono alti livelli di:

  • Spore di muffa - L'elevata presenza di spore di muffa nel cibo per cani genera aflatossina, che a sua volta promuove la presenza di alti livelli di sostanze chimiche tossiche che favoriscono insorgenza del cancro. I ricercatori ritengono che questa sia la principale causa delle morti premature e del cancro nei cani.

  • Pesticidi - Poiché molti dei cereali utilizzati negli alimenti per animali sono di bassa qualità, spesso risultano essere imbevuti di pesticidi che non possono essere eliminati in alcun modo. Il vostro cane potrebbe consumare pesticidi molto tossici, che sono stati associati all'insorgenza di tumori cerebrali e delle ossa nei topi in tutta una serie di studi.

  • Additivi e coloranti alimentari – I coloranti alimentari come il Blue #1 ed il Blue #2 sono stati associati, in diversi studi, allo sviluppo di tumori e altri problemi di salute, ma nonostante ciò molte aziende produttrici di alimenti per cani continuano ad utilizzarli in quanto al momento risultano ancora essere approvati dalla FDA (Agenzia per gli Alimenti e i Medicinali).

  • Glutammato monosodico (MSG) - Il glutammato monosodico è stato associato a reazioni molto gravi nell'uomo attribuibili alla sua assunzione, e studi hanno dimostrato che più elevata è la presenza di MSG nei prodotti alimentari per cani più elevato è il tasso di insorgenza del cancro nei soggetti che seguono una dieta a base di questi prodotti.

Nonostante a volte le patologie ed in particolare il cancro, nei cani possono avere altre cause, è sempre una buona cosa controllare sempre gli ingredienti presenti nei prodotti che diamo ai nostri amici a quattro zampe, oltre a conoscere il marchio e capire come quell'alimento viene realizzato dall'azienda. Una volta che un cane ha il cancro, è già troppo tardi, pertanto la prevenzione (attraverso una dieta sana ed equilibrata) è in assoluto la cura migliore in questi casi.

Approfondimenti sul cancro:

3. Obesità

Obesità

Oltre il 60% dei cani sono obesi o in sovrappeso. L'obesità nei cani crea di versi problemi tra cui l'insorgenza di particolari patologie che potrebbero rivelarsi alquanto difficili da trattare.

Una dieta scorretta ed alimenti di pessima qualità sono la principale causa dell’obesità e delle malattie ad essa correlate, ma si tratta anche di uno dei problemi più facile da prevenire.

L'obesità può favorire l'insorgenza di altre patologie quali:

  • Malattie degenerative delle articolazioni ed osteoartriti
  • Cardiopatie, tra cui l'insufficienza cardiaca congestizia
  • Patologie renali
  • Patologie epatiche ed insufficienza epatica
  • Diabete di Tipo 2 e resistenza all'insulina
  • Ipotiroidismo

Prevenire tutto questo è possibile, e nemmeno troppo difficile. Nonostante una regolare attività fisica sia sempre caldamente raccomandata per ragioni differenti, il modo migliore e più semplice per prevenire l'obesità è scegliere i giusti prodotti alimentari e le giuste dosi per il proprio cane.

La prossima volta che farete compere per il vostro amico a quattro zampe, prestate attenzione all'eventuale presenza di riempitivi, come mais, grano e soia, riportati sull'etichetta del prodotto che tenete tra le mani, o di sottoprodotti e/o farine animali che l'azienda potrebbe cercare di "nascondere" (non tutte le farine animali ed i sottoprodotti fanno male). Questi sono i principali responsabili dell'obesità nei cani, ma prestate comunque attenzione anche alla presenza di ingredienti quali:

  • BHA/BHT – BHA (idrossianisolo butilato) e BHT (idrossitoluene butilato) preservano i grassi presenti nell'alimento, ma sono talmente ricchi di sostanze chimiche che l'organismo non riesce a decomporre l'alimento stesso e finisce per immagazzinare energia sotto forma di grasso. Acquietate prodotti privi di questi additivi se potete

  • Carboidrati - Molte marche di prodotti per cani usano riso, patate dolci, mais "biologico", grano ed altri carboidrati per poter saziare al meglio un cane senza però utilizzare carne di alta qualità. Questo significa che i nostri cani consumano per lo più carboidrati, ma assumono veramente poche o addirittura nessuna sostanza nutritiva. In alternativa a questi prodotti è sempre meglio acquistare alimenti a base di carni magre. Noterete facilmente la differenza nei livelli di energia del vostro cane se inizierete ad acquistare prodotti che presentano come primo ingrediente riportato sull'etichetta la carne.

  • Zucchero - Alcuni prodotti alimentari e snack pensati per i nostri amici a quattro zampe presentano alti livelli di zuccheri "naturali" tra gli ingredienti riportati sulla confezione. Questo ovviamente non dovrebbe sorprendere dato che gli zuccheri rendono il prodotto ancora più gustoso. Ma i cani non sono in grado di elaborare in modo corretto lo zucchero se presente ad alti livelli. Lo zucchero inoltre non fornisce alcun tipo di nutrimento al cane e pertanto diventa molto facile cadere in inganno e sovralimentare il proprio cucciolo.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 4 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty