La dieta BARF per Bulldog

Scritto da nella categoria Cani - 5 commenti
La dieta BARF per Bulldog

Avete mai sentito parlare della dieta BARF? Il nome viene dall’inglese “Biologically Appropriate Raw Food" oppure "Bones And Raw Food”, che tradotto significa cibo crudo biologicamente appropriato.

La dieta BARF è entrata a far parte del mondo degli animali domestici nel 1993. Fu ideata da un veterinario Australiano di nome Ian Billinghurst. Questa potrebbe essere la prima volta in cui senti parlare della dieta BARF, e proprio perché la sua popolarità sta crescendo in questi ultimi tempi, molte persone pensano che questo modo di mangiare sia stato ideato di recente. Ma in realtà questa dieta esiste da secoli, e ha mantenuto in salute e felici i cani di molte generazioni; semplicemente è finita nel dimenticatoio con l’avvento, negli anni ’30, dei cibi in scatola e dei croccantini.

Perché BARF? Chi ha un Bulldog può farti, su due piedi, qualche esempio di cibo che una volta ingerito dal cane, potrebbe dargli la nausea o causargli sintomi peggiori quali perdita di pelo, prurito e feci lente. Ti fa riflettere su quanti degli ingredienti presenti nei cibi che diamo al nostro cane potrebbero fargli del male… Quasi ogni marca di cibo per cani contiene almeno un ingrediente che è stato definito “problematico” per i nostri cari e sensibili Bulldog Inglesi.

Ingredienti come patate, uova, mais, barbabietola e la soia potrebbero sembrare salutari, ma ognuno di loro potrebbe causare delle allergie al nostro Bulldog. Pensate che i Bulldog potrebbero avere dei sintomi persino dopo aver assunto delle proteine come ad esempio quelle contenute nel pollo, nel salmone, nel manzo o nella carne di cervo. Proprio per questo, ci sono tanti Bulldog che sono “vegetariani”.

La dieta BARF è quindi consigliata a coloro che è da tempo che cercano un cibo appropriato da dare al proprio Bulldog, senza mai trovare quello giusto.

Una cosa che adoro della dieta BARF è che il padrone ne ha il totale controllo. Gli ingredienti delle crocchette o del cibo in scatola sono tantissimi, come si fa a capire qual è quello che causa problemi al cane?

Con la dieta BARF, invece, si può iniziare a fare dei pasti con pochi ingredienti per poi aggiungerli man mano che passano i giorni. Aggiungendo quindi, per esempio un ingrediente a settimana, ti accorgi subito se al tuo cane da problemi o no.

Un’ipotesi: se aggiungi la zucca per la prima volta al pasto del tuo cane, e ti accorgi che gli scombussola la digestione - dì addio alla zucca per sempre e prova qualcos’altro.

Quindi, quali sono gli ingredienti base della dieta BARF?

  • Carne di Muscolo, spesso ancora attaccata all’osso
  • Frattaglie, ad esempio fegato e reni
  • Uova crude
  • Verdure tipo Broccoli, spinaci e Sedano
  • Mele o altra frutta
  • Alcuni latticini tipo Yogurt

Le ossa sono parte integrante della dieta BARF, ma noi raccomandiamo di tritarle prima di darle al cane. Sono dell’idea che le ossa intere, anche se morbide, costituiscono un rischio di soffocamento che si può benissimo evitare. Proprio per questo, raccomando di macinare o sminuzzare tutti i cibi che diamo al nostro cane per ridurre al minimo il rischio di soffocamento.

I benefici che porta la dieta BARF sono molteplici. Riduce il tartaro, elimina l’alito cattivo e mantiene i denti in ottima salute. Ti accorgerai che il pelo del tuo cane sarà splendente, e probabilmente non avrà più pruriti dovuti alle allergie.

La dieta BARF migliora anche la salute dell’apparato digerente, contrastando la diarrea cronica, il volume delle feci e l’odore. Il sistema immunitario del tuo cane sarà rafforzato così da permettere una migliore mobilità, specialmente per quei cani che hanno problemi di artrite. I nostri amici saranno anche più energici e vivaci che mai!

Come funziona la dieta BARF?

Ogni Bulldog ha bisogno di porzioni e ingredienti diversi in base alla sua età, al suo peso, e alle sue intolleranze. Però quanto deve essere grande la porzione media per tenere il nostro Bulldog in salute e in forma?

In generale è consigliato di dare ai Bulldog il 2%–3% del loro peso corporeo, a seconda dell’età del cane e di quanto è attivo. Questa quantità deve poi essere divisa in due pasti: mattina e sera. Per i cuccioli è suggerito il 10% del loro peso corporeo, diviso in 3 o 4 pasti giornalieri.

C’è anche da considerare come conservare, pulire o eventualmente congelare gli ingredienti. Il processo di preparazione dei pasti del tuo Bulldog sarà determinato dagli ingredienti che scegli e da come li combinerai.

Per esempio, alcune carni devono essere congelate per un periodo di tempo prima di poterle dare al cane. Queste carni includono il salmone e il maiale, ma alcuni esperti raccomandano di non dare per niente al cane il salmone crudo.

Puoi anche preparare diverse porzioni insieme e poi congelarle per ritrovartele in futuro. Consigliamo di congelare le porzioni in sacchetti sottovuoto o contenitori per freezer a una temperatura di 4°C o inferiore per questioni di sicurezza. Se la temperatura è al di sopra dei 4°C, potrebbero proliferare dei batteri e dei microbi nel cibo da voi preparato.

Carni come quella di maiale o quella di cinghiale, ad esempio, devono essere congelate almeno per tre settimane prima di darle al cane così da uccidere ogni batterio maligno.

Quali sono i pericoli della dieta BARF?

La dieta BARF ha dei benefici, ma ci sono anche dei rischi. Le minacce potrebbero venire dai batteri che si trovano nella carne cruda. Proprio per questo è importante che la carne cruda e le ossa vengano pulite e conservate in modo appropriato. Una dieta squilibrata portata avanti troppo a lungo potrebbe danneggiare la salute del vostro bulldog. Vi faccio un esempio di un piano di pasti bilanciati adatto al Bulldog, così da assicurarvi di partire con il piede giusto.

Ma perché i veterinari si innervosiscono così tanto quando si tratta di proporre al cane una dieta tutta al naturale? Se gli umani eliminassero tutti i cibi processati dalla loro dieta, i dottori si preoccuperebbero? Questa cosa non ha senso… - Un estimatore della dieta BARF

Dal momento che alcune ricette richiedono l’aggiunta di ossa nel mix, si presenta il possibile rischio di soffocamento per il cane, di rottura dei denti o di punture interne. I Bulldog tendono a strozzarsi con le ossa perché un Bulldog ha un esofago più corto rispetto alle altre razze, e tendono a ingoiare il loro cibo senza masticarlo. Per questi motivi, raccomandiamo che le ossa vengano sminuzzate prima di servirle al cane. Si potrebbe anche optare di non includere per niente le ossa nei pasti del cane.

Come gestire la dieta BARF nel modo giusto

Bulldog

Devi lasciare che la carne congelata si scongeli nel frigorifero per assicurarti che venga servita al tuo cane alla temperatura giusta. Non lavare mai la carne cruda perché non è così che si uccidono i batteri, anzi, potrebbero diffondersi tramite gli schizzi.

Qualsiasi coltello o utensile che si utilizza per la preparazione della carne deve essere pulito a fondo e separato dall’altra argenteria. Bisogna inoltre lavarsi sempre le mani e qualsiasi cosa che entra in contatto con la carne cruda.

C’è una lunga lista di ingredienti che non dovrebbero mai essere inseriti nel pasto crudo del tuo cane. Tra questi figurano ingredienti come: cipolla, uva, mais sulla pannocchia, uvetta, noce, noce di macadamia, impasti crudi, cioccolata e qualsiasi frutto che abbia il nocciolo.

Questi ingredienti potrebbero far male al tuo cane dal punto di vista fisico e nutrizionale.

Come fare la dieta BARF (+ Ricette)

Dai un’occhiata alla struttura base per ogni pasto crudo pensato per il cane:

  • 350g circa di carne cruda a pezzi (incluso qualche pezzo sull’osso)
  • 100g circa di frutta/verdura cruda (esempio: mix di carote, sedano e mele)
  • 10ml circa di olio di pesce
  • supplementi vitamine/minerali (facoltativo)

Abbiamo seguito esattamente questo modello per il piatto al Salmone che abbiamo preparato per i nostri Bulldog (vedi sopra). Abbiamo servito questo pasto, con una piccola aggiunta di 10ml circa di olio di cocco, ma viene benissimo anche se saltato in padella. Basta semplicemente cuocere a fuoco lento/medio fin quando il salmone è cotto.

Un cane adulto ha bisogno di mangiare appena poco più del 2% del suo peso corporeo al giorno.

Quindi, per un cane che pesa 4kg, basterà poco più di un etto di cibo; per un cane che pesa 22kg, poco più di 450g; per un cane di 45kg, 1kg di cibo. Puoi usare questa guida per regolarti con le quantità di cibo da servire al tuo cane, ma tieni in mente che ogni cane è differente e che queste sono sono linee guida base.

Ogni pasto dovrebbe essere composto per il 75% da carne e 25% verdure.

Le ossa in ogni ricetta BARF dovranno avere un’uguale quantità di carne e osso (un rapporto di 1:1). Le ossa grandi con poca carne non vanno bene, quelle più piccole ma con più carne si.

Su quali tipi di carne posso basare la dieta del mio cane?

Pollo Colli del pollo, ali e persino zampe. Consideriamo il pollo come un’ottima carne per introdurre il tuo Bulldog a questa dieta perché costa meno e le ossa sono più morbide. Prova a dargli solo il pollo durante la prima settimana di dieta BARF. Per la seconda settimana scegli una sera per introdurre un’altra carne cruda come ad esempio il manzo. Con ogni settimana che viene, prova ad aggiungere un nuovo tipo di carne cruda per un giorno.

Tacchino Come il pollo.

Anatra, Agnello, Manzo, Coniglio, Cervo, Uccelli selvatici (es. fagiano, pernice)

Interiora (organi) Il fegato e i reni sono eccellenti ma ricchi, quindi usare con moderazione.

Pesce Alcuni ottimi esempi: trota, salmone, eglefino, alici e sardine.

E per quanto riguarda la frutta e la verdura? Ci sono tantissimi tipi di frutta e verdura che puoi dare al cane. C’è però da ricordarsi che il sistema digestivo di un cane non riesce ad assorbire i nutrienti della frutta o della verdura cruda, a meno che non siano tritate o macinate.

È importante stabilire, nel corso del tempo quali sono le verdure e i frutti preferiti dal vostro cane così da potergli offrire il meglio.

Inoltre, ci sono alcuni frutti o verdure che potrebbero causare flatulenza eccessiva o altri problemi di digestione, o addirittura alcuni che sono tossici per i cani.

Ecco una lista delle verdure che il tuo cane può mangiare in tutta sicurezza:

I frutti sicuri da dare al tuo cane invece sono:

Altri ingredienti che possono essere scelti in sicurezza, per aggiungere valore nutrizionale extra alla dieta BARF del vostro cane sono:

  • Fiocchi di latte (o Keffir)
  • Yogurt semplice
  • Uova Crude (inclusi i gusci)
  • Arachidi
  • Mandorle (NO NOCI DI MACADAMIA)
  • Semi di Girasole
  • Farina di Ossa (per animali)
  • Alghe

Ovviamente il cibo crudo si distingue dai croccantini per il semplice fatto che non si conserva molto a lungo nel tempo.

Qualsiasi cosa che non sarà servita/mangiata subito dovrà essere assolutamente messo in frigo o congelato. Bisogna anche ricordarsi di annotare sul sacchetto la data di scadenza del preparato prima di metterlo in congelatore.

Per rendersi la vita un po’ più facile si possono preparare tanti pasti tutti insieme per poi dividerli in porzioni giornaliere e congelarle. Assicurarsi inoltre di scongelarle in frigo prima di servirle al cane, altrimenti si va incontro al rischio di disturbi.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 32 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

5 Commenti

  1. Marta

    cosa posso aggiungere... niente... benissimo articolo con ottimi approfondimenti!!! Bravi!
  2. Sonia Amato

    Grazie mille! articolo utilissimo
  3. Elda

    Molto interessante
  4. Luca

    Grazie mille
  5. Chiara

    Ho un bulldog francese che fa barf da 3 mesi ma non avevo mai sentito dire da fonti attendibili la questione del rischio di sofficamento da ossa per colpa dell' esofago piĂą corto della razza. Mi piacerebbe conoscere la fonte su cui si basa questa osservazione. Grazie mille

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty